Enduro Under23-Senior: Manzi su tutti a Cerro al Lambro

Svelati finalmente i primi vincitori dei due campionati di categoria più infuocati, in una pianura milanese ieri cupa ed umida. A brillare Maurizio Facchin tra i Senior ed un inafferrabile Jonathan Manzi che oltre agli Under si impone sui 300 partenti.


 


Non è iniziata nel migliore dei modi la giornata milanese a causa di un cielo plumbeo e gocciolante che ha rivestito l’umida pianura ambrosiana circostante a Cerro al Lambro, comune patrocinante della prova di apertura dei tricolori Under23 e Senior. Una cornice non certo nuova ai due campionati che dal 2005 ad Arezzo (2006 Salerno, 2007 Calvi dell’Umbria) sembrano esser stati colpiti da una sorte di iettatura atmosferica. Ma la voglia di scendere in pista e la passione sono tali che hanno permesso ai 300 giovani al via di non lasciarsi intimorire, regalando ancora una volta alla specialità ed al pubblico assiepato lungo la Strada Provinciale 17 Melegnano-Sant’Angelo Lodigiano che fungeva da tribuna allo sconfinato e veloce cross-test, uno spettacolo da cardiopalmo. Molte infatti le presenze illustri a bordo fettuccia come Alex Botturi, Thomas Oldrati e Mirko Gritti, oggi in volo per la Svezia sede inaugurale del mondiale enduro, Fausto Scovolo e Mario Rinaldi arrivato dal cielo con il suo deltaplano. 


 


Una gara dal percorso non naturalmente selettivo, ma considerando il tipo di zona interessata, unicamente pianeggiante, di più non si poteva chiedere al moto club Melegnano, che insieme al suo preparato pool di club ausiliari (Paolo Bianchi, Desio, Oggiono, Parini, Varzi, Team MTG) hanno sapientemente riversato spettacolo e tecnica nei due Cross-Test cronometrati, ripetuti entrambi 3 volte per un totale di 41’minuti e 20 secondi siglati incredibilmente da un cadetto, il talentuoso 18enne del Team Italia Husqvarna Mucci Jonathan Manzi. Grandi cambiamenti e grandi conferme erano attese al via inaugurale per il solito “caldo” inizio di stagione e, anche se le temperature erano decisamente invernali, di caldo inizio si è trattato veramente. Si è capito subito che piloti e mezzi erano gia pronti ad affrontare le ostilità di questa nuova stagione agonistica ed in attesa di rivedere sfide e riscatti nel secondo atto di Sanremo (IM) domenica 13 aprile andiamo a curiosare cosa è successo nelle varie classi.


 


CAMPIONATO ITALIANO SENIOR (nati dal’84 al ’75)


CLASSE 125 2T: incomincia con un riscatto il campionato ‘08 per Alessandro Rizza (Suzuki Valenti) che per meno di tre secondi si piazza davanti all’avversario di sempre nonché tricolore in carica Luca Vecchi (Husqvarna). Terzo posto invece per il “Lenzi” dell’enduro, Maurizio (KTM Iron Racing Team).


CLASSE 250 2T: dopo una scivolata iniziale Maurizio Facchin (Hm-Enduro Team Treviza), approdato quest’anno tra i Senior dopo il titolo nella Unica 4T Junior, sembra voler mettere da subito in chiaro le cose riuscendo a piazzarsi davanti al campione in carica Roberto Rota (HM-Honda) e scoprendosi il più veloce tra i piloti senior. Terzo il pilota del moto club Avilianum Andrea Cantinotti (TM ).


CLASSE 250 4T: incredibile rimonta per Paolo Cagnoni (Hm-Honda-Motorando) da un sesto tempo introduttivo il bergamasco è riuscito a macinare secondi preziosi sferrando all’ultimo giro la zampata finale che gli ha permesso di trionfare per un soffio su un bravo Costantino Capriotti (Hm-Honda). Primo podio tricolore per il trevigiano David Favero (KL-Kawasaki).


CLASSE 450 4T: sembra azzeccata la scelta di Juri Simoncini ed il suo Team Cavallini. Abbandonata la quarto di litro, il marchigiano è balzato in una HM-Honda 4T riuscendo a precedere uno specialista delle cilindrate forti come Giovanni Gritti (Hm-Enduro Treviza). Debutto di bronzo invece per il nuovo binomio Maurizio Casartelli-Gas Gas.


CLASSE 500 4T: pronostici azzeccati per la 500 che vede il ritrovato pupillo di KTM Collina Motori Federico Mancinelli centrare la sua prima vittoria tricolore dopo una stagione di stop per infortunio. Dietro di lui un nuovo arrivato dai crossdromi, il bresciano Morris Ghidinelli (KTM Iron Racing Team) che la spunta di nove secondi su un ottimo Mirko Colombo (HM-Honda). Debutto con i colori Husaberg da dimenticare per Lorenzo Alvisi scivolato dalla 2^ alla 6^ piazza per l’accredito di un minuto nel cross-test per non essere rientrato allo stesso punto in cui era caduto


 


Tra le vittorie di squadre da segnalare il trionfo tra i club di Trial Fornaroli (Rizza, Rota, Bichicchi) e di Enduro Team Treviza (Facchin, Gritti, Comotti A.) tra i Team Indipendenti.


 


CAMPIONATO ITALIANO UNDER 23 (Cadetti nati dal’94 al ’90-Junior nati dal ’89 al ‘85)


CLASSE 125 2T Junior: la giornata è chiaramente ad appannaggio di Massimo Mangini (Suzuki Valenti-JohnnyMoto) che firma il primo tempo su tutte e sei le speciali. Con l’improvvisa squalifica di Davide Roggeri (Husqvarna) il secondo posto passa tra le ruote dell’azzurrino Luca Marcotulli (KTM GPMotorsport) seguito da Alessio Polidori (KTM Romanelli).


CLASSE 250 2T Junior: un podio decisamente rigenerato con nuovi protagonisti. Strapotere di Michael Pogna passato all’arancione di KTm Iron Racing Team che ha inflitto 33 secondi all’azzurrino Mattia Traversi (KTM GPMotorsport). Primo podio tricolore per l’ex crossista Ivan di Bello (KTM).


CLASSE UNICA 4T: sembra già ben delineata il futuro di questa classe con un Maurizio Gerini irraggiungibile. Il ligure al secondo anno tra le file del Team Italia Husqvarna Mucci non ha sbagliato nulla, vincendo largamente tutte e sei le speciali distaccando gli avversari di oltre 40 secondi. Non è rimasto che chinare la testa a Marco Martinelli (KTM) secondo e Jonathan Bocci (HM-Honda) terzo.   


CLASSE 125 2T Cadetti: ben 67 i partenti in questa classe e fra tutti ha primeggiato un magistrale Jonathan Manzi davvero impeccabile il suo stile di guida che al pescarese di Tm Racing Berloni Edoardo D’Ambrosio si è dovuto “accontentare” del secondo posto. Ottimo debutto dell’azzurrino Nicolò Mori (KTM GPMotorsport) passato dalla 50 alla combattutissima ottavo di litro e terzo ieri.


CLASSE 125 4T Cadetti: Podio decisamente colorato per classe che purtroppo non eccelle per la quantità di partecipanti. Tre piloti e tre case moto diverse. A guadagnare la sua prima vittoria su un podio tricolore Marco Perletti (Fantic Motor) che precede di oltre due minuti Luca Traversi (Sherco). Terzo Gabriele Corradin (CH Racing).


CLASSE 50 Cadetti: aveva sigillato la stagione 07 con la sua prima vittoria e ieri a Cerro al Lambro ha schiuso il 2008 confermandosi tra i possibili leader di campionato. Così Tommaso Mozzoni (Beta) ha ufficialmente fatto ingresso nell’enduro mettendo da parte i crossdromi. Ma non avrà sicuramente vita facile visto il duello innescato fino all’ultima prova con il bresciano Nicolas Pellegrinelli (HM) tricolore uscente del MiniEnduro. Terzo posto per la punta di diamante del Sicilia Racing Domenico Ricchiari (Fantic Motor).


LADIES: è la piemontese campionessa in carica Anna Sappino (KTM) ad aggiudicarsi la prima vittoria stagionale sulla giovanissima Arianna Marocchi apparsa davvero in gran forma nella sua nuova Gas Gas 125 2T tanto da precedere un’agguerrita Emanuela Balduzzi (KTM).


 


Tra le squadre la spunta l’Intimiano Noseda con i la terna di azzurrini Manzi, Gerini, Mori, mentre tra i Team Indipendenti supremazia di Mucci Racing (Gerini, Manzi, Bertolotti)

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI