Motociclismo

Concluso il progetto ‘Educazione Civica e Stradale’

Il vicepresidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Christian Tommasini ha premiato questa mattina a Palazzo Widmann le vincitrici del concorso di idee per il “Progetto di educazione civica e stradale” per l’anno scolastico 2010/2011, promosso per educare alla mobilità e alla convivenza dal Dipartimento istruzione e formazione italiana, in collaborazione con il Dipartimento alla Mobilitá, Federazione Motociclistica Italiana e Polizia stradale. Il progetto ha coinvolto 20 scuole superiori e circa 1.400 studenti.

Si è svolta questa mattina a Palazzo Widmann la cerimonia di premiazione delle vincitrici del concorso “Progetto di educazione civica e stradale” promosso per il secondo anno consecutivo alle scuole secondarie di II grado dal Dipartimento istruzione  e formazione italiana, in collaborazione con il Dipartimento alla mobilità, Federmoto e Polizia stradale.

Il Progetto “Educazione civica e stradale” ha coinvolto circa 1400 alunni delle scuole superiori di lingua italiana del capoluogo (Liceo Classico G. Carducci, Liceo Scientifico Torricelli, Liceo Pedagocico Artistico Pascoli, ITC Battisti, ITI Galilei, IPSCT De’ Medici, Liceo Scientifico Europeo Rainerum, Liceo della comunicazione Toniolo, ITC Walther, Liceo Linguistico Marcelline), di Bressanone (Liceo Classico Alighieri, IPSEAT Falcone e Borsellino), di Brunico (Liceo Classico Cantore) e di Merano (Sc. Prof. Alberghiera Ritz, Liceo Scientifico Pascal, Liceo Classico Carducci, ITC Pisano, Liceo Pedagogico).

Questo progetto, unico nel suo genere in Italia, rientra nelle linee strategiche di educazione alla cittadinanza attiva proposte dall’assessore Tommasini e  non si tratta di un progetto unicamente di educazione stradale, ma piuttosto di educazione alla mobilità ed alla convivenza. Il tema conduttore è quello della libertà di movimento nel rispetto delle regole civili, di se stessi, del prossimo con attenzione anche alla mobilità ed alla prevenzione di situazioni di potenziale pericolo a seguito di condizioni psico-fisiche non adeguate.

Il Presidente del Comitato Provinciale della FMI Marco Bolzonello ed il coordinatore provinciale FMI per l’educazione stradale Dino Santi hanno espresso valutazioni tecniche sul progetto che, per il secondo anno, è stato accolto con vivo interesse dalle Scuole ed Istituti altoatesini, con un forte impegno degli insegnanti referenti. Un ringraziamento particolare è stato espresso, per il valore aggiunto del progetto che queste figure conferiscono, al primario della Centrale di soccorso del 118 dott. Manfred Brandstaetter ed al Comandante della Sezione di Bolzano della Polizia della Strada dott. Giancarlo Conte i quali, pur con rispettivo personale alquanto ridotto, hanno consentito ad un infermiere del 118, Michele La Notte, ed al sovrintendente della PS Gabriele Evadi, di portare un importante contributo d’esperienze agli studenti.

Nel corso degli incontri i docenti del progetto hanno sviluppato insieme ai ragazzi temi quali il rispetto delle regole e l’importanza della condizione psico-fisica ottimale nella conduzione di qualsiasi mezzo.

Sono stati affrontati anche argomenti come il rispetto dell’ambiente (suono, rumore, economia nell’uso dei mezzi, emissioni nocive ed inquinanti) ed i comportamenti da assumere in caso di incidente. Novità importante di quest’ anno scolastico sono stati gli argomenti relativi alle tecniche di primo soccorso sviluppati in collaborazione con gli operatori specializzati della centrale provinciale di soccorso 118 che hanno riportato  agli studenti. la propria esperienza quotidiana

A conclusione del progetto, è stato bandito un concorso d’idee, dal titolo “Muoversi in libertà, nel rispetto delle regole”. Alle studentesse vincitrici del concorso sono stati consegnati dal vicepresidente della Provincia, Christian Tommasini, e dalla sovrintendente scolastica, Nicoletta Minnei,  un attestato di partecipazione ed un premio in buoni di acquisto di libri e attrezzature informatiche.

Il primo premio è stato assegnato a Sophie Paola Morelli, il secondo ad Ester Traversari ed il terzo premio ad   Irene Dori. Menzioni di merito sono state assegnate a Sophie Soraperra, Giulia De Biasio, Chantal Michela, Giada Quercia. Tutte le studentesse premiate frequentano il Liceo Pedagogico Artistico “Pascoli” di Bolzano.