Fuoristrada

Europeo Enduro: Team Italia sul podio con Gerini

Maurizio Gerini coglie sabato una bella vittoria nella Junior E1 alla prova inaugurale di campionato europeo disputata sabato e domenica a Letojanni in Sicilia. Debutto positivo per i novellini Conforti, Marcotulli e Mori.


 


L’Europeo versione 2008 si apre all’insegna dell’Azzurro, con l’Inno di Mameli ad echeggiare più volte nel caldo comune di Letojanni (ME). Una prova inaugurale siglata infatti da un velocissimo Alex Zanni, mattatore assoluto in entrambe le giornate che conta anche la doppietta di Maurizio Facchin nella Senior2 ed il trionfo dell’Italia tra le Nazioni ed i Team con HM-Daihatsu Enduro Terios.


 


Ad intensificare l’azzurro vincente c’è anche la fresca tonalità di celeste che da sempre contraddistingue la divisa dei piloti del Team Italia. Merito di uno straordinario Maurizio Gerini che impreziosisce in maggior misura l’egemonia nazionale con la splendida vittoria sabato della Junior E1 in grado di salire nientemeno che sul 3° gradino del podio assoluto. Domenica il velocista ligure di Husqvarna Mucci non riesce però a ripetersi, attardato da una caduta in linea che lo fa slittare in una comunque ottima seconda piazza. Non sono riusciti ad entrare in zona podio ma hanno dato lustro ai colori di Federmoto le tre new entry Nicolò Mori, Luca Marcotulli e Guido Conforti. Tutti e tre al debutto nel panorama internazionale hanno dimostrato di poter puntare alla parte alta della classifica. A cominciare da un ottimo Marcotulli (KTM GP Motorsport) che perfeziona 8° posto di sabato con un incredibile 5° posto domenica sottolineando il suo potenziale con un quarto ed un terzo tempo nelle due prove in linea. Peccato invece per il collega perugino Mori che alterna un amaro 20esimo posto in gara 1 a causa di una penalizzazione di 2 minuti accreditati al controllo orario ad un buon 7° posto domenica che lascia ben sperare per il futuro. Fatica ad ingranare tra la sabbia del litorale messinese ma entra comunque in zona punti il piccolo Conforti (Husqvarna Mucci) rispettivamente 14esimo e 13esimo. Debutto con l’amaro in bocca invece per Mattia Traversi che dopo un esaltante avvio con tempi da podio è stato tradito dall’eccessiva voglia di fare, che spesso condiziona la guida del piacentino di KTM GP Motorsport, commettendo troppi errori di guida che lo rendono protagonista di più scivolate che non lo fanno andare oltre il 5° posto sabato e 6° domenica.


 


Decisamente soddisfatto il direttore sportivo Tullio Pellegrinelli: “veramente un week-end intenso, festeggiamenti monocromatici a parte, le sorprese targate Team Italia sono state davvero piacevoli. All’impresa di Gerini non serve aggiungere parola, in questi casi sono i risultati che parlano, peccato per la caduta di domenica ma quando dai il massimo la scivolata ci può anche stare e poi siamo solo all’inizio, tutto può ancora accadere. Davvero bravi invece Marcotulli e Mori che si sono difesi a testa alta mostrando ottimi spunti su cui sperare per le prossime prove. Ho visto in leggera difficoltà Conforti ma alla prima prova di europeo è comprensibile anche l’emozione. Non mi soddisfa il risultato di Traversi perchè può puntare al podio deve però imparare a gestire foga e concentrazione”


 


La tappa europea si chiude inoltre con un ottimo epilogo nella classifica riservata ai team con il Team Italia KTM GP Motorsport di Chicco Piana ad occupare il 3° gradino del podio.


 


Niente pausa per gli azzurrini che questo fine settimana approderanno in Sardegna e precisamente a Cala Gonone (NU) per la 2^ tappa degli Assoluti d’Italia. Non sarà ancora della partita Jonathan Manzi in riposo per la recente operazione alla spalla.