Motociclismo

Ed. Stradale – Ultima giornata ANIA Campus a Spoleto

Ci ha regalato un tempo variabile ma che ha permesso lo svolgimento di tutte le prove in programma l’ultima giornata di ANIA Campus, il campus dedicato all’educazione stradale dei giovani in età da patentino, organizzato dalla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, in collaborazione con la Polizia Stradale e con la Federazione Motociclistica Italiana che ha messo in campo i formatori di educazione stradale, per educare i ragazzi ad una guida corretta sul ciclomotore, all’interno di piazzali chiusi al traffico e messi in sicurezza.

L’ultima tappa, che si è svolta all’interno di un parcheggio sito nei pressi della Stazione Ferroviaria, ha visto la partecipazione di 88 alunni della Scuola media Pianciani Manzoni, accompagnati dai rispettivi professori. I ragazzi hanno assistito anche a dimostrazioni e lezioni di sicurezza da parte della Polizia di Stato (per la quale era presente il Vice Questore Aggiunto Paolo Di Quattro)  e della Polizia Municipale (presente il Comandante Emanuela De Vincenzi). Importante è stata la partecipazione del mondo scolastico, con l’intervento di molti professori e dell’Assessore all’Istruzione del Comune di Spoleto Battistina Vargiu.

Per la FMI sono intervenuti i formatori Alessandro Savini, Giorgio Biserni, Moreno Lotti, Alessandro Gollner, Andrea Bagnoli, Salvatore Sineri, coordinati dal referente toscano per l’educazione stradale Giovanni  Fiaschi.

Sono state otto le tappe di questo tour, che è partito da Imperia, ha raggiunto Cuneo, poi Varese, Verona, Ferrara, Lucca, Ascoli Piceno ed infine Spoleto. Giunti alla sua conclusione, vogliamo ringraziare tutti coloro che vi hanno partecipato e che hanno contribuito, a vario titolo, alla sua realizzazione, organizzatori, allestitori ed anche chi, da dietro le quinte, orchestrava l’arrivo dei ragazzi.

La FMI è riconoscente ai partner tecnici Garelli ed Hebo, che hanno generosamente messo a disposizione i ciclomotori e le protezioni passive per l’intero tour.

Un ringraziamento particolare va ai formatori della Federazione Motociclistica intervenuti: sappiamo che, come sempre, oltre alla professionalità, ci hanno messo il cuore. Infine, grazie ad Umberto delle Piane (per conto della Fondazione ANIA) e a Piergiorgio Bontempi (per conto della FMI) che hanno stabilito la giusta sinergia per affrontare e risolvere sul campo tutte le problematiche che si sono presentate.

Visita il sito del nostro partner Fondazione ANIA