Fuoristrada

Ceci al Contrattacco vince davanti a Graziani

Seconda tappa per il Rally di Sardegna valido per l’Italiano Raid TT (la quarta per il Mondiale), la più lunga con i suoi 367 chilometri, ben 132 dei quali di prova speciale. Paolo Ceci, dopo la sfortuna dei giorni scorsi, rompe gli indugi e precede di pochissimo Matteo Graziani. Terzo Massimo Chiesa.


 


E’ Paolo Ceci il vincitore della tappa di oggi per il Campionato Italiano Raid Tout Terrain. Il pilota modenese su Aprilia ha battuto Matteo Graziani, Ktm, oggi per soli 8 secondi mentre Massimo Chiesa su Kawasaki ha ottenuto la terza piazza a 13” dal vincitore. Una speciale combattuta insomma, e sembra quasi impossibile se si pensa che la prova oggi era lunga ben 132 chilometri. Distacchi così minimi dopo un settore selettivo così lungo sono davvero incredibili e testimoniano l’impegno e la difficoltà di questa prova tracciata dal bravissimo Giulio Fantoni.


I 63 piloti che partecipano al campionato italiano, che vede in questo 21° rally di Sardegna la prima prova valida, si sono ritrovati questa mattina alle 8 e mezza in piazza Costituzione a Villanovaforru e da lì hanno preso il via della tappa da 367 chilometri, la più lunga dell’intero rally.


A parte i primi tre la battaglia è stata agguerrita per tutte le posizioni: Andrea Mancini (Husqvarna) ha chiuso quarto davanti a Niccolò Pietribiasi e Alessio Farinello, mentre a completare la lista dei primi dieci troviamo anche Mauro Uslenghi, Fabio Benetti, Alessandro Fadda ed Antonio Colombo.


Sfortunata una delle due ragazze in gara: Erika Burioli ha grippato il motore della sua Ktm ma domani dovrebbe riuscire a ripartire visto che per il campionato italiano ogni giornata di gara vale anche come gara a sé, e quindi vede una classifica propria. Per il Campionato italiano dunque si sono già disputate due gare, vinte rispettivamente da Matteo Graziani e Paolo Ceci.


Domani ultima tappa del rally, una tappa ad anello, con partenza ed arrivo da Tortolì: il percorso prevede 216 chilometri e due prove speciali, una di 51 e una di 65 chilometri, con punto assistenza presso l’ex cantoniera Genna Silana. La tappa si concluderà con l’arrivo a Tortolì, previsto in piazza Rinascita.


 


Relativamente alla prima tappa la giuria ieri sera ha cambiato la classifica riconoscendo errati i tempi strappati dai fratelli Muccini, e quindi Andrea Mancini è risalito in seconda posizione alle spalle di Graziani e davanti a Niccolò Pietribiasi.