Motociclismo

Attività di Educazione Stradale in Veneto nell’anno 2009

Con l’obiettivo di portare il proprio contributo al settore della sicurezza stradale, il Moto Club Spinea, attivo da trenta anni, ha creato al suo interno un gruppo di Formatori e Istruttori, costituito da esperti e specialisti nel settore della sicurezza stradale, dell’educazione e della guida motociclistica (operatori di polizia stradale, insegnanti, istruttori di autoscuola, commissari federali, tecnici di guida sicura, periti d’infortunistica stradale).

 

Grazie anche al nuovo corso di formazione realizzato a Spinea nel maggio scorso, sono stati  abilitati all’insegnamento quarantotto nuovi Formatori nella regione che hanno permesso di realizzare, nel corso dell’anno 2009:

61

Giornate di manifestazioni e test e prove pratiche

8239

Studenti partecipanti alle manifestazioni

22

Corsi di formazione per il “patentino”

(in esclusiva o in collaborazione con insegnanti o operatori di Polizia Locale)

368

Ore di lezioni pratiche di guida  su percorsi didattici con l’utilizzo dello scooter

439

Ore di lezione frontale  per corsi teorici  e incontri  S.O.S. INCIDENTI con gli studenti e i genitori

Giornate della sicurezza” sono l’ideale conclusione di un percorso formativo iniziato nelle scuole, sia con i ragazzi sia con  loro genitori . Organizzate da diversi anni, sono state  sviluppate secondo tre tipologie.

 

Due Ruote a … – Sicuri sulla strada per la vita” – Incontri sui campi didattici, con test, dimostrazioni e prove sul ciclomotore per i ragazzi di più Istituti scolastici, solitamente realizzate nelle piazze o su grandi superfici nel cuore dei centri abitati. Grazie alla collaborazione della Nuova GARELLI che ha concesso in uso sei scooter  e al parco veicolare del Moto Club Spinea, con queste manifestazioni sono stati avvicinati i giovani utenti della strada al veicolo che guideranno dopo aver conseguito il Patentino, attraverso un adeguato approccio formativo-educativo. Queste “Giornate” cercano di dare una risposta concreta al problema della sicurezza su due ruote. Vengono date informazioni  pratiche sulla scelta del casco (in rapporto al tipo, alle caratteristiche, al prezzo e agli aggiornamenti normativi),  si invitano poi i ragazzi a indossare caschi differenti (per marca, modello e taglia); vengono  fatti indossare giubbini da moto, paraschiena e guanti per prendere parte alle didattiche di guida. Si fanno  eseguire dei test computerizzati dei tempi di reazione del campo visivo e, con la collaborazione di tecnici optometristi, vengono eseguite visite  sulla capacità visiva e sulla prontezza di riflessi; si svolgono esercitazioni simulate dell’esame teorico, con particolare riguardo agli argomenti sulla condotta di guida e sulla manutenzione del veicolo; si dimostrano infine alcune tecniche di guida difensiva e soprattutto i differenti effetti di una frenata di emergenza su vari tipi di asfalto e con diversa aderenza, con simulazione di incidenti, chiamate del soccorso, informazioni su cosa non fare sugli infortunati e come poter essere comunque utili.

Vai sicuro sulle due ruote” – Già sperimentato per tre anni, riprendendo il programma base delle giornate della sicurezza, si svolge presso un singolo Istituto ed è rivolto a un numero ridotto di studenti (30-50) che possono essere seguiti ciascuno in modo più accurato dai tecnici formatori della FMI con specifico corso di guida;

Serate S.O.S. incidenti” – Nate come “Serata delle stelle” in memoria delle vittime della strada, si propongono come momenti di riflessione con ragazzi e genitori, attraverso proiezione di filmati, con lo studio  della dinamica e sulla retrospettiva degli incidenti, per far riflettere sui concetti che la propria sicurezza deve partire dalle corrette informazioni, dalle conoscenze e dalle competenze di un comportamento responsabile nel rispetto di se stessi, degli altri utenti, della vita… e delle regole del vivere civile e della strada.

Sono spesso organizzate all’inizio dei corsi per il patentino, sia per illustrare ai genitori le caratteristiche del corso proposto, sia per avviare un “patto di collaborazione” tra scuola e famiglia per un coerente percorso formativo ed educativo sulla sicurezza.

ANIA Campus (Ania – Ancma – Federmoto – Min. Interni – Min. P. Istruzione) Che nel 2009 in Veneto, ha toccato le città di VERONA contribuendo ad avviare un concreto discorso sulla sicurezza anche in queste province ancora poco attive nel campo dell’Educazione Stradale. Il Gruppo di formatori è stato impegnato anche in altre città  VIGEVANO –TRENTO – SASSARI – ORISTANO.

Occhio alla vita (Provincia di Padova) seguite dalle giornate di Padova – a Tombolo e Vigonza

Due Ruote a… VICENZA nell’ Altipiano di Asiago  – a Breganze  con la Provincia di Vicenza  in collaborazione con i Moto Club Locali, Forze di Polizia, Volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa, stand per il controllo della vista con Optometristi locali, test del campo visivo e dei tempi di reazione.

Due Ruote a… Vicenza – con la fase autunnale di ottobre e novembre sono state interessate le scuole di Breganze – Altavilla e Vicenza e in Fiera a Vicenza con quattro giornate.

Serate S.O.S. Incidenti con le Amministrazioni Comunali e le Polizie Locali di Mestre, Favaro, Vigonza, Tombolo,  Tribano – Spinea –  .

Notte Bianca a Jesolo (Venezia) con relazioni e test dei formatori del M.C. Spinea, nella serata Notte Gialla a Spinea, nelle giornate del MOTOR DAY di JESOLO e con uno stand assieme al MIT- F.M.I. al 30°MEETING DEI POPOLI DI RIMINI, visitato da oltre mille ragazzi al giorno, che hanno provato il simulatore di guida, eseguito i test, compilato dei questionari indagine, seguito le dimostrazioni di simulazione incidente..

Instradiamo i giovani… alla sicurezza” a CASTELMASSA Rovigo, e a PORTO TOLLE, dove sono state realizzate due giornate con 250 ragazzi ciascuna a cura delle Amministrazioni Comunali e con il Corpo di Polizia Locale, con i moto club locali per un coinvolgimento e crescita dei gruppi nelle varie zone.

Con questo positivo bilancio di attività svolte nell’anno e nel corso dell’estate 2009 il gruppo di formatori di educazione stradale FMI ha proposto anche delle serate di sensibilizzazione sul tema della sicurezza presso feste paesane e nelle località turistiche della provincia, proponendo dei CORSI DI GUIDA SICURA abbinati al 31° Dolomiti Moto International ad AGORDO – al MOTOR DAY di Jesolo, ad ALTAVILLA, alla 191^ Fiera di CASTELMASSA – Massa in moto.

Con i progetti d’autunno (inseriti nell’anno scolastico 2009-2010) infine, in collaborazione con il MINISTERO DEI TRASPORTI, sono state realizzate le giornate del TOUR “CAMPIONI IN SICUREZZA”di ANCONA – MESTRE – MILANO E CUNEO.