Motitalia

Giornate di sport – Maggio 2006

PILOTI ITALIANI E MOTO NAZIONALI SUGLI ALLORI. UN ALTRO MOMENTO D’ORO DEL NOSTRO MOTOCICLISMO. RISULTATI IMPORTANTI, GRAZIE ANCHE AGLI SFORZI DELLA FEDERAZIONE, MAI COSI’ TANTO ATTENTA ALLA PROMOZIONE


Nelle ultime tre settimane lo sport italiano ha vissuto alcune bellissime giornate di sport. In Italia: a Misano, Adria, Castiglion Fiorentino e Cingoli; e all’estero: in Portogallo e in Spagna.


A Misano si è corsa la prima prova di Junior GP, il Trofeo Monomarca organizzato da FMI, Aprilia e Moto Sprint per le giovani promesse della velocità in pista. Io ho assistito ormai a moltissime gare, in vita mia, ma percepire l’emozione dei ragazzi alla loro prima partenza, dopo la fase di selezione iniziata mesi addietro, dopo i diversi incontri con loro, dopo le raccomandazioni e le informazioni che abbiamo cercato di trasmettere, è stata una grande emozione anche per me. E la gara ha rispettato le premesse: i cinque più bravi hanno subito preso il largo, si sono ridotti a tre nel finale e questi hanno compiuto gli ultimi giri cambiando continuamente le rispettive posizioni. Bravi! Bravi quelli che hanno raggiunto il podio, bravi il quarto e il quinto, bravi tutti, impegnati con grande costanza e determinazione a disputare la prima gara. Ora dovranno tutti migliorare ancora, dovranno imparare a rispettare gli orari e i regolamenti, ma la partenza del Trofeo è stata ottima.


Nella stessa domenica, ad Adria, si è tenuto il primo dei Meeting d’Epoca in Pista FMI 2006. Era una vera scommessa contro tutti: volevamo portare in pista ogni genere di appassionati, offrendo a ciascuno la possibilità di gareggiare in velocità, oppure di vincere in base alla regolarità di marcia, di fare semplicemente qualche giro di “prove libere”, di ritrovarsi soltanto tra amici, di venire unicamente per vedere delle belle moto. Abbiamo sicuramente vinto la scommessa: Adria è stata un vera Festa della Moto d’Epoca. Tutti sono rimasti contenti, soddisfatti di esserci, hanno promesso di tornare. Molti, presenti ma scettici, all’inizio, ala fine hanno confessato: “non avevo capito. Però mi piace molto. La prossima volta ci sarò anche io, ma in un altro modo!”. A Castiglion Fiorentino Alessandro Botturi, “uno della maglia Azzurra”, ha vinto agli Assoluti di Enduro con la sua Aprilia 450 bicilindrica 4t.


Nel Motocross, a Cingoli, dove si correva la prova italiana di Campionato del Mondo MX3 e di Europeo MX 125, gli italiani sono stati concreti protagonisti. Così come in Portogallo, nel mondiale MX2, dove Antonio Cairoli ha continuato con grande determinazione a cercare la vittoria, continuando a lottare contro la sfortuna ma con tutta la voglia di dimostrare al mondo intero che il titolo dell’anno scorso non è venuto per caso.


In Spagna, infine, la Ducati ha stradominato il mondiale Superbike, con Lanzi coprotagonista di altissimo livello. E altrettanto bene hanno fatto Michel Fabrizio, Alessandro Polita, la MV Agusta con Ayrton Badovini. Mentre scrivo non so ancora nulla della gara di Monza, perchè questo numero di Motitalia è andato in stampa poche ore prima della gara, ma sono sicuro che anche in Italia lo spettacolo proposto dalla Superbike è stato eccezionale.


Cosa voglio dire, con tutto questo? Semplicemente che “la FMI c’è”.


I risultati diretti non sono solo merito nostro, ovviamente. Ma “dietro” Junior GP, dietro i Meeting in Pista d’Epoca, dietro Cairoli, Michel Fabrizio e tantissimi altri, c’è sempre un po’ di FMI. Cioè: il “sistema FMI” funziona. L’impegno che stiamo mettendo nel promuovere lo sport motociclistico, in tutte le sue accezioni, sta portando notevoli risultati. Ne sono molto lieto ed orgoglioso. E tutti Voi ce lo riconoscete, tesserandovi ed aumentando di numero in modo consistente anno dopo anno (un tema molto importante, di cui riparleremo molto presto). Grazie a tutti Voi, dunque, a nome di tutto il Consiglio Federale della Federazione Motociclistica Italiana.


Per finire, un appunto sicuramente superfluo, ma che voglio comunque lasciarvi in memoria: domenica 4 giugno si corre il Gran Premio al Mugello. La domenica successiva, l’11 giugno, quello di Montevarchi. Ad entrambi si può accedere con importanti sconti FMI sui biglietti.


Vi aspettiamo (molto) numerosi.


Paolo Sesti