Fuoristrada

Club e Comitati Regionali per Minicross e Minienduro

La Commissione Sviluppo Attività Sportiva della Federazione Motociclistica Italiana ha dato vita ad un Progetto per la Promozione delle specialità Minicross e Minienduro attraverso gli appuntamenti Hobby Sport. In questo senso è stato siglato un accordo di collaborazione con l’azienda LEM, per l’acquisto di alcune moto da utilizzare nel corso del 2010 e 2011 a sostegno del Progetto stesso.

Le moto vengono messe a disposizione dei Comitati Regionali FMI che decidono di aderire alla proposta federale, e saranno gestite con il supporto operativo dei Referenti Regionali CSAS (che dunque “prendono servizio” ufficialmente) e/o dei Coordinatori del Motocross e dell’Enduro di ogni singola Regione.

I Moto Club che intendono organizzare eventi Hobby Sport per le specialità Minicross e Minienduro, possono chiedere ai rispetti Comitati Regionali di avere a disposizione i mezzi per le proprie manifestazioni.

Anche in questo caso le operazioni verranno svolte in stretta collaborazione con i Referenti e/o i Coordinatori regionali.Le moto protagoniste del Progetto sono i nuovissimi modelli 2010 Minicross LEM DX-2 (ruote post. 10” – ruote ant. 12”) e DX-3 (ruote post. 12 – ruote ant. 14”). Tutti i particolari tecnici relativi ai modelli citati, nonché alcune immagini in alta definizione, si trovano all’interno del sito internet www.lem-motor.com

“Mi auguro che tutti i Comitati Regionali partecipino a questa iniziativa federale – ha commentato Paolo Sesti, Presidente della FMI – affinchè il progetto trovi un riscontro concreto sui campi di tutta Italia. La promozione e lo sviluppo di minicross e minienduro sono molto importanti, per favorire la crescita dei campioni di domani. Mi auguro che anche questa iniziativa aiuti i più giovani ad iniziare un percorso sportivo verso le nostre Scuole di Avviamento, prima, e le gare, subito dopo”.

“Sono soddisfatto che diversi Comitati Regionali abbiano già risposto positivamente – ha dichiarato Giovanni Copioli, Consigliere Federale e Presidente della CSAS – Il nostro obiettivo è infatti quello di offrire a Comitati e Moto Club strumenti utili per avvicinare il maggior numero di appassionati, che possano diventare nuovi Tesserati prima e nuovi Piloti subito dopo”.