Motociclismo

FMI su Radio Uno Rai: distanza di sicurezza e “posizione” in strada

Andrà in onda stasera (8 maggio), alle 23.16 su Radio 1, la sesta puntata di “PRUDENTE… CON MOTO”, trasmissione sulla sicurezza stradale di Radio RAI e Federazione Motociclistica Italiana, condotta da Paolo Zauli con il coordinamento di Vittorio Argento.


Grazie alla partecipazione dell’ Arch. Marino Biscaro, docente della Federazione Motociclistica e Responsabile della formazione e della didattica della sicurezza stradale della provincia di Treviso e del prof. Enrico Garino, coordinatore tecnico del Dipartimento Sicurezza Stradale della FMI, si affronteranno i temi della distanza di sicurezza e della posizione dei motoveicoli sulla strada.


Si insisterà, dunque, sulle metodologie didattiche teoriche e pratiche elaborate dalla FMI per una guida preventiva e consapevole dei rischi. 


Non si può non tenere conto, infatti, in un corso di educazione stradale, degli atteggiamenti più comuni dei ragazzi che si mettono alla guida del ciclomotore, quando affiancano altri mezzi, zigzagando nel traffico e mettendosi in pericolo. Attraverso animazioni appositamente realizzate, si può tuttavia mostrare loro ciò che può accadere nel caso in cui non si rispetti, per esempio, l’articolo 148 del Codice della Strada in materia di sorpasso.


Altrettanto importante e senza dubbio indispensabile è l’esercitazione pratica, per fare in modo che un ragazzo sviluppi ed eserciti  competenze ed abilità che deve accompagnarlo quando è alla guida del ciclomotore.


La prova pratica elaborata dalla FMI, ed autorizzata dal Ministero dell’Istruzione, consiste in due ore di lezione per ogni classe, con alcune priorità: esecuzione corretta della frenata, conduzione corretta della curva, uso corretto dello sguardo. L’esercitazione pratica viene realizzata dalla FMI in condizione di massima sicurezza, in una area chiusa al traffico e adeguatamente protetta.


In chiusura, Marco Guidarini, presidente dell’Associazione Motociclisti Incolumi, formatore di educazione stradale FMI, medico chirurgo del 118, si esprime sull’importanza di indossare le protezioni di sicurezza passiva in caso di incidente.