Fuoristrada

Enduro Major. Ultimo appuntamento a Mansuè

Nessun titolo ancora assegnato in Campionato

Sta per concludersi anche il Campionato Italiano Major 2015 con l’ultimo appuntamento che andrà in scena domenica 4 ottobre con tutti i tioli ancora da assegnare.

Sede dell’ultima battaglia sarà Mansuè (TV), di nuovo sotto i riflettori dell’Enduro verde, bianco e rosso a due anni di distanza dall’ultimo appuntamento che aveva visto sfidarsi i piloti Over34 nella quinta prova della stagione 2013.

Stessa location, ma prove speciali differenti. Saranno tre i fettucciati che animeranno questa prima domenica di ottobre, disposti su un circuito di circa 50 km. Scattate le ore 8.30, si scenderà dal palco partenza pronti per raggiungere il primo Cross Test, situato a pochi chilometri da Mansuè. Questa prima speciale sarà caratterizzata da un fondo sabbioso e sarà piuttosto veloce. Un fondo erboso, ricco di avvallamenti, sarà il palcoscenico della seconda prova in programma, mentre il terzo fettucciato vedrà gli atleti al via sfidarsi su un terreno argilloso, base di una speciale lenta e tecnica. Il tutto sarà ripetuto per tre volte, con un solo C.O. situato nei pressi del paddock. Alla regia dell’evento il Motoclub Pradegai, supportato dal Motoclub La Marca Trevigiana.

A Mansuè saranno proclamati tutti i campioni italiani della stagione. La situazione più interessante la troviamo nelle categorie Master2 e Expert1 dove i principali contendenti ai titoli si trovano in una situazione di pari punti. Nella M2 la battaglia è tra Angelo Maggi e Daniele Tellini, mentre nella X1 si contengono la vetta della classifica Marco Feltracco e Pierluigi Surini.

Più sostanzioso il gap nelle altre categorie; nella Master1 primo posto per Maurizio Lenzi che dovrà ottenere almeno una quarta posizione per vincere il titolo. Alle sue spalle a sette punti di distanza Matteo Guastini, mentre il gradino più basso del podio è occupato da Giorgio Alberti su KTM.

Nella Master3 in testa alla generale con quattro successi su quattro c’è Federico Mancinelli che precede Christian Natta e Luca Politanò. Nella Expert2 leadership per Roberto Bazzurri, primo davanti a Andrea Cabass e Renzo Ravagli, mentre nella Expert3 il podio è occupato attualmente da Luca Uccellini, seguito da Guido Chiavelli e Davide Marangoni, rispettivamente a 80, 62 e 58 punti.

Conduce la Veteran con un totale di 74 punti Roberto Cesareni; a Mansuè Cesareni non dovrà commettere errori per aggiudicarsi il titolo stagionale. Alle sue spalle lo seguono Fabrizio Hriaz e Fabiano Gusmini. Nella SuperVetern vetta del podio per Renato Pegurri, al quale serviranno almeno 11 punti per laurearsi campione italiano della categoria. A contrastarlo Giancarlo Moscone e Lucio Chiavini, attualmente secondo e terzo. Nella UltraVeteran è ad un passo dal decimo titolo della carriera Remo Fattori, attuale leader della classe con 12 punti di vantaggio su Giuliano Piccinini. Terzo posto per Gianni Belloni Pasquinelli, che non sarà presente a Mansuè a causa dell’infortunio che lo ha visto protagonista all’ultima giornata della Sei Giorni in Slovacchia.

Interessante anche la battaglia nella classifica riservata ai Club, con il Motoclub Ragni Fabriano che dovrà difendere il primo posto dagli attacchi delle formazioni della Scuderia Norelli BG e del Motoclub Sebino. Tra i Team a sfidarsi per il titolo italiano ci saranno il TNT Corse e il Team Graffignano, rispettivamente primo e secondo con 231 e 207 punti.