Fuoristrada

Enduro Major: penultimo atto nelle Marche

Si corre domenica ad Argignano di Fabriano (AN) la quarta e penultima prova del campionato italiano di categoria. Grandi favoriti i leader di classe Rossi, Hriaz, Armanni, Surini, Cabass, Uslenghi, Brissoni, Gallino ed protagonista assoluto Feltracco.


 


I major dell’enduro fanno tappa nei dolci comprensori marchigiani, che solo due settimane fa si apprestavano a dare il benvenuto agli Assoluti d’Italia nel comune di Matelica. Ad una decina di chilometri domenica 8 luglio si correrà invece la quarta e penultima tappa del campionato italiano major. Una gara assolutamente importante e quasi decisiva per l’assegnazione dei titoli di classe e di quello assoluto.


 


La manifestazione avrà come base operativa dove verranno allestiti i paddock e sarà situata l’area di partenza ed arrivo, la località di Argignano, frazione a 7 km. da Fabriano uno dei comuni più estesi d’Italia con i suoi 269,61 kmq. di superficie adagiato nel cuore delle Marche, ai piedi dell’Appennino, posto in una pittoresca vallata circondata dai monti Fano, Maggio, S.Vicino e Monte Cucco. Un bacino ricco di bellezze naturalistiche e di beni storico-artistici che questo fine settimana vedrà approdare il circus dell’enduro “over 32” con oltre 240 piloti.


Alla regia il Moto Club Artiglio costituito solo cinque anni fa e che domenica debutterà nel panorama nazionale con un percorso di 53 km, divertente e scorrevole, da ripetersi 3 volte. Tre le prove speciali a giro e tutte posizionate nei territori di Attiggio, il primo Cross-Test (3.500 m.) subito dopo la partenza particolarmente guidato e posto su un terreno collinare abbastanza scosceso che lo renderà più impegnativo per i piloti, seguirà poco dopo l’altro Cross-Test (4.500 m) più veloce e prevalentemente pianeggiante. Infine rush finale nell’Enduro-Test (2.300 m) 5 km dopo il controllo orario, tratteggiata su una mulattiera a salire mista a terra e pietre. Le operazioni preliminari della gara verranno effettuate sabato 7 luglio dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17. La gara, invece, partirà domenica dalle ore 08.00. Si prevede una giornata calda, che metterà sicuramente a dura prova tutti gli atleti in gara.


 


Chiudiamo con un breve riassunto della situazione del campionato major. Dopo tre prove si è delineato un netto predomino nelle classi Expert1 con Franco Rossi (KTM), Expert 2 con Fabrizio Hriaz (HM ENT Officine Smeraldo), Master 1 con Pierluigi Surini (Hm-Team UVE) nella Elite con Giuseppe Gallino (HM) e nella SuperVeteran con il “sempre verde” Gualtiero Brissoni (Aprilia). Anche la Master 3 è capitanata a punteggio pieno dal fuoriclasse del Gaerne Marco Feltracco (Husqvarna) nonché leader indiscusso dell’assoluta con 25 punti di vantaggio sul ligure Rossi e 34 sul compagno di club Hriaz.


 


Tutto da vedere invece nelle rimanenti classi dove più protagonisti hanno conquistato il primo gradino. Nella Expert 3 nove punti separano l’attuale capofila e Osvaldo Armanni (Hm-Sebino) da Alessandro Bottazzi (HM-TRS). Si riduce addirittura a 4 il gap nella Master 2 rispettivamente tra Andrea Cabass (HM-ENT Officine Smeraldo) e Riccardo Giannettoni (Suzuki–Blue Team) determinato più che mai a conquistare la leadership.


 


Curiosa invece la situazione della Veteran, dove guida senza aver mai vinto una giornata Mauro Uslenghi (HM) premiato dalla costanza di risultato ai danni di Angelo Signorelli (GasGas) costretto al ritiro per noie meccaniche nella precedente prova di Imperia lo scorso 10 giugno.