Motociclismo

Centro “Gino Parlotti” per l’educazione stradale e formazione motociclistica

Lo scorso 9 settembre è stato inaugurato presso la zona Industriale delle Noghere di Muggia (TS) il Centro di Formazione al Motociclismo “Gino Parlotti”, destinato alla formazione motociclistica e  all’educazione stradale.

L’impianto, il cui nastro tricolore è stato tagliato dall’Assessore allo Sport di Trieste, Emiliano Edera, prende il nome dal campione Gilberto Parlotti scomparso in gara quarant’anni fa. Il centro ha già ospitato, nella primavera scorsa, uno spettacolare evento di educazione stradale: una giornata di Crash Test nell’ambito del progetto di prove pratiche di guida volute dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con il Dipartimento di Educazione stradale FMI.

Importante ricordare come la nascita del centro sia parte integrante del  progetto “2RuoteSi” promosso dal Moto Club Trieste. Il progetto, patrocinato dalla Regione, dalla Provincia, dal Comune di Trieste e dall’Ufficio Scolastico Regionale del MIUR, ha portato alla realizzazione di un percorso didattico per la guida di moto e ciclomotori su di un’area di tremila metri quadrati, dotata di aule e uffici. Un piccolo miracolo realizzato col volontariato dei soci e dei formatori di Educazione stradale del Moto Club Trieste, i quali hanno trasformato gli spazi inutilizzati della stazione Ferroviaria delle Noghere.

La giornata inaugurale del “Parlotti Day” ha ottenuto un ottimo riscontro tra gli addetti ai lavori e gli appassionati delle due ruote; tanto il pubblico accorso per assistere, tra le varie iniziative, all’esposizione  di moto da corsa e numerose moto d’epoca. Molto seguita è stata l’esibizione di Trial, articolata sulla “palestra indoor” già attiva nel Centro. Numerosi i centauri sono convenuti nella struttura dopo la bella sfilata che ha percorso il centro di Trieste e quello di Muggia. Tra le personalità intervenute, il Vicepresidente della Provincia Igor Dolanc, l’Assessore Regionale Federica Seganti, nonché i rappresentanti del Coni e della FMI regionale.

Il Centro sarà subito attivo, volgendo particolare attenzione, nei prossimi mesi, a iniziative di educazione stradale dedicate ai giovanissimi.