Promozione

Hobby sport e G.A.S.T. Onlus

Lo scorso sabato 6 giugno è andato in scena a Reggio Emilia un corso Hobby Sport diverso dal solito. Organizzato dal Moto Club Crostolo e alla presenza del Referente CSAS Alessandro Tassinari, 12 bambini hanno potuto fare il loro primo giro in moto da offroad in tutta sicurezza. La novità però era rappresentata dalla presenza, tra loro, di 4 bambini affetti da autismo che, grazie alla collaborazione con la onlus G.A.S.T., nata per offrire opportunità motorie a persone con disabilità congenita o acquisita, sono riusciti a girare in totale autonomia per la soddisfazione dei loro genitori, di tutto lo staff della Onlus e del personale FMI.

Un’esperienza, a detta di tutti i partecipanti, davvero positiva oltre che emozionante. Riportiamo di seguito il comunicato di G.A.S.T. Onlus sull’evento

G.a.s.t. onlus si mette in moto!!!! gast logo

Sabato 6 giugno 2015, al pomeriggio , nonostante gli abbondantemente oltre trenta gradi di temperatura , 4 bambini di 10 anni di g.a.s..t onlus, Alice, Riccardo, Matteo e Julian, con Giacomo Cibelli (presidente di G.a.s.t. e loro allenatore) si sono ritrovati in un “pezzo di prato” dietro al Centro Insieme, a Reggio Emilia , in via della Canalina.
Ad attenderli c’erano Alessandro Tassinari , tecnico Federmoto, e dirigenti del Motoclub Crostolo (Cocconcelli, il presidente e Mauro Cocchi, l’organizzatorie dell’evento), che ha sede proprio al centro insieme, e in cui Giacomo ha avuto un passato da motociclista (forse di basso livello ma alta passione) e hanno predisposto per il “battesimo” sulle moto minicross per i 4 ragazzini.

Conoscenze di rito (alla maniera che ci è concessa….) preparativi e vestizione: pettorina , ginocchiere, gomitiere casco guanti e via.. moto accesse e via. Alessandro coaudiuvato da Giacomo (che conosce bene i 4 moschettiere)e in alcuni momenti vicecersa, davano da “molto vicino” istruzioni per una prova in sicurezza…

Moto accesa e via!!

gast ok2

Alice per prima alla prova. Con le difficoltà del caso , ovvie, un successo ed entusiamo alle stelle … per qualcuno anche incredulità, bella ma un po’ di incredulità si….
poi Matteo, poi Richy poi Julian stessa storia tanto che tutti si concedono alla seconda “manche”.
Tutti veramente contenti e soddisfatti oltre che motivati e con una sicura spinta in avanti alla loro autostima!!!

tutto “normale”…. si tutto “normale” … ci siamo solo scordati di dire che i 4 motociclisti in erba sono tutti e 4 portatori di Autismo…..

“Era molto che avevo in testa questo progetto” racconta Giacomo Cibelli , “io sono sempre stato appassionato di moto e in particolare fuori strada, correvo col M.C.Crostolo e ne avevo già parlato alcuni anni fa con il “Civo” (sabato ci sarebbe sicuramente stato, ciao Civo).
Di lavoro insegno tutto il giorno con i ragazzi dello Staff di G.a.s.t.attività motorie e sportive a bimbi e ragazzi disabili, in porgetti che vanno dalla attività motoria di base, altetica leggera, basket nuoto, sci col nostro progetto SKIGAST…e tanto altro.(www.gastonlus.org FB: gastonlus)

Quest’estate con questo gruppetto di ragazzini abbiamo iniziato il percorso bici. Ossia non sapevano andare in bici .. l’inizio è stato “un disastro”… ma nel giro di tre incontri …incredibile … andavano in bici ovviamnete senza rotelle … e facevamo le gymcane in palestra con slalom pedane basculanti cirve ecc… da li la strada era ovviamente in discesa….

Ma se sai andare in bici … in moto non devi nemmeno pedalare….

Alla festa del Cer Palagano in settembre i primi contatti con Alessandro e Federmoto grazie Luca Giaroli, a cui spiegavo le possibili valenze (dal mio punto di vista) che una attività come quella di motocross , poteva essere “altamente educativa” vista le richieste di attenzione e organizzazione che l’andare in moto richiede unito a una forte componente emotiva in grado di motivare tanto i ragazzini.

gast okSabato è stato soli primo approccio!!!
erano già tutti pronti per riprovare il 5 luglio alla festa di Cortogno dove le moto saranno strumento di integrazione tra ciclisti, “cavalieri” , pedoni , motociclisti …. abili e con disabilità!!!!
grazie Federmoto!

A presto!