Fuoristrada

Enduro: a Colle Val D’Elsa si alza il sipario sugli Assoluti

La Crème dell’enduro riunito nella splendida provincia di Siena per l’apertura del più rimarchevole tricolore della specialità. Nella “Città dei Cristalli” sabato 01 e domenica 02 marzo l’uomo da battere per gli oltre 150 piloti sarà il Supercampione francese Johnnj Aubert.


 


Da qualche anno il primo fine settimana di marzo tiene a battezzo uno dei spettacoli più entusiasmanti e attesi per gli amanti delle due ruote artigliate, gli Assoluti d’Italia, paragonabile visto la concomitanza, con il Festival di Sanremo per la canzone italiana. Il top dell’enduro nazionale ed internazionale infatti scenderà in pista, chi a sfoggiare le nuove casacche e chi a confermare un’altra volta i propri colori, chi tenterà di difendere il tricolore e chi invece proverà ad espugnarlo. Tutto questo si potrà saggiare sabato 01 e domenica 02 marzo, nella prima delle cinque tappe di campionato ((27-27 aprile–Nuoro, 25 maggio–Colleferro (Roma), 28-29 giugno–Bussi sul Tirino (PE), 25-26 ottobre–Città di Castello (PG)).


 


Un debutto, che può essere considerato globale, visto che non sarà una prima solo per i concorrenti ma anche per la regia, all’esordio nell’organizzazione di una prova titolata. Primo  “ciak” quindi per il moto club Garganella di Massimo Pazzagli, già apprezzato dai fanatici delle mulattiere per la nota cavalcata “Colle-Follonica” che richiama migliaia di partecipanti da ogni parte d’Italia. Nei prossimi giorni a fare da palcoscenico sarà il suggestivo comune di Colle Val D’Elsa (24 km da Siena)  arroccato nella sua parte più antica su di un alto colle, lungo la riva sinistra del fiume Elsa. Tra le tante qualifiche ed attributi che possono essere riconosciuti alla cittadina senese a cui i propri cittadini tengono maggiormente è quello di “Città del Cristallo” detenendo da sola il 15% di tutta la produzione mondiale ed oltre il 95% di quella italiana. La città è inoltre famosa per aver dato i natali, ad Arnolfo di Cambio, noto scultore e architetto nato a Colle nel 1245 che ha lavorato con Nicola Pisano al quale è stata in seguito dedicata la piazza principale. Ma si sa, l’enduro fortunatamente non si ferma alle bellezze cittadine ma si inserisce tra i sentieri ed i sottoboschi dei comprensori naturalistici che il territorio offre, e la Toscana in questo è regina.


 


Le rotondità delle verdi colline ed il panorama punteggiato dai cipressi sono solo due apostrofi di quello che i 157 iscritti (97 Assoluti, 60 Coppa Italia) potranno saggiare nel percorso di gara che si snoderà per un totale di 55 km circa da compiere 4 volte entrambi i giorni. Tre le prove in cui si affronteranno. Subito dopo il via incontreranno il Cross-Test (4km) adagiato su un prato con leggere controtendenze, scorrevole e non troppo impegnativo. Dopo 8 km. circa, i piloti saranno nuovamente in sfida per la prima Enduro-Test (5,5 Km.) in località Sasseta, una linea mista con partenza su prato e seguito tra sentieri e sottoboschi a salire e scendere con fondo su terra. All’uscita i piloti si fermeranno per il controllo orario piazzato a Casole d’Elsa e dopo 15 km. incontreranno la seconda Enduro-Test (4 km.), una prova simile alla precedente, decisamente variegata, più veloce e scorrevole che tecnica e guidata. L’area logistica farà base negli impianti sportivi-Circolo Tennis in Via Liguria, e farà sede venerdì 29 febbraio delle operazioni preliminari (dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17) e della partenza fissata alle ore 09.00 con la prima coppia a salire in pedana, i due protagonisti della 125 2T, il campione più giovane della storia degli Assoluti, Thomas Oldrati (KTM Farioli) ed il vice, il senatore dell’ottavo di litro Roberto Bazzurri (Ch Racing Husqvarna) che taglieranno ufficialmente la stagione targata 2008.


 


Per quanto riguarda il campionato, mantenuta la Coppa Italia, il trofeo nazionale abbinato ed aperto a tutti i conduttori privi di titolo di merito. Per il resto non si presentano grosse novità regolamentari. La maggiore è data dalla suddivisione delle classi proprio nella Coppa Italia che non prevede più le ordinarie 1, 2, 3 ma unicamente in base alla fascia d’età ossia Cadetti (esclusi i motocicli classe 50), Junior, Senior e Major. Chi non potrà essere presente ricordiamo che grazie all’Equipe Cronometristi Enduro coadiuvati da Nicola Del Prato, potrà seguire da casa le performance dei piloti in tempo reale al sito www.axiver.com


 


Finalmente dopo tanto chiacchierare e pronosticare vedremo sfilare con i nuovi accasamenti, i nuovi mezzi ed i protagonisti della specialità. Presenti in terra senese i team ufficiali con i molti big ed i nuovi arrivati convertitisi all’enduro. Molte infatti le presenze internazionali a cominciare dal campione del mondo della E2 il finlandese Mika Ahola schierato anche quest’anno in Hm-Honda Zanardo insieme al connazionale Jari Mattila, Oscar Balletti, Fabio Mossini entrambi schierati in 450 4t, ed il tricolore della 500 4t Alex Botturi. Dai paesi scandinavi approda anche un altro iridato il giovane campione Junior di Husaberg Joackim Ljunggren. (continua)..


 


Presente anche il nuovo pupillo di CH Husqvarna Antoine Meo che abbandonati definitivamente i crossdromi si dedicherà a mulattiere e cross-test. Altri piloti d’oltralpe presenti Johnny Aubert riconfermato tra le file di Yamaha Ufo Corse come i colleghi Simone Albergoni e Maurizio Micheluz entrambi in 250 4T e Fabrizio Dini campione in carica della 450 4T. Al via anche il binomio Stefan Merriman e Aprilia Bicilindrica quest’anno però con la 550 4T.  Sicuramente cercheranno l’attacco in tutte le classi i portacolori di Ktm Farioli con i tricolori Oldrati e Andrea Belotti che abbandona la quarto di litro per la 450 4t. A prendere il suo posto Alex Belometti, mentre nella 250 4t ci sarà il giovane friulano Vanni Cominotto ed il consueto e instancabile Fabio Farioli nella Oltre 500 4t. Da tenere d’occhio anche un altro francese, Rodrig Thain di Tm Racing Berloni ed il suo collega Luca Cherubini nella 250 4T. Obbiettivo podio anche per i due alfieri di Beta Boano Alessio Paoli nella 500 ed il giovane compagno Mirko Gritti nella 450 4t. Ritorno alle gare anche per il Team KTM Collina Motori e per i suoi due riders Erik Mats Andreasson in 450 e Federico Mancinelli in 500. Mentre new entry per il Team Daihatsu Terios che in sella a Hm-Honda con la compagine Alex Zanni e Maurizio Facchin in 250 2t, Giuseppe Canova in 250 4t e Giovanni Gritti in 450 4T. Tra i rimpatri più importanti  quello di Fausto Scovolo che sempre in sella ad una Gas Gas torna all’ottavo di litro, affiancato dal compagno in 450 4t Maurizio Casartelli.


 


Lo spettacolo è assicurato!!