Promozione

Due giorni di Educazione stradale all’Autodromo di Monza

Grande successo di pubblico per la manifestazione di promozione della sicurezza stradale “Giovanimotoinsieme” organizzata dal Comitato Regionale FMI Lombardia in collaborazione con il Moto Club Monza “O. Clemencigh” tenutasi all’Autodromo di Monza in occasione del 42° Festival dello Sport.

Il Dipartimento di Educazione Stradale FMI ha partecipato sabato 3 giugno con un’importante attività di sensibilizzazione alla sicurezza stradale.
I formatori federali hanno allestito un ampio stand dedicato alla prevenzione dell’incidentalità a fianco allo spazio dell’attività di guida dedicata ai ragazzi da 7 a 12 anni di Hobby sport coordinata dall’Istruttore federale Armando Sponga.

Tante le domande degli intervenuti e le informazioni fornite sulle tecniche di guida difensiva, sulle protezioni passive e sulle normative inerenti la sicurezza.  I formatori Gianfranco Moro, Vittorio Ballabio e Giovanni Corrao, coordinati dal referente di educazione stradale della Federazione Motociclistica Italiana per la Lombardia Rinaldo Batelli, hanno fatto riferimento alle più comuni situazioni di pericolo che i motociclisti incontrano sulla strada dialogando con i numerosi presenti e hanno sottolineato quanto sia importante una guida responsabile per salvaguardare la vita e l’incolumità propria e altrui. Circa 60 motociclisti, genitori e figli, bikers, gruppi di amici, sportivi e visitatori hanno potuto rispondere al test di educazione stradale e affrontare al pc il test del campo visivo e di prontezza dei riflessi.

Verificato l’esito del test, sono stati consegnati gadget a tutti i partecipanti, la mattina di domenica 4 giugno i formatori federali hanno disegnato il percorso didattico su cui si è tenuta la prova pratica di guida che ha coinvolto 41 appassionati delle due ruote e della sicurezza.

In un clima sereno, un’utenza variegata formata da ragazzi accompagnati dai genitori e una decina di adulti, con forte presenza femminile, hanno potuto seguire le lezioni tenute dai formatori sull’importanza del rispetto delle regole e della distanza di sicurezza, sui comportamenti corretti alla guida, sulla manutenzione e sulle conseguenze della manomissione del veicolo.

Il prof. Rinaldo Batelli ha risposto alle domande dei ragazzi e fornito informazioni e consigli riguardo all corretto uso del casco, sull’importanza delle protezioni passive e della loro omologazione, sui temi della visibilità del motociclista ed ha fornito suggerimenti per l’acquisto dell’attrezzatura.

Sul campo appositamente attrezzato gli intervenuti hanno avuto accesso allo stand della vestizione: indossati caschi forniti da Caberg, le giacche e i paraschiena fornite da Dainese, le gomitiere fornite da Zandonà e i guanti, ciascun ragazzo, affidato alle cure del proprio formatore ha iniziato a prender confidenza con l’acceleratore e i freni, affrontato i primi esercizi di equilibrio, partenza, frenata, curva, slalom, evitamento ostacolo e otto che sono stati maturati per circa 30’ per turno di guida.

“Nel corso della giornata vengono forniti ai giovani centauri gli strumenti necessari per sviluppare una corretta percezione del pericolo, al fine di sensibilizzarli al valore della vita e al rispetto delle regole che aiutano a preservarla – dice Rinaldo Batelli – Il Progetto mira a sviluppare sin da giovani una cultura della sicurezza intesa come cultura di rispetto delle regole della strada, della vita propria e altrui”.

Entusiasmo, grande partecipazione, soddisfazione e anche un pizzico di sano divertimento nell’affrontare il percorso didattico appositamente allestito e lo slalom del circuito da parte dei ragazzi, degli adulti partecipanti, dei formatori e degli organizzatori. Ottimo il lavoro dei formatori FMI Ivan Pendenzini, Oreste Ticozzelli, Vittorio Ballabio.

Grande è stato il consenso da parte dei genitori presenti, che si sono complimentati per i progressi conseguiti dai ragazzi nel corso della manifestazione e per la professionalità dimostrata dalla FMI. I nostri ringraziamenti vanno al Presidente Ivan Bidorini che sostiene le attività del Dipartimento di ed. stradale Lombardia e al Sig. Ugo Barzanti, Coordinatore della Comitato turistico FMI regionale, organizzatore della manifestazione che ha omaggiato i novelli centauri con i consueti gadget molto apprezzati.