Velocità

C.I. Velocità in Salita – Grandi emozioni alla Poggio Vallefredda 2012

A Isola del Liri si è disputata la quarta prova del campionato Italiano di velocità in Salita. La splendente cittadina in provincia di Frosinone ha accolto come sempre nel migliore dei modi tutti i piloti partecipanti. L’organizzazione della manifestazione è stata gestita egregiamente dal motoclub Franco Mancini 2000 che oltre alla gara ha organizzato una graziosa mostra fotografica in memoria del pilota Maurizio Paniconi scomparso nel 1977 durante la prova di Campionato Europeo proprio a Isola del Liri. Due giornate di caldo sole estivo hanno accolto i piloti e il numerosissimo pubblico accorso sull’ormai classico tracciato ciociaro Poggio Vallefredda dove i centauri italiani si duellano da ben otto edizioni.  Al termine della giornata di prove del sabato il Motoclub Franco Mancini 2000 come sempre ha organizzato anche una cerimonia di commemorazione alla curva della roccia spaccata intitolata al pilota bergamasco scomparso Fausto Duci. Pregevole il numero dei partecipanti, ben 104, e vista anche la lontananza della gara per la maggior parte di loro, un altro segnale che la Velocità in Salita nonostante la crisi riesce a tenere un cospicuo numero di iscritti. La classifica assoluta è andata al pilota di Bergamo Stefano Bonetti che con il tempo di 1’18”12 stabilito in gara 1. Le varie classi hanno visto la vittoria di Enrico Tognocchi nella 125 Open, Cristian Olcese nella 250 Open, Stefano Nari nella 600 Stock, Stefano Manici  nella Naked, Stefano Bonetti nella 600 Open, Giuliano Covezzi nella Supermotard e dell’equipaggio Cerrone Ascierto nella categoria Sidecar. Presenti come sempre anche le Moto d’Epoca che con il loro fascino di un glorioso passato hanno animato questa due gironi di  gare, e la vittoria assoluta è stata per il pilota Daniele Parravano in sella ad una curatissima Bimota.
Avvincente come sempre la categoria 125 dove Enrico Tognocchi vince la sua prima gara in carriera. Con due manche di gara eseguite in maniera perfetta il giovane pilota della Versilia chiude la manifestazione di Isola del Liri a punteggio pieno portandosi così in testa alla classifica generale a pari merito con Carmine Sullo a 151 punti. Il secondo gradino del podio va a Andrea Neri che dopo l’assenza forzata di Carpasio ritorna, chiude ambedue le gare in seconda piazza, e si dimostra ancora una volta uno dei pretendenti a questo titolo 2012. Terzo gradino del Podio per Carmine Sullo che su questo tracciato Poggio Vallefredda non riesce ad ottenere risultati sperati chiudendo le manche di gara attardato di circa un secondo e mezzo. Infine nella top five troviamo i piloti del motoclub Garfagnana Marco Lombardi e Simone Bertoncini. In classifica generale, come anticipato, Tognocchi recupera punti nei confronti di Sullo e li vediamo in testa a pari merito con 151 punti, in terza posizione ritroviamo ancora Neri che si porta a 130 punti , in quarta posizione va Bertoncini a 91 punti seguito da Gaggini e Lombardi a pari merito con 83 punti.
Nella categoria 250 altra vittoria schiacciante per il capoclassifica Cristian Olcese che dopo aver vinto con oltre un secondo di vantaggio gara 1, in gara 2 con una salita eseguita in maniera perfetta si migliora portando il suo vantaggio ad oltre due secondi. Piazza d’onore per il Bergamasco Roberto Erba autore d due buone salite ma purtroppo i suoi tempi non mai riusciti ad impensierire il vincitore Olcese. Avvincente la battaglia per la terza e quarta posizione finale dove troviamo Pierluigi Mutti e Guido Testoni che chiudono la gara tutti e due a 29 punti, ma a spuntarla è Mutti che in gara due si migliora nettamente riuscendo a sopravanzare Testoni. Infine in quinta posizione troviamo Fabrizio Lannutti. In Campionato Olcese incrementa il suo vantaggio salendo a 191 punti seguito da Testoni a 118, Spadoni a 76, Roberto Erba a 73 e giacomo Airola a 61 punti.
Nella classe 600 Stock Stefano Nari  vince la sua seconda gara stagionale con due primi posti nelle due manche guadagnando punti pregiati nei confronti del suo diretto avversario Curinga. Secondo gradino del podio per Francesco Curinga che termina gara 1 attardato di oltre un secondo, in gara due riesce a migliorarsi abbassando di 6 decimi il suo tempo, ma nulla può contro il forte Nari. Terzo gradino del podio per Claudio Gazzolo che alla quarta gara della sua nuova era di corse si dimostra veloce e sempre nelle posizioni di vertice. Quarta piazza finale per David Lignite che in questa gara di Isola del Liri non brilla ma si difende benissimo in gara due dove per soli due centesimi di secondo relega in quinta posizione Alessandro Tutino. In campionato troviamo ancora Nari in testa che sale a 180, punti seguito da Curinga a 163, Lignite 123, Gazzolo a113 e Aigor a 77 punti.
Nella categoria Naked Stefano Manici riesce a centrare il suo ottantesimo successo in carriera. Per lui un’ altra gara conclusa a punteggio pieno che lo proietta ad una conquista del campionato 2012. Secondo gradino del podio per Riccardo Marchelli, che grazie anche ad un pizzico di fortuna, approfitta della scivolata di Roascio concludendo così la gara in seconda posizione. Il terzo gradino del podio è per Franco Federigi, che in gara due sostituisce la rapportatura finale si migliora, ma non gli basta per scavalcare avversari. Nella top five poi troviamo Ezio Musso e Luca Lazzarin. Da segnalare, come anticipatamente detto, la scivolata senza conseguenze di Roscio che butta via una possibile seconda posizione finale e punti in ottica di campionato. In classifica generale Manici conduce sempre a punteggio pieno con 200 punti seguito da Federigi  e Marchelli a pari merito con 124 punti, Roascio scende in quarta posizione con 116 punti e Ezio Musso quinto con 84 punti.
Per la classe 600 Open Stefano Bonetti dopo le due assenze di Radicondoli e Carpasio ritorna e vince come sempre ci ha abituato. Per il pilota Bergamasco un’altra vittoria a punteggio pieno di classe e classifica assoluta. Secondo gradino del podio per Giuseppe Tarquini che con due secondi posti incrementa il suo vantaggio in questo campionato 2012. Animata la battaglia per il terzo e quarto posto finale dove a spuntarla è il pilota Engl Hannes che grazie al tempo fatto registrare in gara 2 ha la meglio su Stefano Zanoli che chiude inquarta posizione. Infine in quinta posizione troviamo Nicola Sacco. In campionato Tarquini così sale a 180 punti seguito da Hannes a 131, Zanoli 104, Bonetti a 100 e Sacco a 82 punti.
Nella categoria Supermotard Giuliano Covezzi alla sua seconda gara con la Aprilia ritorna alla vittoria ridando così vita a questo campionato 2012. Secondo gradino del podio per Luca Gottardi che autore del primo tempo in prova, termina le manche di gara in seconda posizione e si vede sfuggire un’altra volta la vittoria per un soffio, infatti chiude gara 2 a soli 17 centesimi di secondo da Covezzi. Terzo gradino del podio per Loris Pedriali che magari visto anche il distacco dai primi si accontenta in vista di un ottica di campionato dove rimane sempre in testa. Bella anche la lotta per il quarto e quinto posto dove Roversi e Lippi si scambiano le posizioni nelle due manche di gara. A Spuntarla tra i due e Roversi che grazie al tempo fatto fermare in gara 2  relega Lippi in quinta posizione. In campionato Pedriali resta sempre in testa con 182 punti seguito da Gottardi a 160, Covezzi  a 138, Lippi a 98 e Roversi a 83 punti.
Nella categoria Sidecar l’equipaggio  Cerrone – Ascierto ritorna alla vittoria proprio sul tracciato dove già nel 2009 centrarono il successo. Terminati a pari punti con l’equipaggio svizzero Pauli -Cavadini,  grazie ad un tempo che risulta essere il nuovo record di categoria sul tracciato Poggio Vallefredda fatto registrare in gara 1, si assicurano il gradino più alto del podio.  Seconda piazza finale per gli svizzeri Pauli – Cavadini che per questa loro lunghissima trasferta si devono accontentare di una seconda posizione che in ottica di campionato vale quasi come una vittoria. Il terzo gradino del podio va alla coppia Barbi – Doratori che precedono nell’ordine Reolon – Merlo e Ribehini – Casalini. In campionato Pauli – Cavadini rimangono sempre in testa con 165 punti, la coppia Cerrone – Ascierto sale in seconda con 142 punti, Barbi – Doratori scende in terza con 133, Reolon – Merlo resta in quarta con 107 e Laurent – Sabotti assenti restano in quinta posizione con 74 punti.
Infine per le moto d’Epoca vittoria nella classe GR4 Classiche/Epoca del pilota Moraldo Tognaccini che precede nell’ordine Emiliano Alonzi,Andrea Focacci, Cesare Fabbri e Nicolao Airola, mentre per la classe GR5 GP 175 4T la vittoria è andata a Mario Dolfi che precede Lorenzo Innocenti secondo e Gianni Finelli terzo. Nella GR5 GP 250 2T/4T vittoria per Giovanni Lombardi che precede Vittorio Pasquinucci  e Luciano Adami. Per le Classiche GP vittoria di Daniele Parravano, secondo posto per Simone Pasquinucci e terzo gradino del podio per Alessio Mezzone. Nella classe Vintage vince Nicola D’Aliseo seguito rispettivamente da Aurelio Lofredda secondo e Davide Macione terzo .
Conclusa anche questa quarta tappa del Campionato Italiano di Velocità in Salita, il circus si prenderà un mese di ferie per poi ritornare con la quinta prova in calendario con la storica gara Toscana, Sillano Ospedaletto. Dunque il prossimo appuntamento con il campionato Italiano di Velocità in Salita è fissato per i giorni 28 29 luglio nella splendida Garfanana in provincia di Lucca con la quarantunesima edizione della Sillano Ospedaletto. Non mancate.