Fuoristrada

Enduro: finale di stagione per gli Assoluti a Città di Castello

Dopo la lunga pausa estiva i big dell’enduro tornano per regolare i conti ancora in sospeso. Ma se nella massima categoria i dubbi sono pochi, nella Coppa Italia tutti i gradini più alti del podio sono ancora da decidere.

La lunghissima pausa estiva degli Assoluti di Enduro è finita. Dopo uno stop di quasi tre mesi i piloti della massima categoria dell’enduro in Italia tornano ad affrontarsi, e questa volta lo fanno in Umbria, a Città di Castello. Sarà qui che si decideranno i titoli italiani 2009, mentre nella Under/Senior si conoscono già i campioni così come nell’Europeo che ha trovato i suoi leader della stagione proprio qui in Italia lo scorso week end. Ora tocca agli Assoluti e alla Coppa Italia concludere una stagione lunga e combattuta. Il Moto Club Ennio Baglioni ha preparato una gara di ottimo livello con un percorso impegnativo e vario che satelliterà per tutto il giorno intorno al crossodromo comunale.
 
La gara prenderà il via sabato mattina alle 9 – dal Crossodromo – con un percorso di 55 chilometri che i circa 80 piloti presenti percorreranno per 4 volte, per un totale di 220 chilometri al giorno. Subito dopo il via la prima prova speciale che si troveranno ad affrontare sarà l’Enduro Test, in località Fiume, lunga circa 6 chilometri su terreno misto fra sassi, terra e pietra Genga, tipica della zona. La ps si disputerà 4 volte sabato – di cui la prima come di consueto non cronometrata – e 3 la domenica (la decisione definitiva sul numero dei giri da effettuare domenica verrà presa solo giovedì). La speciale è in salita, con dei tratti di falso piano e finisce proprio al crossodromo. Da qui si parte per un trasferimento di 15 chilometri e si arriva all’Estrema, 400 metri ricavati nel letto di un fossato con terreno smosso e sassoso. Altro trasferimento, con ancora circa 15 km da percorrere, ed ecco il Cross Test: 5 chilometri ritagliati all’interno del crossodromo con una parte di pista e una parte di sottobosco, da effettuare per 4 volte in entrambe le giornate di gara. I paddock, aperti sin da venerdì, verranno allestiti al Crossodromo Comunale “Ceccarini”, a circa 7 chilometri dal centro città, e anche le verifiche si svolgeranno all’interno della struttura, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17 di venerdì, con chiusura delle amministrative alle 16.
 
Uno sguardo al Campionato mette subito in evidenza che seppure siano già matematicamente sicuri 4 titoli, ci sarà grande battaglia per le posizioni d’onore. A cominciare dalla classe 125 2T dove Thomas Oldrati è già sicuro del suo titolo – e tra l’altro non sarà presente per la lussazione della spalla sinistra rimediata nell’ultimo appuntamento del mondiale – ma alle sue spalle Jonathan Manzi e Roberto Bazzurri sono separati da soli 8 punti e quindi saranno le ultime due prove quelle decisive. Nella 250 2T messo in archivio il titolo di Alex Belometti, Luca Cherubini e Michael Pogna hanno solo 2 punti di distacco e quindi non si risparmieranno sui tracciati umbri. Stesso discorso anche per la 250 4T con Albergoni ormai campione italiano ma Alessio Paoli e Maurizio Gerini non ancora matematicamente certi delle loro rispettive posizioni. Già deciso il titolo di campione italiano nella 450 4T per Oscar Balletti; ora bisogna guardare alle sue spalle con Fabrizio Dini e Vanni Cominotto a 18 punti uno dall’altro. La 500 4T è ancora tutta da decidere anche se il vantaggio di Fabio Mossini su Alessandro Botturi è notevole: 190 punti contro i 163 del bergamasco. Ma tutto può ancora succedere anche se alle loro spalle Mirko Gritti, infortunatosi ad un polso, anche lui al Mondiale in Francia, non ci sarà e potrebbe perdere la sua terza posizione in favore di Maurizio Facchin. Apertissime la classifiche Assoluta supercampione e l’Unica stranieri dove Ahola e Meo faranno fuoco e fiamme per la vittoria 2009 !
 
Nella lotta per la vittoria nella classifica delle Squadre il Trial David Fornaroli non sembra avere avversari e conduce con 88 punti di scarto ma fra i team indipendenti lo scarto è molto più ristretto visto che il Daihatsu Terios Team è in vantaggio di 7 punti sull’Iron Team. Assenti, tutti per infortunio, anche Maurizio Micheluz, Andrea Belotti e Luca Marcotulli.
 
E la lotta continua perché se nel massimo campionato quasi tutto è già stato deciso, nella Coppa Italia tutti i primi posti sono ancora da assegnare. Questo vale per la classe Cadetti, con Boezi e Spinelli separati da soli 10 punti, ma anche per la Junior dove Nicoletti, Letey e Brizzi possono ancora aspirare e quindi combattere per la vittoria. I Senior vedono Vignola e Pagnoni in grossa bagarre, seppure Vignola possa vantare un buon margine sull’avversario e infine nella Major la lotta, serratissima, antepone Zoppas a Zanon per un solo piccolo punticino.
 
Guarda i Video degli Assoluti di Enduro 2009 su www.federmoto.tv
7°-8° prova – Carsoli
5°-6° prova – Pievebovigliana
3°-4° prova – Gioia de Marsi
2° prova – Chiusdino (sabato)
1° prova – Chiusdino (domenica)