Velocità

CIV 2008 – I risultati delle prove del venerdì al Mugello

In evidenza: Savadori (Aprilia RCGM) nella 125 G.P. MotoSprint, Pirro (Yamaha – Lorenzini) nella Superstock Panta, Roccoli (Yamaha- Lorenzini) nella 600 SS Sportautomoto e Brignola (Honda – M2 ) nella Superbike – PBR EK.


 


Dopo la presentazione del Campionato Italiano di Velocità, avvenuta a Monza la settimana scorsa, da oggi si è fatto sul serio. Teatro del primo appuntamento dei sei in calendario, l’Autodromo del Mugello dove una mattinata grigia e piovosa ha reso difficoltosi i primi turni di prove libere; il miglioramento del pomeriggio ha permesso così ai piloti di effettuare almeno un turno sull’asciutto.


 


I migliori sono risultati Lorenzo Savadori (Aprilia RCGM) nella classe 125 G.P. MotoSprint, Michele Pirro (Yamaha – Lorenzini) nella classe Superstock – Panta, Massimo Roccoli (Yamaha – Lorenzini) nella classe 600 SS SportAutomoto e Norino Brignola (Honda – M2 racing) Superbike – PBR EK.


 


Nella ottavo di litro Savadori ha staccato il crono di 2’03”035 distanziando di circa mezzo secondo lo spoletino Stefano Musco (Aprilia – Ellegi Racing) e il bolognese Ferruccio Lamborghini, portacolori della Junior GP Dream Aprilia. Dietro questo terzetto altri due protagonisti della stagione 2007 Riccardo Moretti (Honda – CRP) e Gabriele Ferro (Honda – Metasystem) che lo scorso anno chiuse il campionato sulla piazza d’onore.


Nella 125 G.P. da segnalare anche la presenza di una giovane ragazza valdarnese Beatrice Bossini (Honda – Gomme Service), proveniente dalle categorie minori e in gara come wild card.


 


Parte subito forte il campione in carica della Superstock – Panta, Michele Pirro, tanto per riaffermare che sarà lui l’uomo da battere anche in questa stagione. Il pugliese ha realizzato il miglior giro con il tempo di 1’55”729 precedendo di poco meno di tre decimi l’ex casco tricolore Stefano Cruciani, al debutto con la Ducati del Team Stop & Go e Davide Giugliano (Suzuki – Cruciani Moto). Quarto crono a otto decimi per un altro ex casco tricolore Alex Polita (Ducati), al rientro nel CIV dopo la sfortunata stagione scorsa, che di pochi centesimi ha preceduto il compagno di Pirro, Michele Magnoni.


 


La 600 Super Sport – SportAutomoto ha visto ancora un pilota Yamaha – Lorenzini  sugli  scudi,  il  riminese  Massimo Roccoli staccare il miglior giro. Il campione italiano in carica ha messo in riga Cristiano Migliorati (Kawasaki – Pucetti Racing), Franco Battaini (Yamaha – TNT) e il rappresentante del team sanmarinese Yamaha – WCR Bike Service Danilo Marrancone, tutti racchiusi nello spazio di meno di un secondo.


 


Infine nella Superbike – PBR EK, il romano Norino Brignola, che dopo un lungo matrimonio ha lasciato la Ducati per sposare la Honda, con il tempo di 1’54”649 ha messo in riga il comasco Claudio Corti (Yamaha – Motor Italia) precedendolo di mezzo secondo e di poco più l’aretino Luca Scassa (MV Agusta – Unionbike Gimotosport). Bene anche Luca Conforti (Honda – Emmebi) e Maurizio Prattichizzo (MV Agusta – Team Factory SBK). Nono tempo per il giovane inglese Thomas Bridewell (Suzuki – NB) all’esordio nel campionato tricolore.


 


Come è noto in concomitanza con le gare del CIV si svolgono anche quelle del campionato monomarca Yamaha R Series Cup  che vedono scendere in pista 120 piloti con le R6 e una quarantina con la nuova R1.


 


Doamni si terranno le prove ufficiali che definiranno le griglie di partenza delle gare di domani, con un massimo di quaranta finalisti per ogni classe.


Domenica la manifestazione si aprirà alle 9,15 con i warm up del CIV, alle 10,30 la prima delle quattro gare del campionato Yamaha che si protrarranno fino alle 12.30, poi a partire dalle 13.35 il Campionato Italiano con in sequenza le classi 125 G.P., Superstock, 600 SS e Superbike.


 


Prosegue anche l’iniziativa promozionale dell’autodromo con l’ingresso  gratuito. Popolari i biglietti anche domani: prato 15,00 euro (ridotto ragazzi e soci FMI 10,00 euro); differenza prato – paddock 15,00 euro; paddock 30,00 euro ed ingresso gratuito per i possessori del biglietto del GP d’Italia.