Fuoristrada

Conclusa in Lombardia la prima prova del tricolore Supermoto

Si è appena conclusa la prima delle sei prove in programma degli Internazionali d’Italia Supermoto con la splendida prova pavese di Ottobiano.

 

Proprio con gli Internazionali d’Italia si apre la stagione internazionale della Supermoto, ad appena una settimana dalla prova mondiale che alzerà il sipario sulla prima prova iridata che si avvierà proprio dall’Italia, sull’inedita pista di Viterbo dove la DBO, organizzatore del tricolore e delle prove iridate in Italia, è riuscito a portare questo atteso evento internazionale. In Lombardia i pronostici erano apparentemente scontati per il tricolore ma alquanto incerti per la classifica Internazionale che si prestava ad un ventaglio ben più ampio di nomi.
Alla fine dei due giorni di gare, le prime manche si sono disputate la domenica, sono emersi i nomi dei due campioni in carica Ivan Lazzarini per quanto riguarda la S1 e Davide Gozzini per la S2, il primo grazie a due belle vittorie di manche che lo vedono subito favoritissimo alla riconquista del titolo anche in sella alla nuova moto HM Honda del team di Alfredo Bevilacqua, mentre il bresciano campione della S2 comanda la graduatoria in ragione di una vittoria nella manche di apertura e un terzo posto dietro all’iridato francese Adrien Chareyre (Husqvarna) e al belga Gerald Delepine (Husqvarna), che però non prendono punti per il tricolore.

Spettacolo ed emozioni anche nella superfinale internazionale dove possono accedere solo i migliori delle due classi. La vittoria è andata a Adrien Chareyre che ha anticipato Lazzarini, Delepine, Gozzini e Balducci.

Valore aggiunto al campionato internazionale è stato regalato anche quest’anno da altre interessanti gare, come le classi S4 e S5, vinte rispettivamente dal progressivo marchigiano Marco Animento (Kawasaki) grazie alle due vittorie parziali e Mattia Martella (Ktm) nell’S5 in ragione di due seconde posizioni.

Nei due trofei, HM Honda e Suzuki, la prova pavese è stata vinta rispettivamente da Orlando Gattuzzo in virtù di due vittorie parziali, e da Simone Cecchetti la Suzuki grazie a un terzo, un quinto e un secondo di manche.

 

LE GARE

S2 GARA-2: Parte di nuovo davanti a tutti il campione italiano in carica il bresciano Davide Gozzini che è affiancato il francese campione mondiale e internazionale Adrien Chareyre (Husqvarna-Cross 2R) e dal belga Gerald Delepine (Husqvarna-Azzalin). Dietro si posizionano Lorenzo Mariani (TM), il portacolori BRT Paolo Gaspardone (Ktm), Luca Minutilli (Aprilia-Pmr H2o), Alberto Dall’Era (Ktm Team Miglio).

Quattro giri in testa per l’ufficiale TM poi sbaglia l’impostazione dell’ultima curva prima della dirittura di partenza e ne approfitta Chareyre che passa così in testa davanti a Delepine con il lombardo che riparte terzo. Posizioni che rimangono in pratica così sino alla bandiera a scacchi. Quarto posto per l’ottimo Mariani che anticipa Minutilli, Gaspardone, Dall’Era, Riccardo Peroni (Husqvarna), Riccardo Moretti (Honda), Andrea Occhini (TM) per i top ten.

Grazie a questo risultato e alla vittoria della prima manche Davide Gozzini si aggiudica così la prima prova di campionato guadagnando la tabella rossa di leader tricolore davanti a Mariani e Minutilli.

S1 GARA-2: Come nella manche di apertura della domenica, anche nella ripresa il pesarese campione in carica Ivan Lazzarini (HM Honda Racing) scatta al comando davanti all’ex iridato con la TM ufficiale Thierry Van den Bosch, e l’altro francese Thomas Chareyre (Husqvarna-Azzalin), quindi Christian Ravaglia (Aprilia-Fiamme Oro), Edgardo Borella (Ktm Team Miglio), Eddy Seel (Suzuki Rigo Moto).

Già al secondo passaggio però Chareyre aveva conquistato la seconda posizione lanciandosi alla caccia di quella prima posizione che è rimasta sempre in mano a Lazzarini che dopo 15 giri ha tagliato vittorioso il traguardo davanti ai due francesi Husqvarna e TM, quindi Seel, Beltrami (Aprilia), Fabio Balducci (Suzuki), Borella, Ravaglia, Max Verderosa (Honda-Oggiono), Maxime Testu (Kawasaki-Nastedo).

In virtù di questa doppia vittoria il campione pesarese si aggiudica la prova stagionale di avvio potandosi così davanti a tutti in graduatoria provvisoria di campionato, anticipando rispettivamente i felsinei Massimo Beltrami e Christian Ravaglia.

 

Chiusura degna di questa spettacolare specialità motociclistica grazie alla finale internazionale open riservata ai migliori specialisti delle due classi. Scatto del transalpino Husqvarna del team Azzalin, Adrien Chareyre, davanti a Thomas Chareyre (Husqvarna), quindi Ivan Lazzarini (HM Honda), Davide Gozzini (TM), Gerald Delepine (Husqvarna), Max Verderosa (Honda), Eddy Seel (Suzuki), Massimo Beltrami (Aprilia), Luca Minutilli (Aprilia), Fabio calducci (Suzuki).

Nessun problema in testa per l’iridato S1 Chareyre che dopo 15 giri al comando taglia vittorioso il traguardo, mentre alle sue spalle chiude Lazzarini dopo essere passato alle spalle del leader già dal secondo giro. Terzo Gerald Delepine che dopo essere stato superato da Gozzini riceve nuovamente il terzo gradino del podio a causa di una scivolata del bresciano, terminato poi quarto davanti a Balducci, Ravaglia e Borella, quindi Occhini, Van Den Bosch in gran rimonta e Minutilli.

 

CLASSIFICHE

 

S2 GARA-1: 1. Davide Gozzini TM 15 giri in 18’22.819; 2. Adrien Chareyre Husqvarna; 3. G. Delepine Husqvarna.

S2 GARA-2: 1. Adrien Chareyre Husqvarna 15 giri in 18’24.068; 2. G. Delepine Husqvarna; 3. D. Gozzini TM.

S2 ASSOLUTA: 1. Davide Gozzini punti 50; 2. L. Mariani 44; 3. L. Minutilli 40.

S2 CAMPIONATO ITALIANO: 1. Davide Gozzini punti 50; 2. L. Mariani 44; 3. L. Minutilli 40.

S1 GARA-1: 1. Ivan Lazzarini Honda 15 giri in 18’20.449; 2. T. Chareyre Husqvarna; 3. M. Beltrami Yamaha.

S1 GARA-2: 1. Ivan Lazzarini Honda 15 giri in 18’21.097; 2. T. Chareyre Husqvarna; 3. T. Van Den Bosch TM.

S1 ASSOLUTA: 1. Ivan Lazzarini punti 50; 2. Massimo Beltrami 44; 3. Christian Ravaglia 36.

S1 CAMPIONATO ITALIANO: 1. Ivan Lazzarini punti 50; 2. Massimo Beltrami 44; 3. Christian Ravaglia 36.

GARA INTERNAZIONALE OPEN:  1. Adrien Chareyre (Husqvarna); 2. Ivan Lazzarini (Honda); 3. Gerald Delepine (Husqvarna); Davide Gozzini (TM); 5. Fabio Balducci (Suzuki).

GRADUATORIA INTERNAZIONALE OPEN:  1. Adrien Chareyre (Husqvarna) punti 40; 2. Ivan Lazzarini (Honda) 35; 3. Gerald Delepine (Husqvarna) 32; Davide Gozzini (TM) 30; 5. Fabio Balducci (Suzuki) 28.

GARA-1 S4: 1. Marco Animento Kawasaki 10 giri in 13’08.895; 2. C. Lupacchini Honda; 3. G. Lorenzini Suzuki.

GARA-2 S4: 1. Marco Animento Kawasaki 10 giri in 12’45.559; 2. C. Lupacchini Honda; 3. G. Lorenzini Suzuki.

ASSOLUTA S4: 1. Marco Animento punti 50; 2. Cristiano Lupacchini 44; 3. Giulio Lorenzini 40.

CAMPIONATO S4: 1. Marco Animento punti 50; 2. Cristiano Lupacchini 44; 3. Giulio Lorenzini 40.

GARA-1 S5: 1. Omar Pelliccioni Suzuki 10 giri in 13’49.755; 2. M. Martella Ktm; 3. F. Gazzarri Yamaha.

GARA-2 S5: 1. Alessio Piccinato Aprilia 10 giri in 13’12.184; 2. M. Martella Ktm; 3. S. Baroni TM.

ASSOLUTA S5: 1. Mattia Martella punti 44; 2. Alessio Piccinato 43; 3. Omar Pelliccioni 43.

CAMPIONATO S5: 1. Mattia Martella punti 44; 2. Alessio Piccinato 43; 3. Omar Pelliccioni 43.

TROFEO HONDA GARA-1:  1. Orlando Gattazzo 10 giri in 13’13.191; 2. D. Monticelli; 3. E. Veglia.

TROFEO HONDA GARA-2:  1. Orlando Gattazzo 10 giri in 13’05.242; 2. D. Monticelli; 3. M. Traversa;

TROFEO HONDA ASSOLUTA:  1. Orlando Gattazzo punti 200; 2. Diego Monticelli 180; 3. Matteo Traversa 154.

GRADUATORIA HONDA:  1. Orlando Gattazzo punti 200; 2. Diego Monticelli 180; 3. Matteo Traversa 154.

TROFEO SUZUKI GARA-1:  1. Thomas Gory 10 giri in 13’10.999; 2. R. Peresson; 3. S. Cecchetti.

TROFEO SUZUKI GARA-2:  1. Alessandro Ghirelli 10 giri in 13’21.864; 2. K. Dursaptin; 3. S. Marchesini.

TROFEO SUZUKI GARA-3:  1. Simone Marchesini 10 giri in 13’19.824; 2. S. Cecchetti; 3. K. Dursaptn.

TROFEO SUZUKI ASSOLUTA:  1. Simone Cecchetti punti 58; 2. Kevin Dursaptin 56; 3. Randy Perensson 49.

GRADUATORIA DI CAMPIONATO: 1. Simone Cecchetti punti 58; 2. Kevin Dursaptin 56; 3. Randy Perensson 49.