Fuoristrada

Europeo Motocross a Valkenswaard. I problemi fisici frenano Furbetta e Facchetti

Problema al menisco per Joakin, alla spalla per Gianluca

Si è svolto questo fine settimana a Valkenswaard, in Olanda, il secondo round dell’Europeo Motocross. Sabato e domenica il KTM De Carli Racing Junior Team è sceso in pista con Joakin Furbetta nell’EMX250 e con Gianluca Facchetti nell’EMX125.

Al suo esordio nel campionato continentale MX2, Furbetta non ha voluto spingere al massimo dopo l’infortunio al ginocchio sinistro che lo aveva costretto a saltare il primo round dell’Europeo ad Arco di Trento. Il pilota romano è riuscito a qualificarsi per le gare chiudendo la prima manche in 32° posizione e la seconda in 29° su una pista molto impegnativa e con condizioni meteo difficili. Ora Joakin dovrà aspettare mercoledì, quando si opererà per risolvere definitivamente il problema al menisco sinistro.
Facchetti in OlandaDal canto suo, Gianluca Facchetti ha confermato i progressi sulla KTM SX 125 facendo segnare un bel 4° posto in qualifica. In gara-1, dopo una bella partenza, è scivolato, ripartendo dal 15° posto e recuperando fino al 7°. Peccato che, con la top 5 a portata di mano, si sia dovuto ritirare a causa di una seconda caduta. In gara-2 Gianluca è scattato bene dal cancelletto, ma ha perso posizioni anche a causa del dolore alla spalla che già ad Arco non gli aveva consentito di correre al meglio. Chiusa la seconda manche in 16° piazza, nei prossimi giorni Facchetti potrà pensare a sistemare la spalla per farsi trovare in ottime condizioni fisiche nel prossimo round dell’Europeo Motocross, in programma il 9 e 10 maggio a Talavera de la Reina (Spagna).