Fuoristrada

Assoluti. Ecco il 5° round

Appuntamento a Pievebovigliana

Tornano questo fine settimana gli Assoluti d’Italia di Enduro, che domenica 8 maggio andranno in scena a Pievebovigliana (MC) per la 5° prova 2016

La prova si svolgerà su una giornata, domenica 8 maggio, e sarà davvero intensa visti il percorso e le prove disegnate dal Moto Club Amatori Fuoristrada Sibillini. Il via ufficiale della manifestazione è fissato per le ore 8.30; lasciato il palco partenza i piloti si dirigeranno verso l’Enduro Test, contraddistinto da sassi, pietre, mulattiere e diversi tornanti in salita. Sei chilometri di prova che impegneranno gli atleti tra i boschi di Pievebovigliana. Terminata la speciale, tre chilometri separeranno gli atleti dal C.O. assistenza, dopo il quale partirà il “tirato”, sviluppato sul greto di un fiume in secca. A seguire un fettucciato di 3000 metri disegnato su un fondo sconnesso, farà da anticamera alla prova estrema, breve ma ricca di ostacoli con pietraia e passaggi tecnici. Terminata la speciale, che sarà valevole per l’X-CUP Maxxis-Honda Redmoto, si percorreranno altri 15 km prima di giungere al paddock. Il tutto sarà ripetuto per quattro volte, per un totale di 180 km. A supportare il Motoclub Amatori Fuoristrada Sibillini ci saranno anche il Motoclub Camerino, organizzatore degli Assoluti d’Italia nel 2013, e il Motoclub Artiglio, che ospiterà la tappa italiana del Mondiale EnduroGP in programma il prossimo 16-17 luglio a Fabriano (AN).

Sempre movimentata la classifica di campionato, con l’Assoluta che vede al comando l’atleta delle Fiamme Oro Manuel Monni con 58 punti. Alle sue spalle, con 48 punti, ben tre piloti: Nathan Watson, Johnny Aubert e l’azzurro leader del Mondiale Junior – nonché capolista della medesima categoria nel campionato italiano – Giacomo Redondi (Honda Redmoto, foto). Junior che non vedrà al via Matteo Bresolin (Beta Boano), infortunatosi la scorsa settimana durante un allenamento che gli ha procurato la frattura di radio e ulna; per Matteo stop di almeno un mese e mezzo che lo costringerà a saltare ben due prove degli Assoluti d’Italia.

Nella E1, inizio di campionato molto positivo per Rudy Moroni (KTM Farioli) che equivale alla leadership della categoria davanti a Alessandro Battig (Honda Redmoto) e Gianluca Martini (KL Kawasaki), protagonista nel GP del Marocco con un brillante secondo posto di classe e quarto assoluto nel Day 2 della prova d’apertura del Mondiale EnduroGP. Prima prova che corrispondeva anche al debutto iridato per le new entry della specialità Nathan Watson (KTM Factory) e Pascal Rauchenecker (Husqvarna Rockstar), rispettivamente al primo e terzo posto della classifica Stranieri; in mezzo ai due il francese Johnny Aubert su Beta 300 2t. Nella E2 sarà di nuovo sfida tra Davide Guarneri e Alex Salvini (Beta Factory): i due si trovano distaccati di quattro punti a favore del bresciano della Honda Redmoto Guarneri. Terzo posto per Deny Philippaerts (Beta Boano). Con un punteggio di 80 punti, conquistati grazie alle quattro vittorie nei primi due round della stagione, in testa alla E3 troviamo Manuel Monni, seguito dai compagni Fiamme Oro Thomas Oldrati (BBM Husqvarna) e Maurizio Micheluz (Husqvarna). Tra i giovanissimi della Youth primo posto per Emanuele Facchetti su KTM davanti a Matteo Pavoni (KTM) e Lorenzo Macoritto (KTM).
Il G.S. Fiamme Oro Milano è la squadra che conduce la classifica riservata ai Club, mentre il Team Diligenti è al comando tra i Team Indipendenti. Nella Coppa Italia prima posizione per Silvestro Silvi (Cadetti), Andrea Giubettini (Junior), Ivan Boezi (Senior) e Marco Luvisetto (Major).

A Pievebovigliana rivivremo lo spettacolo dell’X-CUP Maxxis-Honda Redmoto che vede al primo posto Johnny Aubert con 48 punti, seguito da Matthew Phillips e Manuel Monni, entrambi secondi con 36 punti, e da Giacomo Redondi terzo a 35 lunghezze. Nella Coppa Italia, quinto appuntamento con il Trofeo Fiat Professional Six Days dove attualmente al comando c’è Ivan Boezi grazie ai 74 punti conquistati nei precedenti round. Alle sue spalle raggruppati in soli tre punti ci sono Pietro Collovigh, Carlo Ziber e Damiano Lullo.