Fuoristrada

Enduro: S.A.E. a Matelica per la 5^ lezione

Continua ininterrottamente l’iter stagionale di S.A.E, giunta domenica 06 maggio nella bella città marchigiana di Matelica. 31 gli allievi stuzzicati dalla rumorosa e colorata brigata scolastica off-road


 


 


Dopo le trasferte in Sardegna e Sicilia il tecnico federale Alessandro Comotti fiancheggiato dalla segretaria Barbara Cometti, ha raggiunto le affascinanti vallate marchigiane. Ad accogliere lo staff S.A.E. domenica 06 maggio, il comune di Matelica rappresentato in campo dall’Assessore allo Sport Marcello Catena nome ben noto all’enduro perché coinvolto appieno nell’attività federale in quanto membro del Comitato Enduro e vice presidente del Comitato Regionale Marche. Proprio dall’ operoso Catena è scaturito il pensiero di portare questo quinto appuntamento stagionale nel centro cittadino divenuto, subito realtà grazie alla collaborazione con il bravo moto club Matelica.


 


Non certo assistito dalla fortuna l’operato marchigiano, frenato nel pomeriggio da un temporale che ha impedito ad altri ragazzi di salire in sella. Risultato non particolarmente favorevole per S.A.E. la scelta del giorno, concomitante con la Cresima per cui molti ragazzi hanno dovuto abdicare le due ruote e dare priorità all’importante Sacramento. Le 31 adesioni raccolte rappresentano quindi un risultato di tutto rispetto, merito della location perfettamente azzeccata, impiegata in un’estesa zona verde del centro sportivo inserito a sua volta in una zona residenziale. Due i campi scuola allestiti dagli uomini del moto club su indicazioni del tecnico Comotti che avvalendosi dell’ampio spazio a disposizione, ha voluto assegnare un tracciato articolato per i più abili ed uno corto e semplice per i giovani al primo giro di pista, quest’ultimi stimolati a migliorarsi giro dopo giro per guadagnare l’accesso al tracciato più impegnativo. Impeccabile il lavoro svolto dal Tecnico Federale preparatore atletico Valentino Saccardo, ormai sempre più presente agli appuntamenti S.A.E. che come di consueto ha riprodotto un efficace riscaldamento muscolare accompagnato da nozioni base sull’importanza di un corretta preparazione atletica.


 


Anche da questo incontro sono scaturiti spunti interessanti relazionati alle ottime attitudini esibite da parecchi allievi alcuni dei quali mai saliti in moto prima, da tutto questo sorge la speranza per gli uomini S.A.E. che anche in una regione come le Marche, che vanta una grandi realtà enduristiche ed organizzative, basti pensare che quest’anno sono state assegnate ben quattro gare titolate tra cui gli Assoluti d’Italia (23-24/06), possa sorgere un campionato regionale MiniEnduro.