FMI

Co.Re. FMI Toscana. Accolte le proposte di modifica alla Legge 48/1994

La Legge regionale 19/2017, che va ad aggiornare la Legge regionale 48/1994 relativa alle norme di circolazione fuoristrada dei veicoli a motore, è stata approvata da una larga maggioranza di voti nel Consiglio Regionale della Toscana, durante la seduta del 13 giugno. Il testo è stato illustrato in aula dal Presidente della Commissione Ambiente, Stefano Baccelli, il quale ha sottolineato tutte le opportunità di segno positivo che tale aggiornamento legislativo rappresenta. Il Comitato Regionale FMI Toscana intende esprimere la propria soddisfazione per questa iniziativa ed intende ringraziare la Regione per aver accolto, dopo tanti anni di attesa, le modifiche proposte più volte dal Comitato Regionale.

La Legge 19/2017 semplifica e facilita le norme sulle manifestazioni motoristiche fuoristrada, consentendo un ampliamento delle aree in cui poter svolgere tali eventi, soggetti spesso, fino ad oggi, a svariate difficoltà di realizzazione; costituisce, dunque, un importante incentivo per il turismo sportivo, un settore che assume particolare rilevanza nel contesto toscano. In via eccezionale, il Comune diventa l’ente deputato a rilasciare autorizzazioni per manifestazioni e gare di motociclismo fuoristrada, ciascuna di durata non superiore a tre giorni, anche su percorsi che attraversano aree tutelate, previo consenso di proprietari, conduttori dei fondi, soggetti gestori delle aree protette e, comunque, a fronte dell’assunzione degli obblighi di ripristino e di prestazione di garanzie.

È bene sottolineare che tale legge non rappresenta alcun pericolo per la natura del nostro territorio, ma, anzi, offre nuovi orizzonti di sviluppo dello sport, del turismo, dell’economia; si dimostra un’apertura concreta nei confronti degli Enti locali che, sempre più numerosi, chiedono alla nostra Federazione la possibilità di organizzare manifestazioni ed attività motociclistiche, ma che spesso rimangono esclusi proprio da limiti normativi troppo stringenti ed anche penalmente rischiosi, nel caso del rilascio di autorizzazioni su aree risultate magari in seguito protette da vincoli ambientali. La legge approvata dal Consiglio Regionale, quindi, si dimostra come un piccolo ma importante passo in avanti nella possibilità di intesa tra Enti territoriali, promotori, sportivi, turistici, non entrando in conflitto con la tutela e la salvaguardia della natura e dell’ambiente. La Federazione Motociclistica Italiana, del resto, è da anni impegnata nel rispetto della legalità e del territorio: il Protocollo di Intesa stipulato cinque anni fa con l’ex Corpo Forestale dello Stato e quello firmato proprio in questi giorni con l’Arma dei Carabinieri (che ha assorbito il Corpo Forestale) ne sono la più vivida dimostrazione.

“La Legge 19/2017 si configura come un’importante ottimizzazione della legge 48/1994 che regola la circolazione dei mezzi a motore fuoristrada: essa offre l’opportunità alle amministrazioni locali e alle federazioni di poter sviluppare a pieno i propri progetti, sempre nel rispetto della natura e del territorio” afferma il Presidente del Comitato Regionale FMI Toscana, Andrea Vignozzi.

Ufficio Stampa Co.Re. FMI Toscana