Fuoristrada

Derapate a Pomposa

Questo fine settimana, la 2° prova degli Internazionali Supermoto

Gli Internazionali d’Italia Supermoto 2016 arrivano a Pomposa (FE) questo fine settimana, dove andrà in scena la seconda delle sei prove di Campionato 2016. Sulla base dei risultati del primo round di Viterbo, in Romagna i piloti si presenteranno, ovviamente, con punteggi molto “compressi” e ravvicinati.

Nella Supermoto S1 Edgardo Borella (Honda – BRT Mabomotor, 40 punti) e Andrea Occhini (Honda – LC30, 40pt) potranno allungare in classifica considerando che sarà assente Thomas Chareyre (TM Factory, 50pt) per la concomitanza con la prova di Mondiale in Spagna. Sarà probabilmente assente anche Marc Schmidt (TM – Degasoline Motorsport, 38 pt), sempre per la citata concomitanza, anche se lo svizzero era comunque leggermente in ritardo di punti rispetto a Edgardo e Andrea.

La Supermoto S2 si presenterà ancora con tanti piloti, tra cui diversi in grado di essere protagonisti in maniera alternata, questo in considerazione dell’organico piuttosto omogeneo presente in griglia. In prima fila troveremo sicuramente Christian Romano (TM – Team Teknoteka, 45pt) e il francese Mickael Bryan Amodeo (Yamaha, 37pt). Non troveremo, in seguito ad un infortunio, Francesco Brizzolari (Honda – BRT Mabomotor, 42pt). Altri protagonisti (ma non i soli), autori a Viterbo di prestazioni altalenanti, potranno essere Riccardo Lodigiani (Honda, 34pt) e Alessandro TOGNACCINI (Beta, 34pt).

Nella Onroad Lorenzo Monticelli (TM, 44pt) arriverà al circuito ferrarese in testa alla classifica provvisoria, ma anche se Max Biaggi (TM – Team NR3, 43pt) sarà assente, per lui non appare facile perché dovrà vedersela con tanti piloti in grado di competere per vincere, tra cui il terzo della generale Paolo Salmaso (TM – Team NR3) penalizzato nel punteggio di gara 2 a Viterbo per partenza anticipata. Inoltre farà il suo esordio stagionale Paolo Gaspardone, che in sella alla Honda BRT Mabomotor ufficiale andrà a sostituire l’infortunato Brizzolari all’interno del team, però nella categoria solo asfalto: un possibile “brutto” cliente per tutti.

La categoria riservata ai più giovani – la Under 24 – ha visto a Viterbo il dominio di Gioele Filippini (TM, 500pt) che con due primi posti assoluti si presenta saldamente in testa; a rendergli difficile il Campionato ci penseranno, tra gli altri, Alessandro Labate (Yamaha, 380pt) e Marco Casamento 3°/4° (Yamaha, 290pt) terzo nella generale.

A Viterbo i piloti al via della MXSerie (classe monogomma) sono stati solo tre, hanno corso insieme alla Open e sono finiti in questo ordine: 1° Francesco Vigni (Honda, 500pt), 2° Movad Boufarina (Honda, 420pt), 3° Matteo Pianta (Honda, 340pt). La MXSerie stenta ad ingranare nonostante queste moto rappresentino una realtà per contenere i costi e non hanno prestazioni così lontane da mezzi più esasperati dal punto di vista tecnico. Per questo sarà oggetto di riflessione su come lavorare per incrementare questa filosofia, riconosciuta come la linfa iniziale della Supermoto.

Altra categoria monogomma, la Open, che a Viterbo a riempito la griglia di partenza. Nel Lazio il miglior risultato è stata appannaggio di Daniele Di Cicco (Honda, 420pt) che si presenterà a Pomposa come leader della provvisoria, seguito da un fortissimo Fabio Gazzarri (Honda, 390pt) e da Gianluca Tiberi, (Honda 380pt), tutti in grado di confermarsi ai vertici.

Novità di questa stagione per gli Internazionali d’Italia, al via di Pomposa si schiereranno di nuovo i piloti dell’Honda Red Moto Trophy. A Viterbo il miglior risultato è stato ottenuto da Alessandro Catallo (500pt) che con le due nette vittorie si presenta a punteggio pieno. A dargli battaglia ci saranno i “compagni” di marca Emanuele Terribile (420pt) attualmente in seconda posizione, mentre terzi a pari punti nella graduatoria ci sono Francesco Aliberti 3°/4° (310pt) e Leonardo Gabrielli 4°/3° (310pt).