Velocità

Chiude al Mugello il CIV – Pole per Sancioni, Pirro, Vizziello e Borciani

Si chiude all’autodromo del Mugello l’edizione 2007 del Campionato italiano di Velocità con tre titoli su quattro ancora da assegnare.


Al termine delle due sessioni di prove ufficiali i più veloci sono risultati: il romagnolo Simone Sancioni (Aprilia – RCGM) nella 125 G.P. Marvic, il pugliese Michele Pirro (Yamaha – Team Italia) nella Superstock – motociv.com, Il lucano Gianluca Vizziello (Yamaha – RG team) nella 600 Super Sport – Rapid Bike e il bresciano Marco Borciani (Ducati – Sterilgarda) nella Superbike – PBR EK.


 


Al termine due tiratissimi turni di prove ufficiali, nei quali si sono ripetutamente migliorati a vicenda, Simone Sancioni ha staccato il miglior tempo nella 125 G.P. fermando il crono su 2’00.893, precedendo di un solo decimo il diretto rivale al titolo e capoclassifica del torneo Roberto Lacalendola (Aprilia – Ellegi Racing). A sua volta il torinese ha fatto meglio del corregionale Gabriele Ferro (Honda B&B Racing) di quattro decimi e di circa un secondo e mezzo del ravennate Riccardo Moretti (Honda – CRP Racing). Buon quinto tempo, per il quattordicenne cesenate Lorenzo Savadori, compagno di Sancioni, al rientro dopo gli impegni internazionali nella KTM Red Bull Cup e che fra due settimane in Spagna si giocherà un posto sul podio finale della  manifestazione promossa dalla Dorna.


 


Michele Pirro leader della Superstock, dopo le delusioni patite nella parte finale della Coppa del Mondo, ha tenuto a ribadire che a livello nazionale è lui il più veloce e, con il tempo di 1’55.732, ha ottenuto la pole. La sorpresa della giornata è stato il marchigiano Andrea Iommi (Kawasaki – M2 Racing) che lo insegue a soli 81 millesimi, realizzando la migliore performance stagionale.


In prima fila anche il laziale Ilario Dionisi (Suzuki – Cruciani Moto) a sette decimi dal leader e il lombardo Maurizio Prattichizzo (Suzuki – Team Valdo). Abbastanza attardato l’altro portacolori Yamaha Team Italia Claudio Corti, diretto rivale al titolo di Pirro che non è riuscito a fare  meglio del dodicesimo tempo a oltre un secondo dal battistrada. 


 


Dopo la vittoria nella quinta tappa del CIV di Misano e il podio mancato per un soffio a Magny Cours nella gara iridata della scorsa settimana, Gianluca Vizziello (1’55.991) si conferma in ottimo stato di forma tanto da strappare all’ultimo minuto di prove la pole per  quattro decimi, al riconfermato casco tricolore della Supersport, Massimo Roccoli (Yamaha – Team Italia). Conferma di Ivan Clementi e della sua Triumph, gestita dal team Be 1 racing, che chiude terzo a un soffio da Roccoli. Completa la prima fila il teramano del team sanmarinese Yamaha – WCR Bike Service Danilo Marrancone, a otto decimi dal poleman; mentre chiude la seconda fila con l’ottavo tempo il  marchigiano Stefano Cruciani (Honda Improve Racing) impegnato a difendere la piazza d’onore del campionato.


 


Si prospetta una bellissima gara in Superbike, con ben cinque piloti in un solo secondo, il migliore è risultato ancora una volta il favorito al titolo Marco Borciani (1’53.402) che di un’ inezia ha fatto meglio di Ayrton Badovini, il quale sette giorni fa in Francia,   portò la sua MV Agusta sul gradino più alto del podio in Superstock. Il biellese ha messo alle spalle il romano Norino Brignola (Ducati – Guandalini) al quale la matematica lascia ancora qualche tenue speranza di conquistare il titolo.  In prima fila con il quarto tempo, anche l’aretino Luca Scassa che porta in gara la MV Agusta che il prossimo anno vedremo nel mondiale SBK. E’ questa la prima volta che due moto dello storico marchio varesino sono schierate nella prima fila della griglia della classe regina del massimo campionato nazionale.


In questa classe, durante il primo turno di prove, il modenese Luca Pini è caduto ed è stato ricoverato con l’eliambulanza presso il CTO di Firenze, per maggiori e approfondite indagini sanitarie. Al momento si escludo lesioni gravi.


 


Ai detentori della pole ieri è stato consegnato un innovativo antifurto satellitare offerto dalla Via Sat.   


 


Infine il sedicenne anconetano Marco Bussolotti, vincitore della Coppa Italia 2007, partirà dalla pole nella gara più importante della Yamaha Cup che oggi assegnerà il titolo di Supercampione.


    


Il programma della manifestazione si aprirà alle ore 9.00 con i warm up del Campionato Italiano, alle 10,30 la prima delle quattro gare della Yamaha Cup che assegnerà il  titolo di Supercampione 2007. Le quattro gare del CIV si svolgeranno tutte nel pomeriggio, apriranno le ostilità i piloti della ottavo di litro a seguire la Superstock, la Supersport e chiudi chiuderà il campionato 2007 alle 16,30 la Superbike.


 


Costo biglietti 15,00 euro (ridotto 10,00),  paddock 30,00 euro,  con questo biglietto sarà possibile entrare anche in tribuna. I tagliandi comprendono anche l’accesso per auto e moto; la riduzione è concessa ai soci FMI ed ai ragazzi da 14 a 16 anni.