Fuoristrada

Baja Umbria: Fontanazzi vince la giornata 2. Segato resta in testa all’Europeo e Italiano

La gara di giornata 2


La gara del 1 di luglio è stata corsa su di un unico lungo “settore selettivo” (Costa Perone – Ruscio) da ripetere complessivamente tre volte.


Non hanno preso il via, per motivi diversi, cinque concorrenti (Simioni, C. Iannaccone, Baldassarre, Parrini e Cecchin), mentre altri tre (Guarda, Cabrale e Pattuzzi) si sono ritirati nel corso della prima P.S. Poco dopo, a causa di una caduta, si è fermato anche il vincitore della prima giornata, Rovegno, che, giunto al parco assistenza, ha preferito ritirarsi per sottoporsi a un controllo medico.


La gara di giornata 2 è quindi andata al campione europeo 2006, Alessandro Fontanazzi (Suzuki Proto 501 FR), che ha preceduto, per quanto riguarda l’europeo, Marcello Iannaccone (Suzuki LTR 450) e Sawicz Radoskaw, e per l’italiano Silvio Corso (Suzuki LTR 450) e M. Iannaccone. Per quanto riguarda le classi, la Q4 e la K4 sono state vinte da Fontanazzi, mentre M. Iannaccone ha vinto la Q3 e Corso la K3.


Ottima la gara di Erika Pajer, quinta nell’europeo, undicesima nell’italiano e prima di QA e di Gianluca Pina, nono assoluto nell’italiano e primo di KU.


 


Le classifiche del campionato


Per quanto riguarda la classifica del campionato, sia l’Europeo che l’Italiano sono sempre guidati da Dario Segato (Suzuki LTR 450) con un vantaggio che però, dopo la gara umbra, si è considerevolmente ridotto. Nell’Europeo, infatti, Radoskaw lo segue a un punto soltanto mentre Marcello Iannaccone è terzo a quatto punti dal polacco.


Nell’Italiano, invece, prima ancora che da Iannaccone, che è terzo con 18 punti di distacco, Segato deve guardarsi da Silvio Corso, secondo a 11 punti.


La prossima gara valida per l’Europeo si correrà in Ungheria, dal 24 al 26 agosto (Hungarian Baja) mentre per l’Italiano si tornerà a correre a metà settembre a Rieti, sul Terminillo (3° Raid del Centro Italia).


Classifiche: http://www.quadchamp.it