Fuoristrada

Flat Track. Lonigo sorride a Cecchini

Dopo la caduta dello scorso anno, che ha condizionato la corsa al titolo tricolore, Francesco Cecchini si rifà con gli interessi e vince gara 2 dell’italiano Flat Track a Lonigo. Nella finalissima, dopo una partenza dietro ai i compagni di team del VFR Honda Martin, Daniele Moschini e Fabrizio Vesprini, si getta al loro inseguimento infilando entrambi con una gran manovra in uscita di curva. Bel duello negli ultimi giri per il secondo posto, con Vesprini che ha la meglio su Moschini. Quarto posto per il campione in carica Emanuele Marzotto, penalizzato dalla partenza in seconda fila, nonostante il secondo posto in semifinale ma a pari punti e risultati con Buzzi.

Decisiva la monetina scagliata dall’arbitro prima delle semifinali, che ha sancito Buzzi in prima e Marzotto in seconda fila. Emozionante il duello tra i due per diversi giri, con Marzotto che una volta superato il rivale è troppo distante dal trio di testa e non recupera. A fine gara Cecchini sprizza esulta: “Nelle batterie sono stato un pochino fortunato, perché mi sono scontrato con avversari di non primissimo livello, poi nella semifinale ho trovato delle difficoltà, ripensando anche alla caduta dello scorso anno, e non ho voluto rischiare. Devo dire la verità, dopo la prima partenza in finale non ci speravo di vincere dopo i primi due giri, però alla ripartenza ho preso consapevolezza e sono partito determinatissimo. Ringrazio la TM Racing che mi ha dato le moto, il meccanico Giovanni, papà Fabrizio e l’allenatore Graziano”.

Contrariato invece Marzotto: “Serata no in tutti i sensi, la partenza in seconda fila, decisa da una monetina, mi ha penalizzato enormemente. Quest’anno in campionato proprio non vuole girare per il verso giusto”.