Velocità

CIV – Corti, Marrancone, Giugliano e Moretti vincitori a Monza

A Monza, un’intensa giornata di gare per il CIV 2008. Ben tre classi si risolvono al fotofinish: nella 125 G.P. vince Moretti, nella Superstock si afferma Giugliano, in Supersport la spunta Marrancone. Il comasco Claudio Corti domina invece nella classe regina


 


Sotto il sole già estivo di Monza, il comasco Claudio Corti (Yamaha – Motor Italia) domina la Superbike PBR – EK, mentre le altre tre classi si risolvono in volata. Vincono Riccardo Moretti (Honda – CRP) nella 125 G.P. MOTOSPRINT, Davide Giugliano (Suzuki – TCM Cruciani) nella Superstock Panta e Danilo Marrancone (Yamaha – WCR Bike Service) nella 600 S.S. SportAutoMoto.


 


La 125 G.P. MOTOSPRINT si conferma la classe più equilibrata ed emozionante del CIV. Sono quattro i protagonisti che vanno in fuga e danno vita ad una gara incandescente tra sorpassi, giri veloci e giochi di scie. Il ravennate Riccardo Moretti (Honda – CRP) s’impone nella volata finale sfruttando al meglio l’ultima staccata. Beffato nel finale il quindicenne Lorenzo Savadori (Aprilia – RCGM) che paga un lieve errore all’ultima Parabolica e deve accontentarsi del secondo posto. Nel colpo di reni finale invece Marco Ravaioli (Aprilia – Team Semprucci) supera Gabriele Ferro (Honda – Metasystem RS). In classifica generale, Savadori mantiene comunque la testa, incalzato da Moretti, Ferro e Ravaioli.


 


È servito il fotofinish per la Superstock Panta: al termine di un duello entusiasmante, il romano Davide Giugliano si afferma con la sua Suzuki – TCM Cruciani, battendo con un generoso sprint il campione in carica e poleman Michele Pirro (Yamaha – Lorenzini by Leoni). I due primi attori della corsa hanno creato il vuoto fin dall’inizio, mentre alle loro spalle si andava formando una pattuglia d’inseguitori da cui è emersa all’ultima curva l’altra Yamaha – Lorenzini by Leoni, quella guidata da Michele Magnoni che ha coronato col podio un’avvincente rimonta. Il pugliese Pirro conserva il comando della classifica tricolore, davanti a Giugliano e ad Alessandro Polita (Ducati – Team Sterilgarda) che a Monza ha chiuso quinto.


 


Volata all’ultimo respiro anche nella 600 S.S. SportAutomoto. In una gara particolarmente avvincente si mettono in evidenza tre piloti che fino alla bandiera a scacchi si alternano continuamente al comando. L’esito finale premia il guizzo del teramano Danilo Marrancone (Yamaha – WCR Bike Service) che batte sul filo di lana il favoritissimo Massimo Roccoli (Yamaha – Lorenzini by Leoni) e l’inossidabile bresciano Cristiano Migliorati che, nonostante i suoi 40 anni, sfrutta la pista di casa per portare sul podio la Kawasaki – Puccetti Racing. I tre piloti, racchiusi sul traguardo in appena 74 millesimi di secondo, sono gli stessi che guidano la graduatoria generale, dove Marrancone aggancia in vetta Roccoli, mentre Migliorati è attualmente terzo.       


 


La Superbike premia l’enorme potenza della Yamaha – Motor Italia affidata a Claudio Corti: il ventunenne comasco è rimasto in testa dallo start all’arrivo, conducendo una galoppata inavvicinabile per tutti gli altri. L’unico che aveva dimostrato di poterlo insidiare era Luca Scassa (MV Agusta – Unionbike Gimotorsport), ma l’aretino si è ritirato al terzo passaggio. Così Corti è riuscito ad infliggere oltre un secondo al giro ai più immediati inseguitori. Nella sfida tutta lombarda per il podio, il bresciano Luca Conforti (Honda – Emmebi) ha avuto la meglio sul comasco Lorenzo Mauri (Ducati – Team Spring). Nella corsa al tricolore, Corti aumenta il  vantaggio proprio nei confronti di Conforti e Mauri.


 


Affollate come al solito le quattro categorie del trofeo Yamaha Cup 2008. Nella R6 Braking Cup si afferma Simone Romaldi, nella R6 Metzeler Cup Daniele Rossi, nella R6 Santander Cup Cristiano Erbacci e nella R1 Marchesini Cup vince il solito Sebastiano Zerbo.


 


Prossimo appuntamento con il CIV il 24 Maggio sul circuito romano di Vallelunga.