Fuoristrada

C.I. Motocross Bonini protagonista a Gazzane di Preseglie

 La quarta tappa del Campionato Italiano Motocross MX1-MX2 di Gazzane è stata rovinata da un improvviso acquazzone che ha impedito lo svolgersi della seconda manche MX2. Le due gare della MX1 hanno decretato due nette vittorie di Matteo Bonini che torna leader di classifica; così come nella MX2, dopo la vittoria odierna nell’unica manche disputata, Andrea Cervellin torna al comando della classifica provvisoria di campionato ad una giornata dal termine. Domenica prossima l’epilogo a Cavallara. 

Dopo la lunga attesa il Campionato Italiano Motocross MX1-MX2 riprende la sua corsa con due domeniche consecutive che decreteranno i tanti attesi Campioni 2013. A Gazzane di Preseglie però il maltempo ci ha messo lo zampino facendo si che l’annullamento della seconda manche MX2 abbia anzitempo concluso la manifestazione. Anche nella giornata precedente la gara la pioggia ha fatto capolino tant’è che domenica mattina la direzione ha deciso di escludere una parte di tracciato divenuta troppo viscida ed insidiosa. Da segnalare la defezione di tanti iscritti che non sono intervenuti portando il numero dei verificati a poco più di 100 unità. 

Per quanto riguarda i valori in campo anche nella giornata odierna non sono mancati i tanti colpi di scena con cambiamenti al vertice che ci hanno riportato dove c’eravamo lasciati prima dell’ultima tappa estiva. Dunque la MX1 si è vissuta sul ritorno alla vittoria di Matteo Bonini (Kawasaki-Motoworld), autore della pole mattutina, che con le due nette affermazioni ha riconquistato di prepotenza la tabella rossa di leader di campionato a danno di Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha-Caparvi Racing) che oggi è incappato nella sua peggiore prestazione stagionale. Due partenze problematiche con altrettante cadute a causa di un contatto con avversari, hanno consegnato al veneziano un magro bottino che non solo gli ha fatto gettare al vento tutto il vantaggio accumulato precedentemente ma addirittura perdendo ulteriori punti sul leader, ora sono 63 i punti di distacco su Bonini. In questa cilindrata da segnalare l’ottima prestazione di Davide De Bortoli (Honda-Massignani Racing) che ha abbondonato la MX2 in questo finale di stagione con un indubbio successo visto i due secondi posti guadagnati. Così come segnaliamo il terzo posto assoluto di Miguel Cordovez (Honda-Motorazzo) autore di veloci partenze. Vogliamo però ricordare anche una defezione: quella di Stefano Dami assente oggi per un pesante infortunio in cui è incappato questa estate, il suo recupero non è ancora ultimato per cui ha preferito non presentarsi a Gazzane.

 

Come segnalato, nell’unica manche disputata della MX2 ha prevalso Andrea Cervellin (Suzuki-Team RSR) sul fratello Michele Cervellin (Honda-Martin Racing Technology) giunto secondo ed autore della pole mattutina. Andrea Cervellin con questa vittoria di misura ha scalzato Samuel Zeni (Yamaha-Scoccia Racing) dalla cima della classifica anche perché il trentino si è messo nei guai per un duro contatto con Pezzuto avvenuto subito nelle fasi iniziali della gara. Zeni ha concluso 17° perdendo molti punti in campionato. Dietro al duo Cervellin, terzo ha finito Matteo Aperio (KTM-M.R.T.). 

CRONACA DELLE GARE

MX1

Gara 1: è Compagnone a prendere il comando delle ostilità seguito da Cordovez e Bonini, il reggiano nel corso del secondo giro guadagna la seconda posizione e va sin da subito all’inseguimento del battistrada. Inseguimento che si conclude la tornata successiva col sorpasso su Compagnone. Bonini da qui in poi prosegue nella sua corsa vittoriosa. Dietro al reggiano si accende la battaglia per le restanti posizioni del podio tra un quartetto che comprende Codovez, Bricca, Bertuccelli e Barbieri ma è la rimonda De Bortoli dalla decima piazza al giro 1 che attrae maggiore attenzione. Per lui una grande prestazione che lo porta in seconda posizione al giro numero 13, per poi chiudere così questa sua prima gara in MX1. Intanto il leader provvisorio del campionato, Bertuzzo, si è messo nei guai con un contatto in partenza ed ha dovuto recuperare dalla 25.a piazza sino ad agguantare a denti stretti la settima posizione conclusiva.

Gara 2: hole shot di Storti seguito da Bertuccelli, Cordovez e De Bortoli. Primo giro con Storti leader ma poi è Codovez a prendere il comando per tre tornate prima di abdicare a favore di un Bonini scatenato che dalla sesta piazza iniziale, al giro numero 4 prende il comando delle ostilità e non lo lascia sin sotto la bandiera a scacchi. Ancora una caduta in partenza per Bertuzzo costretto ad inseguire, alla conclusione della prima tornata è 36°. Intanto battagliano Cordovez e De Bortoli con il veneto che ha la meglio. La gara però si chiude anzitempo, 5 minuti prima dello scadere del tempo a disposizione, causa un acquazzone improvviso che rende pericoloso il proseguo della corsa. Vince così Bonini seguito da De Bortoli, terzo è Cordovez. 

MX2

Gara 1: hole shot di Aperio seguito da Zeni, Mancuso e Pezzuto. Mentre Aperio tenta di scappare Zeni si complica la vita a causa di un contatto con Pezzuto i due si ostacolano e finiscono a terra. Intanto recupera subito posizioni anche Andrea Cervellin che si ritrova secondo, a tre quarti di gara si porta a ridosso di Aperio e lo sorpassa vincendo poi indisturbato. Recupero anche per il fratello Michele che a due giri dal termine sorpassa Aperio e chiude secondo.

Gara 2: annullata.