Moto Club

È iniziata la campagna per finanziare il restauro de “I fidanzati della morte”

Un film unico sul mondo del motociclismo, che celebra le eccellenze italiane nelle due ruote, ritrovato dalla Rodaggio Film dopo 60 anni, sta per essere restaurato. Si può contribuire fino al 6 maggio e ricevere premi da collezione. Con offerte speciali pensate appositamente per i Motoclub.

Dura ancora poche settimane la raccolta di fondi che finanzierà il restauro de I fidanzati della morte, film a lungo ricercato da appassionati ed esperti del settore, e ritrovato dalla Rodaggio Film dopo due anni di ricerche. Molte le ricompense per i sostenitori che daranno anche un piccolo contributo. Per i Motoclub che daranno il loro sostegno al progetto sono previsti pacchetti speciali di premi che comprendono dvd, poster originali, magliette e la possibilità di organizzare proiezioni del film nelle proprie sedi. Oltre a una menzione speciale per il Motoclub nei titoli di coda del film.

Perché I fidanzati della morte è un film unico? Perché fotografa una stagione ineguagliata di primati italiani, con Guzzi e Gilera a competere a colpi di innovazioni tecnologiche e di design, come la Guzzi V8. Molte scene si svolgono proprio negli stabilimenti Guzzi e persino allinterno della galleria del vento, l’unica mai costruita in ambito motociclistico.

Inoltre nel film di Romolo Marcellini compaiono in pista, accanto ad attori popolari come Sylva Koscina e Rik Battaglia, i campionissimi del motociclismo anni ’50: leggende delle corse come Liberati, Lorenzetti, Milani, Duke, Lomas, Armstrong, Woods, Monneret, Dale, Kavanagh e molti altri.

TRAILER: https://vimeo.com/195431304

Nel film si godono scene spettacolari dal motomondiale a Monza, da gare di motocross e sidecar e immagini del muro della morte italiano. Nel film, girato nello storico 1956, compare anche l’ultima Milano-Taranto, poi vietata come tutte le gare su strada dal ‘57. È anche lultimo anno nella velocità di Guzzi, Gilera, Mondial, prima del famoso “patto di astensione”. Le meravigliose carene a campana sarebbero scomparse di lì a poco, nel 1958, quando la FIM ne vietò lutilizzo.

La campagna si avvale di testimonial deccezione come il 15 volte campione del mondo Giacomo Agostini e Roberto Totti, autorità indiscussa nel mondo delle moto customizzate.

 Da giugno “I fidanzati della morte” sarà disponibile in dvd e in rete come file scaricabile, con sottotitoli in inglese, spagnolo, francese, tedesco, giapponese e italiano per non udenti.

Un film che non dovrebbe mancare nella videoteca di nessun motociclista. E che solo i motociclisti possono aiutare a far rivivere! Per sapere come i Motoclub possono partecipare all’iniziativa è sufficiente contattare la Rodaggio Film ai numeri o alle mail qui sotto.

 

Per donare:

https://www.kickstarter.com/projects/2143748536/i-fidanzati-della-morte-engaged-to-death

La pagina facebook del progetto:

www.facebook.com/fidanzatidellamorte/

Per avere informazioni dettagliate sulle offerte per i Motoclub FMI:

alessandro.marotto@rodaggiofilm.com

Cell.: 329 1647114