Fuoristrada

Ciannavei, Pallotta e Santaera dominano la Minibike Motard a Codogno

Giornata fredda ma illuminata da uno splendido sole per la quinta e penultima prova del Campionato Italiano Minibike Motard disputata sulla pista “Giacomo Premoli” a Codogno.


 


Le prove cronometrate del mattino hanno attribuito le pole position a Ciannavei (Bucci Moto) nella MB Open Stock, Pallotta (Wtmotors) nella MB Open e Levi (Wtmotors) nella MB 1.


 


Ciannavei si è aggiudicato entrambe le manche nella MB Open Stock Amatori in sella alla Bucci; Andrea Levi (WTmotors) ha provato a contrastarlo, soprattutto in gara 2, ma non è riuscito a concludere l’attacco. Terza posizione assoluta per Gimmy Pagliarini (WTmotors); buone prove anche di Rastelli (Polini), terzo in gara 1 e poi costretto al ritiro per guasto meccanico, e di Pagliari (in sella alla new entry Dream Bike) quinto assoluto con un bel terzo posto in gara 2. La Bucci ha completato la sua ottima giornata con i piazzamenti di Belloni e Origgi, piazzati nell’ordine nell’assoluta.


 


Nella categoria MB Open grande prestazione di Alceste Pallotta che, in sella alla WTmotors, viaggia ormai spedito verso la conquista del titolo Italiano. Pallotta ha preso confidenza con il circuito e come un martello ha imposto il suo ritmo dominando entrambe le gare.


Dietro a lui si è assistito ad una bagarre tipica per questa formula con sorpassi, cadute, rimonte: uno spettacolo ad altissimo livello al quale la MB Open ci sta abituando. In gara 1, da sottolineare la presenza del forte umbro Mirko Arcangeli, in sella alla SRM-BRC ufficiale. Dopo il secondo posto in gara 1 davanti a un velocissimo Mignone (Hopper Moto Shop), Arcangeli ha cercato fino in fondo di guadagnarsi la seconda posizione lottando spalla a spalla con Guigo Fulgoni (Mobster). Così, a tre curve dall’arrivo ha tagliato completamente sull’erba una curva ed è scattata la squalifica.


Da parte sua Fulgoni ha corso magnificamente, il suo secondo posto è meritatissimo e guadagnato anche grazie al rendimento della sua nuova moto ufficiale. Come sempre tra i protagonisti di questa categoria il bravo Ponticelli (Bucci Moto), terzo in gara 2 e quarto assoluto. Da elogiare la prova del pilota locale Ferdani (Motomipiaci) che dopo il quarto posto in gara 1, ha dovuto rimontare a testa bassa nella seconda per guadagnarsi la quinta posizione.


 


Nella categoria MB 1 dominio in gara 1 del leader della classifica di Campionato Francesco Levi (WT Motors); alle sue spalle i due fortissimi piloti Matteo Santaera (Bucci Moto) e Michele Cannistraro, in sella alla Hybrid, un gioiellino artigianale appena assemblato. Sempre incisivo e piazzato nelle zone alte Andrea Ponticelli (Bucci Moto), quarto in gara 1. La categoria ha offerto uno spettacolo paragonabile a quello delle “grandi” Supermoto, con tanto di staccate in derapata e virgole disegnate sull’asfalto. In gara 2 Santaera è partito in testa e ha imposto un ritmo infernale; coadiuvato dalla sua Bucci Ufficiale non ha sbagliato niente e si è aggiudicato la prova con grande merito; Levi, che viaggiava in seconda posizione, ha provato ad attaccarlo poi un inconveniente tecnico gli ha fatto perdere la seconda posizione. Cannistraro, anche lui velocissimo assaporava già la vittoria di giornata arrivando secondo, ma sul rettilineo la Hybrid ammutoliva improvvisamente; così Levi ripassava nuovamente secondo, mentre terzo si piazzava a sorpresa Massimo Asti (SRM- BRC) dopo aver lottato con il suo compagno di squadra Ciccotti.


Da notare una new entry prestigiosa anche in questa categoria, quella del bresciano Fabrizio Perotti (Italian Minis), abituale protagonista del Campionato Italiano Velocità, che si è occasionalmente calato molto bene in questa diversissima realtà. Poco incisivo ma sempre a punti Emanuele Nieri che a Codogno ha sfoggiato la nuovissima Hopper Motor Shop.

 


Per la MB Stock Boymotard una vittoria a testa per Caruzzi (SRM-BRC) e Piccinato (RSR- PIT BIKE PRO).


 


Ultimo appuntamento con il tricolore minibike motard il 4 novembre ad Ottobiano (PV) dove si assegneranno i titoli in tutte le categorie.