Fuoristrada

Enduro: a Borno (BS) 2 giorni di gara per il tricolore Major

Per la prima volta un appuntamento del campionato Major su iniziativa del moto club Sebino, si svolge su due giornate. Attesi 300 piloti  sabato 03 e domenica 04 maggio nell’Altopiano del Sole a Borno (BS).


 


Motori accesi per i veterani dell’Enduro. Ritorna infatti, ad un mese di distanza dalla prova inaugurale di Castelnovo Né Monti (RE), l’appuntamento nazionale per gli esperti Major. Una week-end che i piloti “Over 33” non dimenticheranno facilmente visto che per la prima volta nella storia del campionato italiano major una tappa si correrà su due giornate. Il “Leonardo Da Vinci” del caso è Costante Bontempi, presidente del moto club Sebino che sabato 03 e domenica 04 maggio impugnerà duplicemente le redini per questa insolita seconda tappa patrocinata dal comune di Borno (BS). Località situata sul cosiddetto Altopiano del Sole, a 912 m. s.l.m., in una conca montana di formazione glaciale nota e particolarmente stimata dal circus dell’enduro per aver ospitato kermesse del fuoristrada d’alto livello come l’Europeo nel 2005 ed il mondiale nel 2007.


 


In una zona a forte vocazione turistica, l’impeccabile club organizzatore con il prezioso apporto del fidato moto club Pota Power ha saputo ricavare un percorso prettamente enduristico per il 90% su fuoristrada, ricalcando parte del giro del mondiale, abdicando ovviamente i punti più ostici. I 300 piloti potranno abilmente sfidarsi nei 50 km, tra veloci sterrati, sottobosco, immancabili mulattiere pietrose e svariati e spettacolari torrenti e insidiosi guadi, numerosi in zona. Tre i giri da compiere, con due prove speciali al giro. L’Enduro Test tracciata in località Val di Cala, mulattiera ghiaiosa a salire mista a sezione piano su prato, che i concorrenti affronteranno subito dopo la partenza ed il Cross-Test situato a Croce di Salven (punto di comunicazione tra la Valcamonica e la Val di Scalve) che gli appassionati ricorderanno perché ospitò lo spettacolare e veloce fetucciato del mondiale.


 


Le operazioni di verifica dei mezzi e dei piloti si svolgeranno venerdì 02 (10-12/14-17) in località Ogne, zona adibita alla colorata e briosa Area Paddock, mentre la pedana di partenza è stata sistemata a Dassa, altresì sede del controllo orario, e vedrà scattare i piloti a partire dalle ore 09.00 sabato e dalle ore 08.00 domenica.


 


Intanto dopo la prima prova disputata il 06 aprile scorso, inizia la caccia ai leader di classifica nient’altro che i conquistatori di Castelnovo Né Monti. A cominciare da un eccellente Fausto Scovolo che in sella alla Gas Gas 125 firma la classifica riservata agli Elite guadagnandosi l’appellativo del più veloce di giornata. Tra gli Expert (nati dal ‘67 al ‘61) si sono imposti il tricolore Fabrizio Hriaz (HM-Honda IL Cross) nella X1, Roberto Cesareni (Suzuki Valenti) nella X2 e Luca Gandolfo (Husqvarna) nella X3.


Tra i Master (nati dal ‘74 al ‘68) convalida il titolo nell’assoluta la punta di diamante del moto club Gaerne Marco Feltracco (Husqvarna) con la vittoria nella M1, mentre Fabio Occhiolini (KTM) impreziosisce il ritorno alle gare con il trionfo della M2. Riccardo Giannettoni (KTM) fa sua invece la M3. Ingioiellano i rispettivi tricolori conquistati nella passata stagione i due fuoriclasse Angelo Signorelli (Yamaha) tra i Veteran ed il binomio Gualtiero Brissoni–Aprilia RS Racing nella SuperVeteran.