Fuoristrada

C.I. Minicross – Il 3° round a Cingoli

Start Time – dopo aver raggiunto la Basilicata il Campionato farà scalo nelle Marche, precisamente a Cingoli (MC), località turistica molto conosciuta anche come il “balcone delle Marche” perché grazie alla sua splendida posizione sovrastante consente di scorgere anche fino al mare.
Teatro di questo Round #3, che segna il cosiddetto giro di boa, è il Crossdromo Comunale, B. Tittoni, mentre a dirigere la gara sarà ovviamente l’espertissimo MC A. Fagioli, coadiuvato dagli uomini della FMI e da Off Road Pro Racing.
Ebbene, dopo il bellissimo secondo Round di Montalbano Jonico (MT) sembrerebbe possibile pronosticare un circoscritto numero di possibili vincitori finali forse in tutte le categorie, meno la Senior, dove le forze espresse in campo sono molto numerose e mutevoli, anche in considerazione della crescita dei singoli piloti, i quali in questa specifica giovane età possono accentuare le loro performance anche da un mese all’altro.
Senior – in Basilicata si è assistito ancora ad una gara esaltante, come si diceva caratterizzata da un grande equilibrio di forze almeno fino ai primi dieci in graduatoria; registrato l’inserimento in terza posizione nella generale di Filippo Grigoletto (Suzuki DJ Racing – 525pt) conquistata con una bellissima gara frutto di una visibile crescita, per quanto concerne la tabella rossa, questa rimane nelle mani di un fortissimo Tomas Ragadini (KTM RS garage – 830pt), che bissa la vittoria di Ponte Egola, seguito da un altrettanto fortissimo Alessandro Lentini (KTM Scuderia Milani – 700pt).
La gara ha ribadito che non c’è un dominatore assoluto perché le due meritatissime vittorie di Ragadini sono arrivate battendo degli avversari in grado di scambiarsi le posizione di vertice in qualsiasi momento della gara. E dunque i giochi sono davvero ancora aperti almeno per tutti coloro che figurano nella Top Ten provvisoria.
Junior – forse si delinea una lotta a tre o quattro, con un Gianluca Facchetti (KTM Ufo Corse Maglia Azzurra Junior – 747pt) probabile “uomo” da battere. A Montalbano la sua prestazione è stata fortemente condizionata dalla caduta di sabato in qualifica mentre a Ponte Egola sembrava potesse non avere rivali.
Invece è possibile che Andrea Zanotti (KTM MC San Marino – 670pt) sia in grado di cambiare passo e dire la sua, così come Alberto Forato (KTM R.P. – 630pt) e Emilio Scuteri (KTM Wyss MX Team – 514pt), tutti in grado quantomeno di impensierire fortemente e battere colui che dopo la prima prova sembrava poter essere al di sopra di tutti.
Cadetti – lotta a due? Vedremo! Di certo Vincenzo Matteo Giarrizzo (KTM Only Racing MX 688pt) con la perentoria doppietta di Montalbano si porta in seconda posizione di Campionato, ma soprattutto si erge a ruolo di pilota vincente, così come Alessandro Facca (KTM Scuderia Milani – 920pt) che pur mantenendo la Leader Ship di Campionato dovrà considerare il potenziale del rivale; Resta in lizza Raffaele Giuzio (KTM MBA – 532pt) ancora in attesa di aggiudicarsi vittorie di Manche.
Debuttanti – uscito forse provvisoriamente di scena Gioele Bosio (KTM Cross Line Racing Team) per un infortunio, 1° in campionato si conferma il velocissimo Kevin Cristino (KTM Willy Team – 960pt), seguito in graduatoria generale da un altrettanto velocissimo Alberto Barcella (KTM Academy 121 – 800pt). Terzo in generale si inserisce un regolare Andrea Bonacorsi (KTM MC Chieve – 560pt) e si mette in luce Andrea Adamo (Husqvarna MC Collina Motori – 523pt) con un brillante terzo posto di giornata a Montalbano, ma i potenziali “Winner Riders” parziali e finali sembrano poter essere circoscritti a Cristino e Barcella, vedremo se sarà così già dopo Cingoli.
Honda X Treame Academy – Il Challenge è voluto direttamente dalla casa madre a sostegno dei giovani piloti che utilizzano moto Honda, è organizzato in Italia direttamente da Moto s.p.a. per supportare tutti coloro che corrono con moto Honda nel Campionato Italiano di Minicross.
All’interno delle classifiche delle categorie Junior e Senior vengono scorporarti i piloti Honda per formare una graduatoria di merito, che vede primo negli Junior Ricci Matteo e tra i Senior Michele Pierantozzi.