Fuoristrada

Enduro: a Torre de Picenardi l’Hard Race da inzio allo show

15/2/2007, E’ iniziato il countdown alla stagione 07 nazionale. Pochi giorni ancora e la battaglia per la conquista di una tra le formule di gare di enduro più ardue e tormentate degli ultimi anni avrà inzio. Percorsi estremi piani o in contropendenza con ingredienti fissi come tronchi, pietraie, sabbia, fossati e salti da superare spesso con le più avverse condizioni meteo da affrontare in un “tutti contro tutti”, amalgamare il tutto per la durata di due ore (stop solo per fare rifornimento) e la ricetta è pronta da servire al pubblico con il nome di Hard Race. Ideato nel 2004 con il nome di Trofeo Hard Race Oxtar Cup, grazie al costante supporto dell’azienda trevigiana diventata tra i marchi più stimati nel circus delle due ruote il trofeo è progredito diventando la scorsa stagione un campionato italiano, a conferma dell’interesse suscitato nelle precedenti edizioni.Le novità riservate all’Hard Race per il 2007 potrebbero sintetizzarsi con lo slogan “Tre per Due”. Oltre al campionato italiano si affiancheranno infatti due importanti trofei a carattere nazionale prorogando a due i giorni di gara.TROFEO MINI HARD RACEMotori accesi quindi già dal sabato con i “cuccioli” dell’enduro che avranno la possibilità di farsi le ossa grazie al Trofeo Mini Hard Race. Gli aspiranti campioni verranno suddivisi in due gruppi, Gara 1 (riservata agli Esordienti – 30 minuti di gara) con partenza sabato ore 14.30 e Gara 2 (riservata alle categoria Aspiranti, 50 Cadetti e Open – 45 minuti di gara) con partenza ore 15.30. Sempre al sabato sarà possibile invece per i piloti dell’italiano e del trofeo a coppie, effettuare le operazioni di verifica dalle ore 16.00 alle ore 17.00 che proseguiranno domenica dalle 07.00 alle 08.30 per il trofeo a coppie e dalle 09.30 alle 11.00 per l’italiano Hard RaceTROFEO HARD RACE A COPPIEPer i piloti non professionisti, privi di titoli di merito, è stata inserita la possibilità di condividere lo sforzo delle due ore di gara con un compagno (con 1 o 2 moto per coppia), attraverso il Trofeo Hard Race a Coppie. Le coppie si baseranno unicamente sulla somma dell’età dei componenti. Coppie classe Under fino a 40 anni, classe Middle da 41 a 65 anni e classe Over da 66 anni. Per i più temerari che vogliono affrontare la gara singolarmente ci sarà la classe unica Marathon oppure saranno liberi di gareggiare con i big nel tricolore Hard Race. La partenza del trofeo è prevista per le ore 09.30 di domenica e precederà l’italiano che scatterà con partenza stile “Le Mans” alle ore 12.00.CAMPIONATO ITALIANO HARD RACEAperto a tutti i conduttori (con o senza titoli di merito) Come già anticipato, è stata nuovamente ridotta la durata di gara dalle 2 e 30 del 2006 a 2 ore. I piloti stranieri concorreranno unicamente per il titolo Assoluto, rinconfermata la divisione in tre classi (1-2-3). Ricordiamo che da regolamento l’ordine di partenza darà priorità alla classifica assoluta (per la prima prova quella del 2006). L’albo d’oro dell’Hard Race e precedente Trofeo Oxtar Cup vede come unico trionfatore assoluto il bergamasco di Villongo Alessandro Belometti che anche quest’anno si ripresenterà in sella ad una Ktm 250 4t firmata Farioli. Riusciranno quest’anno a strappargli questo titolo che da tre anni porta il suo nome?Arena di battaglia sabato 17 e domenica 18 febbraio sarà il crossdromo a Torre de Picenardi raggiungibile dalla S.S. 10 TORRE DE PICENARDI – tra Mantova e Cremona. A curare la regia della prima prova proprio come nel 2006 sarà il moto club Verolese che grazie all’ampio impianto messo a disposizione dal moto club gestore La Torre e che comprende ben tre circuiti differenti (pista cross-minicross-enduro) progettati da Armando Dazzi lo stesso fantasista del percorso di Genova Enduro Indoor, ha previsto un percorso variegato che metterà in evidenza i vari stili di guida di ciascun concorrente. La parte inziale scatterà dalla pista da cross per entrare in un fetucciato pianeggiante adiacente all’impianto e per chiudere in bellezza sulla pista enduro caratterizzata da ostacoli quali tronchi, pietre e addirittura una vasca astificiale d’acqua, il tutto per una durata di 10 minuti al giro. I mini enduristi invece gareggeranno nella limitrofa e divertente pista da minicross.In foto: Alex Belometti è il campione che per tre anni consecutivi si aggiudica l’Assoluta .Lisa-Ufficio Stampa Enduro: Axivertel. 0438/842418 – fax 0438/840559E-mail: ufficiostampa@axiver.com www.axiver.com