È scomparso Franco Farnè

Lutto nel mondo del motociclismo. All’età di 80 anni si è spento ieri Franco Farnè (15 ottobre 1934), uno degli uomini che maggiormente ha contribuito al successo sportivo e tecnico di Ducati.

Nella sua lunga carriera Farnè è stato pilota, capo meccanico della Squadra Corse Ducati e braccio destro di Fabio Taglioni.

Entrato a Borgo Panigale nel 1951, nel 1954 Farnè fu ingaggiato dall’ingegner Fabio Taglioni e si dimostrò pilota e meccanico valente, fino a vincere il Campionato Italiano Juniores nel 1956 e 1957 con la Ducati 100, e nel 1958 con la Ducati 125 Desmo. Farnè è stato anche il primo vincitore italiano a Daytona, il 5 Marzo 1959 su una Ducati 250.

A lui si deve lo sviluppo “fisico” del primo sistema Desmodromico, realizzato in collaborazione con i meccanici Mazza, Recchia e Armaroli nel 1956.

Sempre Farnè fu responsabile dello sviluppo delle prime bicilindriche da corsa, e dal 1986 al 1999 ha ricoperto il ruolo di Tecnico e Capo Meccanico della Scuderia Ducati, lavorando dagli esordi al progetto del motore a 4 valvole raffreddato ad acqua. Dalla prima Ducati 748 del 1986, passando alla 851, 888, 916, 996, l’esperienza di Farnè fu determinante per la Casa di Borgo Panigale per raggiungere i primi storici successi nel mondiale Superbike con Lucchinelli, Roche, Falappa, Polen, Fogarty, Corser e Chili.

La FMI tutta desidera ricordare con affetto una delle figure di spicco del motociclismo italiano

Nella foto Franco Farnè (a sinistra) con Carl Fogarty

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI