Fuoristrada

Enduro Indoor – Il count down segna -1 all’evento di Genova

Dentro o fuori, vittoria o sconfitta, i verdetti della competizione arriveranno inesorabili per tutti i partecipanti alla prova conclusiva del Campionato del Mondo Indoor di Enduro.


 


Siamo arrivati alla stretta conclusiva. I team hanno gia iniziato le operazioni di parcheggio, le moto sono perfette, i piloti scrutano gia il tracciato. Parlano, esprimono opinioni, trasudano emozioni, sfornano sentenze su come affrontare gli ostacoli, sui come evitare di incappare in errori che possano compromettere la prestazione.


 


La posta in palio è alta. David Knight (KTM Red Bull), “the knighter” è in testa alla classifica, ha vinto a Barcellona e a Monaco di Baviera, ha fatto l’en plein. Quattro vittorie e due secondi posti, un ruolino di marcia invidiabile ma che non lo pone al riparo da sorprese. Un altro campionissimo di questa specialità lo bracca da vicino, il campione del mondo della classe E2 del 2007 Mika Ahola (Honda HM Zanardo). Soltanto 8 le lunghezze che separano i due nella classifica generale. Sarà una lotta che dovrà tenere conto del resto del gruppo, un gruppo altamente qualificato e competitivo.


 


Molti anche i piloti italiani ed in particolare quelli della Maglia Azzurra Enduro (campione del Mondo in Cile alla Six Days). Botturi (Honda), Micheluz (Yamaha), Belotti (KTM), Dini (Yamaha) e Albergoni (Yamaha) oltre a Oldrati (KTM), Balletti (Honda), Cominotto (KTM) e Gritti (Beta) della Junior. Lo spettacolo per gli appassionati è assicurato.