Fuoristrada

Bernardini nella top 15 del Mondiale MX2 a Lommel

Il GP del Belgio si è corso a nell’ “inferno” di sabbia di Lommel e anche per questa edizione l’appellativo del tracciato è stato rispettato. Oltre a Samuele Bernardini nel Mondiale MX2, sono scesi in pista i giovani dell’Europeo 125 Paolo Lugana e Alessandro Manucci.

Nelle qualifiche del sabato Samuele Bernardini ha commesso diversi errori che non gli hanno permesso di esprimersi al meglio e si è dovuto accontentare della 19° posizione. In gara 1 Samuele non è riuscito a mettere in scena una buona partenza: al termine del primo giro è transitato a metà gruppo, poi con un’ottimo ritmo ha rimontato giro dopo giro fino ad arrivare in 8° posizione. Samuele ha però commesso un errore che lo ha costretto ad un’escursione fuori pista perdendo diversi secondi. Il “Berna” non si è scoraggiato e ha dimostrato di poter essere molto veloce sul difficile fondo sabbioso andando a recuperare nuovamente fino alla ottava posizione. Seconda heat sfortunata per Samuele, infatti mentre era nella top ten, una pietra ha colpito i suoi occhiali facendo uscire la lente dalla sede. Bernardini è stato costretto a fermarsi ai box per sostituire la maschera perdendo diverse posizioni. Nel cercare di recuperare è incappato in una scivolata e non ha potuto far meglio del 19° posto, concludendo al 14° assoluto. In campionato si trova sempre saldamente al nono posto.

Nell’EMX 125 sia Lugana che Manucci si sono qualificati alle gare con due buoni tempi, rispettivamente l’ottavo e il tredicesimo. Il fondo molto bucato non ha di certo aiutato i due giovani piloti, che comunque dal sabato alla domenica hanno migliorato le loro prestazioni in gara. Lugana ha chiuso 23°, Manucci non è riuscito a prendere punti a causa della rottura della catena in gara 2.

L’intera news sul sito magliazzurra.it