Fuoristrada

Grandi emozioni nella seconda prova degli Internazionali di Cross

Giornata memorabile per il motocross al “Vinicio Rosadi” di Castiglione del Lago. Il pilota locale Manuel Monni (Yamaha 3 C Racing) si aggiudica l’assoluta di giornata in MX2. Dominio assoluto di Philippaerts (Yamaha – Rinaldi) in MX1.


 


Non è iniziata nel migliore dei modi la giornata castiglionese a causa di una fitta nebbia che ha avvolto il crossdromo di Gioiella durante le prime ore del mattino. Con la direzione di gara costretta a modificare in continuazione il programma di gara fino allo stabilizzarsi delle condizioni atmosferiche, con un timido sole che è riuscito a farsi breccia nella fitta nebbia, il time table ha dovuto, gioco forza, vedere annullate le prove cronometrate dedicate ai warm up che doveva decidere l’ordine di ingresso in pista delle tre categorie. Ordine che è stato dato rispettando la cronologia scaturita dalle prove di qualificazione svolte nella giornata di sabato.


 


Nella Under 19, categoria che ha aperto le ostilità domenicali è stato Giacomo Del Segato (Honda Martin) che si è imposto in gara 1 su Giacomo Redondi (Suzuki Revolution) e Antonio Mancuso (Honda Team Motors).


 


Assolo del pilota di casa Manuel Monni (Yamaha 3 C Racing) nella MX2 che ha guidato la gara dal primo all’ultimo metro. Hole shot, e vittoria finale per il portacolori del Gruppo Sportivo Fiamme Oro, osannato dai tantissimi fans accorsi a bordo pista per incitarlo. Seconda posizione per un arrembante Matteo Bonini (Yamaha Red Bull De Carli) che è riuscito ad avere la meglio sul pilota del Silver Action Team, il francese Jeremy Tarroux (KTM). Quarto, in rimonta dopo una partenza da dimenticare ed un paio di errori, Davide Guarneri (Yamaha Ricci Racing).


 


Al pronti via della MX1 si è capito subito che per gli avversari di David Philippaerts non ci sarebbe stato nulla da fare. L’imolese in forza da quest’anno al team Yamaha Rinaldi è stato un martello. Con tempi sul giro che diminuivano con il passare del tempo Philippaerts si è aggiudicato senza problemi la prima delle due frazioni in corso. Alle sue spalle ha chiuso un consistente Alex Salvini (Suzuki MRT) che, approfittando di una caduta di Tony Cairoli (Yamaha Red Bull De Carli), si è aggiudicato i 22 punti riservati alla piazza d’onore. Terzo, distanziato da Salvini di circa 20 secondi Marc De Reuver (Honda Martin). Ottima prova di Chicco Chiodi che ha portato la su TM ufficiale al quarto posto dopo essere transitato in dodicesima posizione al primo passaggio. Soltanto settimo Antonio Cairoli (Yamaha Red Bull De Carli) autore di una caduta che gli ha compromesso il risultato parziale di manche ed il prosieguo della giornata. Tony ha commesso un errore nell’affrontare la rampa di un salto con conseguente caduta. Rialzatosi velocemente, Antonio non è riuscito a riavviare prontamente la sua Yamaha 450 ed è ripartito quando il gruppo dei migliori era gia transitato. Si è subito capito che Cairoli era impossibilitato a continuare la sua gara con il ritmo che aveva mantenuto fino alla caduta ed infatti, il siciliano è stato costretto a concludere la manche senza l’ausilio del freno anteriore, danneggiato proprio nella scivolata.


 


Seconda manche dell’under 19 a vantaggio di Federico Bracesco, seguito da Alessandro D’Angelo ed Antonio Mancuso.


 


Gara 2 della MX2 con lo scatenato Tarroux a fare da lepre al gruppo con un avvio fulminante. Bonini, Seistola (Honda SRS – ST), Monni e Guarneri ad inseguire. A metà del tempo di gara la svolta. Manuel Monni è scivolato fuori pista a causa di un errore ed è stato costretto a ritornare sui suoi passi per non incappare nella squalifica che gli sarebbe stata comminata per taglio del percorso mentre Guarneri riusciva a portarsi dalla quarta alla seconda posizione in un solo giro. Agganciato al parafango posteriore della KTM di tarroux, Guarneri ha aspettato il momento opportuno per portarsi al comando del gruppo e tagliare vittorioso il traguardo. Secondo, alle sue spalle, Tarroux e terzo al termine Manuel Monni che ha preceduto Matteo Bonini.


 


Gara 2 MX1 ancora nel segno di Philippaerts. Ancora hole shot, ancora giro veloce e conseguente vittoria. Gli altri non hanno potuto fare altro che accontentarsi delle posizioni di rincalzo. Salvini ha bissato il secondo posto della prima frazione con De Reuver che lo ha inseguito fino alla bandiera a scacchi. Chi ha pagato pegno è stato Antonio Cairoli che, indolenzito ed irrigidito dalla caduta della prima manche, si è dovuto accontentare della quarta posizione.


 


Grande afflusso di pubblico per questo appuntamento degli Internazionali d’Italia con circa 6.000 presenze registrate nel week end. Ottima gratificazione per il Moto Club Trasimeno che festeggia il centenario delle sue attività proprio in questo 2008 che sarà, per gli organizzatori Castiglionesi, denso di appuntamenti.


 


Prossima tappa degli Internazionali d’Italia a Ponte a Egola (Pi) dove, il prossimo 9 Marzo andrà in scena il terzo round di questo avvincente campionato.