Fuoristrada

C.I. Minicross – La cronaca del 4° round a Mantova

Le previsioni atmosferiche non promettevano niente di buono, ma per fortuna “Giove Pluvio” è andato a sfogare le sue ire un po’ più a nord e alla fine il quarto e penultimo appuntamento MiniMX 2012 si è corso su un terreno ottimale, così come ottimale è risultata la parte organizzativa dell’esperto Moto Club Tazio Nuvolari.
Le gare, tutte contraddistinte da un tasso agonistico ancora molto elevato, non hanno designato nessun Campione anticipato, tuttavia si sono registrati alcuni avvicendamenti importanti nelle graduatorie generali, ma non sufficienti per “garantire” a nessuno (se non forse per i Cadetti) un margine di sicurezza in vista del Main Event di Castiglione Del Lago (PG) del prossimo 24 giugno, dove si deciderà tutto soltanto all’ultima curva dell’ultimo giro dell’ultima manche!
Senior – la categoria maggiore vive a Mantova ancora una giornata movimentata, che fa registrare variazioni al vertice, ma il campionato rimane apertissimo; cambia il titolare del secondo gradino a favore diPaolo Ricciutelli (KTM Pardi Royal PAT, 1.215pt) a discapito di Alessandro Lentini (KTM Scuderia Milani – 1.075pt) che vive una giornata da dimenticare al più presto. Ma la tabella rossa resta ancora nelle mani di Tomas Ragadini (KTM RS garage – 1.280pt) che non l’ha mai mollata sin dalla prima prova. Tomas vince in rimonta gara#1 ma accusa problemi banali alla moto in gara #2 che gli pregiudicano però la prestazione assoluta.
Ottime la prestazione di Paolo Ricciutelli, autore della Hole shot Goldentyre e di fughe strepitose salvo poi cedere leggermente nei finali più per calo di determinazione che per aspetti fisici.
A Mantova si è registrata la zampata vincente del “Pole Position Man” Nicholas Lapucci (KTM Cevolani Racing, 931pt), che riesce a non “procurarsi” problemi e ad esprimersi così anche in gara con tutto il suo potenziale, che sicuramente lo porterà ad essere l’ago della bilancia per la conquista del titolo tra Ragadini e Ricciutelli, e lui stesso. Si assesta in quarta posizione nella generale dopo l’ottima prestazione di Mantova Lorenzo Camporese (KTM Virex Racing Team 995pt) anche lui autorevolmente in lista per occupare un posto sul podio finale.
Da registrare le ottime prestazioni generali di Filippo Zonta (KTM Ufo Corse Maglia Azzurra Junior 915pt), Gabriele Oteri (KTM Ufo Corse Maglia Azzurra Junior, 849pt), Filippo Grigoletto, (Suzuki DJ Racing, 845pt), Berto Thomas (KTM Progrip Deascreen, 775pt), Michele Pierantozzi (Honda SM Racing 725pt).
Junior – conquista la tabella rossa e la vittoria di giornata un concreto e veloce Alberto Forato (KTM R.P. – 1.460pt) a discapito di Andrea Zanotti (KTM Cevolani Racing – 1.241pt) che fa bene in gara #1, ma in gara #2 mentre si apprestava a giocarsi la vittoria precipita sul fondo della classifica per un problema tecnico.
Si conferma terzo nella generale Emilio Scuteri (KTM Wyss MX Team – 1.204pt) un po’ a fasi alterne in termini di prestazioni ma sempre tra i primi.
Manuel Ulivi (KTM Academy 121, 937pt) nonostante il ritiro in gara #2 è in quarta posizione pronto a giocarsi il podio in terra umbra. Ottimo terzo in gara #2, si porta quinto nella generale Alessandro Manucci (KTM Manucci Racing, 832pt).
Da registrare l’ottima parziale prestazione di Simone Ossola (KTM Donetto Racing) che conquista la seconda posizione in gara #2.
Cadetti – restano immutate le posizioni del podio ma la doppia affermazione permette ad Alessandro Facca (KTM Scuderia Milani – 1.840pt) di mettere una pesante ipoteca sul risultato finale, incamerando un vantaggio di oltre 400 punti sul suo più diretto inseguitore Vincenzo Matteo Giarrizzo (KTM Only Racing MX 1.428pt); quest’ultimo, nonostante l’ottima prestazione di giornata, non riesce ad arginare lo svantaggio ma resta l’unico ancora matematicamente in grado di contrastare Facca per la vittoria del titolo.
Mentre Raffaele Giuzio (KTM Academy 121 – 1.152pt) nonostante l’ottima performance di Mantova non potrà più matematicamente ambire ad un risultato migliore del secondo posto finale.
Giulio Nava (KTM Bergamo, 1.014pt) si trova ora in quarta posizione con il podio di Campionato ancora alla sua portata, così come per Samuele Minelli (Husqvarna Costa Volpino 907pt) a cui la matematica e la velocità dimostrata gli concedono ancora la possibilità per conquistare la medaglia di bronzo.
Debuttanti – ottimo Alberto Barcella (KTM Academy 121 – 1.680pt) che vince a Mantova e si porta a casa la tabella rossa “strappandola” dalle mani di Kevin Cristino (KTM Willy Team – 1.630pt) il quale “pregiudica” la prestazione di giornata in gara #2 con il quarto posto dopo la vittoria in gara #1. Ottima la prestazione anche di Andrea Adamo (Husqvarna MC Collina Motori – 1.273pt), anche per lui niente è precluso, perchè nonostante il consistente svantaggio accumulato, a Mantova ha dimostrato grande velocità e determinazione che lo mantengono in lizza per qualsiasi risultato. Quarto nella generale,Andrea Bonacorsi (KTM Chieve, 1.230pt) può ancora dire la sua per qualsiasi gradino del podio. Chi invece non può più ambire a nessuna medaglia è il rientrante Gioele Bosio (Cross Line Racing Team 770pt), la sua classifica è penalizzata da ben quattro zeri causa infortunio, ma le prestazioni iniziali in termini di risultati parziali sono state eccellenti, per cui a Castiglione avrà l’occasione di dimostrare tutto il suo valore.
Honda X-Treme Academy – corsa all’ultimo punto anche per l’XTreme Honda, che vede al comando ad una prova dal termine Michele Pierantozzi (SM Racing) con 1.880pt, seguito a breve distanza daGianluca Callegaro (Orbassano) con 1.880pt. Per cui tutto si deciderà nell’ultima prova.