Fuoristrada

C.I. MotocrossCervellin vince il titolo MX2Tutto da decidere nella MX1

Il crossodromo Tittoni di Cingoli ha ospitato la quinta e penultima tappa del Campionato Italiano Motocross MX1-MX2, prova che ha visto primeggiare Daniele Bricca (MX1) e Michele Cervellin (MX2). Quest’ultimo si è aggiudicato con una giornata d’anticipo il titolo di Campione d’Italia MX2 Elite. Domenica 21 settembre si correrà l’ultima prova a Arco di Trento (TN), con diretta televisiva su Dinamica Channel di ben 3 ore.

La ripresa del Campionato Italiano MX1-MX2 è passato per il circuito del Tittoni di Cingoli, nelle Marche, in una giornata piena di spettacolo e pubblico. Tribuna tutta e tracciato tirato a lucido per l’occasione. 

Nella MX1 Daniele Bricca (Honda-Pardi Racing) con un primo ed un secondo posto si è aggiudicato l’assoluta di giornata. Il laziale ha corso molto bene restando sempre nelle posizioni di vertice e la vittoria di gara 2 è la conferma della sua prestazione odierna. In gara 1 vittoria di Samuele Bernardini (TM-TM Factory Racing) che si è complicato la vita con una caduta nella frazione di chiusura, salvando il secondo gradino del podio con un sesto posto. Il capoclassifica Cristian Beggi (Honda-Motobase) ha portato a casa un buon bottino di punti con i due terzi posti registrati oggi e grazie alle disavventure del suo inseguitore Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha-Caparvi Racing) mette ancora più divario proprio sul suo diretto inseguitore scavalcato proprio da Bernardini che ora è secondo in graduatoria provvisoria, a danno proprio dello stesso Bertuzzo che passa terzo.

Nella MX2 Michele Cervellin (Honda-Martin Technology) ha vinto matematicamente il titolo con una prova d’anticipo. D’Angelo, distante 350 punti prima di questa tappa, ci ha messo tutto se stesso per cercare di tenere ancora testa al rivale e ci è riuscito parzialmente. Ha cercato di vincere la seconda gara e anche un secondo posto gli sarebbe bastato per non assegnare il titolo al rivale, ma è giunto per due volte terzo. Non dimentichiamo che su di lui ha pesato uno “zero” incamerato nella prova di Ponte a Egola. Dunque MX2 davvero interessante come sempre per un nutrito pacchetto di giovani che ha animato le manche in programma. Tra questi Davide Bonini (KTM-T.D.R.) che oggi ha corso alla grande con due secondi posti ampiamenti meritati, dopo aver fatto registrare il miglior tempo durante le prove cronometrate della mattina. Per lui anche la soddisfazione di agguantare la terza piazza in campionato. Onore dunque al vincitore Michele Cervellin che si aggiudica in anticipo il titolo di Campione Italiano Elite della MX2.
 

(Nella foto, Michele Cervellin)