Velocità

Bezzecchi trionfa in Moto3

Vittoria su un grande Di Giannantonio

Una battaglia entusiasmante. Una lotta dura ma corretta, conclusa all’ultimo metro. E alla fine il titolo della Moto3 è andato a Marco Bezzecchi davanti ad un Fabio di Giannantonio che non ha mai mollato. L’ultimo round del CIV al Mugello, che ha visto una grande presenza di pubblico, ha assegnato il titolo al pilota Mahindra Peugeot. Bezzecchi ha trionfato in gara, ma oggi ha sudato molto più del previsto. Scattato dalla pole, il numero 12 si è trovato subito alle sue spalle Di Giananntonio. A quel punto è iniziata la bagarre. Il numero 21 ha provato in tutti i modi a fermare il rivale. Unica possibilità, dopo lo sfortunato guasto di ieri che gli è costato uno zero, era quella di non far scappare Bezzecchi e provare a prendergli margine, perché già dai primi giri era chiaro che la Mahindra sul rettilineo ne aveva di più. Il merito di Bezzecchi è stato quello di restare calmo, ed è stato lui a laurearsi campione. La stretta di mano finale tra i due, a pochi metri dal traguardo dopo una gara fatta di sorpassi e controsorpassi, chiude una stagione di grande spettacolo in Moto3. In gara buona prova di Spinelli su RMU, alla sua prima apparizione in Moto3, che conquista il 3° posto. In campionato il terzo gradino del podio è andato a Groppi grazie anche al 5° posto finale di oggi. Nel Trofeo Honda NSF ha vinto Pasqualotto davanti a Meggle e Zanotti, con il campionato già assegnato a Ghidini su Raimondi e Pasqualotto. Tra i Team vittoria di Minimoto Portamaggiore mentre tra le case trionfa la Mahindra Peugeot.

La SBK è stata ancora terreno di conquista per Michele Pirro. Dopo il titolo ottenuto ieri, il pilota Ducati Barni Racing su Michelin ha trionfato anche oggi in gara davanti a quel Roberto Tamburini che grazie al 2° posto di oggi conquista anche la piazza d’onore in campionato. Il numero 2 su BMW gommata Pirelli, dopo la sfortuna di ieri, ha chiuso il suo 2015 al CIV con 122 punti, stesso score dell’altra Ducati Barni, quella di Ivan Goi, terzo al traguardo e anche in campionato visti i migliori piazzamenti di Tamburini. L’Aprilia di Andreozzi ha chiuso la stagione al 4° posto finale con 114 punti. Una SBK che ha incoronato il Barni Racing come miglior Team e la Ducati come miglior Casa grazie ai risultati dei loro due piloti, mentre tra i costruttori di pneumatici il trionfo è andato alla Michelin.

Altra doppietta in SS con Massimo Roccoli che si impone anche nell’ultimo round in una gara conclusa al fotofinish su Stefano Cruciani. Con il titolo già assegnato ieri al pilota MV Agusta, la seconda posizione in campionato è andata al numero 3 su Kawasaki che ha condotto una gara sempre all’attacco, tagliando il traguardo davanti a Mantovani. Terzo posto nella classifica di campionato per un’altra Kawasaki, quella di Marco Bussolotti, stessa Casa premiata come vincitrice in SS, mentre il premio per il Team è andato a Laguna Moto Racing.

Nella Premoto3 250 4T ancora un trionfo per Celestino Vietti Ramus, che ha chiuso la stagione vincendo anche l’ultima gara davanti a Zannoni e Nepa. Con il titolo già assegnato al pilota RMU n.13 la seconda posizione in campionato è andata a Stefano Nepa, con Zannoni terzo. Nella 125 2T Bernardi ha tagliato il traguardo per primo, precedendo Triglia e Berte. Dietro il campione 2015 Leonardo Taccini, piazza d’onore per Triglia con Bernardi terzo. Trionfo per RMU Racing in Premoto3, che conquista sia i premi come Team che come Casa in entrambe le classi

Gran finale anche per la SP che ha assegnato i titoli 2015. Nella 125 2T non ce l’ha fatta a rimontare Daniele Scagnetti, 2° in gara, che ha chiuso il campionato alle spalle del favorito Federico Drago, nuovo campione italiano grazie al 3° posto in pista. La gara è stata vinta da Luigi Montella, 3° in campionato. Nella 250 4T il titolo è andato a Nicola Di Rago, secondo sotto la bandiera a scacchi. Seconda posizione in campionato per Mario Iovino (terzo in pista) mentre a chiudere il podio del campionato c’è quel Luigi Ritucci che ha vinto oggi al Mugello.

Trofei – Nel National Trophy 1000 vittoria in pista per Velini davanti a Caselli e Pini, mentre il campione è stato Alessandro Valia (6° al traguardo) seguito da Velini e Di Giannicola. Nella categoria 600, con il 2° posto dell’ultima gara, Massimo Spedale si laurea campione 2015 davanti a Gollini e Toti. La vittoria in gara è andata a Mitija Emili con il terzo posto di Marcello Brignoli. Nel Trofeo CBR vittoria per Marco Morreale davanti a Malone e Ciprietti, mentre con il titolo già assegnato ad Axel Bassani (oggi impegnato in SS) la seconda posizione in campionato è andata a Malone con Morreale 3°.

La giornata era iniziata con la Coppa FMI Minimoto al Mugellino, appuntamento conclusivo della Coppa FMI Junior, trofeo riservato ai giovanissimi delle Minimoto a valenza territoriale (“Centro-Sud” e “Centro-Nord”) e si è conclusa con le premiazioni di tutti i campioni italiani della velocità 2015, compresi quelli del CIV Junior e della Velocità in Salita.