Fuoristrada

C.I. Quad cross e Sidecar Cross. Montalbini e Pozzi-Ceresa!

Una sola manche oggi per la seconda prova del 2014 Maxxis Campionato Quad e Sidecar Cross, a Passo Corese, in provincia di Rieti. La direzione gara ha preso la decisione – dopo essersi consultata con il servizio medico e con gli addetti alla sicurezza sul percorso – di non far disputare la seconda manche per la mancanza dei requisiti di sicurezza indispensabili per lo svolgimento di una gara. Il problema è stata la tantissima polvere della bella pista sabina, derivata anche dalla giornata assolata e molto calda, oltre che ventosa, e dalla impossibilità di irrigare adeguatamente la pista. Così i 51 piloti iscritti si sono dovuti accontentare di una sola manche. Il Moto Club H8 MX Project ce l’ha messa tutta ma la situazione era davvero difficile e il Comitato Quad FMI ora è già al lavoro per cercare di recuperare la manche in occasione di un’altra prova in calendario per il Campionato (ad esclusione della prossima di Recetto) e poter così far disputare a tutti i piloti presenti oggi anche la ‘mancata’ Gara 2.

Il campione italiano Nicola Montalbini (Suzuki) è tornato al successo sulla pista di Pontesfondato con una bellissima manche che Emanuele Giovanelli (Yamaha) aveva aperto alla grande scattando davanti a tutti al via. Montalbini si è incollato all’emiliano e già al primo giro è passato in testa. Lo spagnolo Daniel Vila Vasquez (Ktm) era terzo davanti a Andrea Cesari Jr (Ktm) e Mauro Perazzolo (Yamaha). Poi Cesari è riuscito a superare il pilota spagnolo e ha cominciato a tallonare Giovanelli alla ricerca del sorpasso che è avvenuto a due giri dalla fine,quando il motore di Giovanelli si è rotto e ha lasciato a piedi il pilota. Via libera per Cesari e per Vila Vasquez che in questo modo chiudeva sul terzo gradino del podio. Quarta posizione per l’altro straniero presente a Passo Corese, Guillem Ullastres Ramio (Can Am) e quinto per Perazzolo che nella classifica riservata agli italiani è quindi terzo.

Nella Sport tripletta Yamaha con la vittoria di Matteo Migliori che ha battuto Riccardo Varaldo – capoclassifica – mentre Mattia Papa, ristabilitosi ma ancora alla ricerca della piena forma fisica, ha chiuso terzo. Onore al merito per Massimo Neri, partito davanti a tutti dal cancelletto ed in testa per quasi metà gara, prima di rompere il suo Can Am, e a Carla Gamboni che è scattata in seconda posizione, alle spalle di Neri, scendendo poi in terza ed alla fine chudendo nona. Bravo anche Nicolò Ruggeri (Can Am) che ha saputo recuperare una brutta partenza, riuscendo a chiudere quarto.

Bis di Cristian Pinoli (Ktm)nella Veteran – primo anche a Cremona – nonostante una partenza non eccezionale. Salustri (Ktm) e Gamboni (Ktm) partiti dai lati estremi della griglia si sono presentati alla prima curva rispettivamente primo e secondo, ma Pinoli li ha poi passati staccandosi dal gruppo e facendo gara a sé. Vince la Veteran davanti a Dennis Rossetto (Ktm) e Davide Gigli (Suzuki), mentre Salustri conquista la classifica del Trofeo Centro Sud oggi, davanti ad Alessandro Persichilli e Simone Mangia, terzo.

Solo due purtroppo i piloti per la Junior e Paolo Galizzi è stato il più veloce su Filippo Rossetto, ottenendo un altro punteggio pieno da aggiungere ai suoi 50 punti in classifica d’Italiano.

 

C.I. Sidecarcross

Gli 8 equipaggi del Sidecarcross hanno regalato, fin dalle prove libere di ieri, un bellissimo spettacolo, battendosi in pista fra scivolate, ribaltamenti ed anche ritiri. I migliori oggi su Wsp Zabel sono stati Pozzi-Ceresa che erano scattati in terza posizione al via, alle spalle dei velocissimi Compalati-Piana – primi davanti a tutti – e Costa-Porporato.

All’inizio del terzo giro però, arriva il colpo di scena: nella curva subito dopo la partenza Complanati-Piana (Ayr Ktm) si sbilanciano e cadono, e immediatamente ne approfittano gli inseguitori. I due si rimettono in piedi e raddrizzano il sidecar ma ripartono in settima posizione dicendo addio a tutte le velleità di vittoria.

In prima posizione si ritrovano subito Pozzi-Ceresa e a quel punto non c’è praticamente più nulla da fare contro di loro. Marciano, però, in formazione compatta i sidecar, senza distacchi abbissali in pista, ed intanto Mattoni Gualatrucci (Bsu Ktm) rimontano ai danni di Costa Pedroni (TSC TM). Continuano a combattere giro dopo giro e si ritrovano in terza posizione quando il numero 3 di Mattoni Radicchi si ferma con il motore rotto. A quel punto la classifica si congela: Pozzi e Ceresa si involano inseguiti da Costa Porporato (Wsp Zabel) e dietro di loro si crea un vistoso gap: terzi ci sono Mattoni Gualatrucci mentre Costa Pedroni risalgono in quarta posizione e a due giri dalla fine anche il numero 32, Compalati Piana, furiosi, si trovano costretti al ritiro, forse per una conseguenza del volo alla fine del secondo giro. Finiscono la gaara a pieni giri solo in sei e Pozzi Ceresa lasciano il Lazio con il punteggio pieno di 30 punti.

Neanche i sidecar hanno potuto disputare la seconda manche, come i colleghi del quad cross, e ora si spera di riuscire a recuperare la manche in una delle prossime gare in calendario.