Promozione

Due giornate sulla sicurezza stradale a Verona

A Verona due giornate sulla sicurezza.

E’ toccato alla nostra Sabrina Sinini, in qualità di formatrice FMI, portare la testimonianza personale di un incidente stradale che ha coinvolto un familiare alle due giornate dedicate alla Sicurezza stradale che si sono svolte a Verona il 21 e 22 ottobre scorsi, alla presenza di Polizia Provinciale, Polizia Locale, 118, Protezione Civile, Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di finanza con cani antidroga, Vigili del fuoco.

L’intervento è stato particolarmente incisivo e testimonia la passione – oltre alla competenza – che i nostri formatori di educazione stradale mettono nello svolgimento di questa attività.

Circa 2000 ragazzi provenienti da varie scuole sono stati coinvolti con attività di sensibilizzazione e di avvicinamento. Dopo una breve presentazione da parte del Com. Ferdinando Pezzo della Polizia Provinciale, veniva proiettato un video di circa 15 minuti con alcune tipologie di incidenti e presentazione delle necessarie protezioni passive da utilizzare in moto (che contemporaneamente venivano mostrate dal vero) e qualche consiglio da parte di esperti di diverse case motociclistiche.

Poi toccava a Sabrina Sinini della FMI, con una presentazione personale e della Federazione, un misto tra esperienza.. . ossia l’amore morboso per le moto.. l’incidente di un parente stretto (con inserimenti di importanti suggerimenti sul comportamento da tenere sulla strada, l’abbigliamento idoneo, ecc)… la nascita delle passioni.. L’impegno a parlare di sicurezza e a cercare di imprimere nelle menti l’importanza che della cosa. A questo Sabrina ha aggiunto l’impegno come Direttore di Gara motocross, utile a spiegare quanti modi ci sono per sfogare le proprie passioni e scaricare l’adrenalina. Non divieti dunque, ma l’invito ad avvicinarsi alla pista per praticare la propria passione, ovvero l’ambiente più idoneo dove esistono regole e criteri di sicurezza ben differenti da quelli stradali.

Uno spettacolo esterno con i piloti concludeva la giornata.”La cosa più emozionante per me è stata notare che l’attenzione dei ragazzi che, man mano che parlavo, aumentava: si partiva dal video un pò così. .. chi guardava, chi sorrideva, chi parlava… Ma arrivati alle esperienze personali gli sguardi dei ragazzi si facevano fissi, in qualche caso gli occhi erano lucidi…. Le esperienze autentiche trapassano gli animi! Due giorni che non dimenticherò. ..” ci ha detto Sabrina.