Fuoristrada

Europeo Speedway. Italia quarta

Dopo l’impresa di un anno fa, con l’Italia che ha alzato sul cielo di Riga il trofeo di campione d’europa a coppie di speedway, c’era molta attesa per i piloti di Maglia Azzurra nella finale della competizione ospitata dal Moto Club Lonigo. Il quarto posto finale rende onore alla gagliarda prova del trio azzurro, composto da Covatti, Castagna e Franchetti, che hanno dato tutto per tentare di agganciare le prime tre posizioni. L’atmosfera del Santa Marina è stata esaltante sin dalla presentazione dei piloti, accolti con delle spettacolari fiammate mentre scendevano dalla scalinata che corre parallela alla tribuna e alla torretta che ospita arbitro e giudici di gara. Gli oltre duemila spettatori accorsi per l’evento clou dell’anno, record stagionale, hanno incitato sin dalle prime curve le entrate in pista dei nostri piloti, che hanno dato vita a spettacolari duelli contro rivali che non si sono risparmiati nei duelli gomito a gomito, soprattutto nella prima curva dove ci si gioca buona parte dell’esito della manche.

Nelle sei uscite in pista, Nicolas Covatti ha garantito la consueta affidabilità nelle grandi occasioni, portando a casa tre brillanti vittorie ad iniziare dalla manche due, quando la Polonia, vincitrice del titolo, non ha potuto nulla contro l’abilità del campione italiano in carica, che ha preceduto la stella Musielak e Zengota. Lettonia e Danimarca le altre nazioni che sono state battute dal nostro Covatti, che ha tenuto a galla la nazionale conquistando ben dodici punti. Prestazioni in tono minore per Paco Castagna e Guglielmo Franchetti, per entrambi tre manche disputate raccogliendo, rispettivamente, uno e due punti. Una sfortunata caduta è costata a Castagna, e all’Italia, due punti alla manche cinque, nella quale il leader del campionato italiano ha perso il controllo della moto alla fine del primo giro, toccando il compagno Covatti prima di cadere, senza conseguenze. La Russia, argento, e la Francia, bronzo, completano il podio. Italia a cinque punti dai transalpini, che hanno avuto anche la fortuna di fare il pieno di punti, decisivi, nella manche diciannove. La caduta al primo giro del pilota della Lettonia, Mihajlovs, con il compagno di team Kostigovs out per infortunio, hanno dato a tavolino il successo  ai transalpini.

L’intera news sul sito magliazzurra.it