Fuoristrada

Assoluti Enduro: la Ciociaria dà il benvenuto al giro di boa

Quinta tappa per il maggior campionato nazionale di Enduro e l’abbinata Coppa Italia. Domenica 25 maggio, spettacolo raccolto in un’unica giornata di gara nel comune romano di Colleferro con Oldrati, Belometti, Albergoni Balletti, Botturi ed il leader assoluto Aubert a convalidare l’egemonia.


 


Gli Assoluti d’Italia ripartono dal Lazio, e propriamente nella singolare provincia capitolina. Ad un mese dalla magistrale seconda tappa di Dorgali (26-27 aprile) ospitata nell’incantevole riviera settentrionale della Sardegna, la massima espressione dell’enduro nazionale si appresta ad entusiasmare il comune di Colleferro località collinare dislocata tra Monti Lepini e la Ciociaria, domenica 25 maggio per il terzo atto ed unico appuntamento in calendario che si corre in un’unica giornata. L’organizzazione è stata affidata al moto club Colleferro “Tommaso Piccirilli”, intitolato al pilota colleferrino morto in seguito ad un incidente di gara il 27 aprile del 1975 del campionato italiano velocità 350 CC. che vide coinvolti anche altri piloti tra cui Giacomo Agostini e noto al circus dell’enduro per aver progettato le prove tricolori Cadetti nel 2001 e Major nel 2005 Colleferro, e che nel 2003 diede vita, su iniziativa dell’ingegnoso Consigliere Federale Paolo Pelacci alla prima edizione del Trofeo delle Regioni Enduro.


 


Oltre a Colleferro, sede logistica, ben tre i comuni patrocinanti e coinvolti nella kermesse off-road, Segni, Montelanico e Gavignano e che impegneranno gli oltre 160 piloti iscritti in un percorso di 180 km totali suddivisi in 4 giri da 45 km. Tre invece la prove speciali, il vero motore della gara in cui si decretano vincitori e vinti, ideate dagli uomini colleferrini. Dopo esser scesi dalla pedana di partenza, i concorrenti affronteranno l’Enduro Test (3.500 m.) in località Segni, una mulattiera tecnica e guidata da percorrere in salire, seguirà il Cross-Test (3.000 m.) ubicato a Vigna di Gorga presso il fiume Rio e considerata la speciale più accessibile al pubblico e per finire rush finale in località Gavignano sede della seconda Enduro-Test (3.000 m.), attinta da un tratto di sottobosco con repentini saliscendi.


 


Il week-end agonistico invece comincerà sabato 26 maggio con le consuete operazioni di verifiche tecniche ed amministrative (dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17) presso il Palazzetto dello Sport “Alfredo Romboli (viale Europa) che domenica a partire dalle ore 09.00 si presterà a fare da cornice alla partenza. Primi a salire in pedana, secondo la rotazione regolamentari delle classi ai due compagni di squadra primatisti della 250 4T Albergoni e Micheluz.


 


Di enduro si parlerà già alle ore 18.00 di giovedì 22 presso l’Aula Consiliare del comune di Colleferro in Piazza Italia con la Conferenza Stampa di presentazione presenziata dal Primo Cittadino Mario Cicciotti ed il consigliere federale Paolo Pelacci. Sottolineiamo che l’incontro è aperto a tutta la cittadinanza.


 


In palio punti importanti per le classifiche di campionato, necessari per consolidare leadership come i due Alex che guidano a punteggio pieno, Belometti (KTM Farioli) nella 250 2T, Botturi (HM-Honda Zanardo) tra i titani della 500 ed il fuoriclasse dell’assoluta, il francese di Yamaha Ufo Corse Johnny Aubert, ma indispensabili anche per possibili sterzate visto la situazione di un vertice traballante e conteso tra i pretendenti. E’ il caso dei due purosangue di Ufo Corse Simone Albergoni e Maurizio Micheluz. I due poliziotti si sono infatti divisi equamente le vittorie finora occupando a pari merito il primo gradino. Situazione molto incerta anche nella 450 4T, classe che in quattro giornate ha incoronato 4 diversi vincitori in ordine Mossini, Dini, Belotti e Balletti ed è proprio quest’ultimo, piacentino di HM-Honda Zanardo a guidare con più 11 sul tricolore Belotti (KTM Farioli). 11 sono anche i punti che separano i due velocisti della 125 2T Roberto Bazzurri (Husqvarna CH) e Thomas Oldrati (KTM Farioli) a favore del giovanissimo campione in carica autore di una doppietta in Sardegna determinante per il sorpasso in campionato.


 


Terza tappa anche per la Coppa Italia, trofeo riservato ai piloti privi di titolo di merito e che consegnerà al vincitore delle rispettive categoria la tabella verde. Attualmente primatista tra i cadetti Tommaso Montanari (KTM), mentre tra gli Junior è l’alfiere di Team Promotor Mattia Moretti (Gas Gas) a guidare. Tra Senior avanzamento del pilota di KTM Iron Racing Team Morris Ghidinelli come per Maurizio Zigliani (KTM Farioli) tra i Major.