Fuoristrada

Assoluti d’ItaliaFinale a Cassano Magnago

 Si riprende dopo lo stop estivo e, a distanza di due mesi, si torna a parlare del massimo campionato nazionale: gli Assoluti d’Italia/Coppa Italia. Dopo Alex Salvini e Thoma Oldrati, chi si laureerà campione italiano della stagione 2013?

All’orizzonte inizia a focalizzarsi sempre più il grande appuntamento con la Sei Giorni, che si svolgerà a Olbia (OT) dal 30 settembre al 5 ottobre. Ma prima della tanto attesa ISDE 2013 questo weekend a Cassano Magnano si correranno gli Assoluti d’Italia/Coppa Italia.

L’attenzione in entrambi gli appuntamenti è tutta concentrata sul nostro portacolori Alex Salvini che il sette settembre a St. Flour (Francia), potrebbe consacrare una stagione d’oro con il titolo iridato, che tornerebbe così in Italia dopo ben 12 anni (Matteo Rubin e Mario Rinaldi, 2001).

Ma prima della Francia e dell’ultimo atto del Mondiale Enduro, andrà in scena la settima e decisiva prova del tricolore Assoluti d’Italia/Coppa Italia che vede lo stesso Salvini alla caccia del secondo titolo assoluto consecutivo, dopo quello conquistato lo scorso anno. A contrastarlo ci sarà Thomas Oldrati (Husaberg GP Motorsport), l’unico pilota a poter contrastare matematicamente il bolognese delle HM Honda Zanardo, anche se l’impresa è ardua a causa dei 18 punti che li separa.

La terza posizione della generale è occupata dalla leggenda dell’Enduro mondiale, Juha Salminen Husqvarna CH Racing), pronto a scendere in campo all’indomani dal comunicato ufficiale del suo ritiro dal mondo delle corse. “L’Enduro è uno sport che mi ha dato molto, ma ora è il momento di passare a nuove sfide” ha dichiarato l’otto volte campione iridato “ho impostato la mia vita sull’enduro per così tanto tempo che è arrivata l’ora di fare qualcosa di diverso”. Ma prima di appendere il casco al chiodo, Salminen è chiamato a scendere in campo, oltre che per confermare il terzo posto assoluto, per fare fronte all’importante duello per la conquista del titolo nazionale della categoria Stranieri con il portacolori della TM, Eero Remes. I due finlandesi si trovano attualmente in testa al campionato a pari punti, seguiti dal francese della KTM Farioli Johnny Aubert, fermo al terzo posto a 60 lunghezze.

Archiviate la E1 e la E2, con i titoli tricolori assegnati rispettivamente a Thomas Oldrati e Alex Salvini nella precedente tappa di San Giacomo di Roburent lo scorso 7 luglio, gli occhi questo fine settimana saranno puntati sulle rimanenti categorie, con i principali protagonisti divisi da pochi punti.

Tra i giovanissimi della E1 2T, in lizza per la conquista dell’ambita medaglia d’oro troviamo Rudy Moroni (KTM Farioli), primo con 97 punti, e Davide Soreca (Yamaha Boano), secondo a 93 lunghezze. Alle loro spalle Matteo Bresolin sarà chiamato a difendere il terzo posto, pronto ad essere insediato da Riccardo Crippa, attualmente quarto a sole due lunghezze di distanza dal portacolori dell’Iron Racing Team.

Ancora più intensa ed appassionante la sfida Monni-Philippaerts per il titolo della E3. Dopo la straordinaria impresa di Manuel Monni (KTM Farioli) a San Giacomo di Roburent, dove è riuscito a fare suo il gradino più alto del podio davanti allo stesso Philippaerts (Beta Boano), nonostante abbia corso con un piede fratturato in quattro punti. A dividere i due ex crossisti ci sono ora otto punti, e la sfida di Cassano Magnago decreterà il nuovo campione italiano di specialità! Al terzo posto, con 90 punti, troviamo il vincitore della scorsa stagione, Mirko Gritti in sella alla KTM del Motoclub Treviglio.

Tra i Club, battaglia tra il Gruppo Sportivo Fiamme Oro e il Trial David Fornaroli, rispettivamente al primo e secondo posto di campionato, con 334 e 310 lunghezze. Terza posizione per il Motoclub Sebino.

Giochi aperti anche per il campionato Coppa Italia, con le quattro categorie ancora senza un vincitore per la stagione 2013. Nella Cadetti la lotta vede contrapposti Mirko Spandre (Husaberg) e Corrado Romaniello (KTM), rispettivamente primo e secondo con 5 punti di distacco l’uno dall’altro, mentre la terza piazza è occupata da Luca Apollonio (Suzuki).

Cento sono i punti conquistati dal leader della Junior Marco Montelaghi (KTM), pronto a difendere il suo primato dagli avversari Alessandro Talamo (KTM) e Gabriel Franzetti (KTM).

Partita in casa invece per Alessandro Corradin (HM Honda), ai vertici della categoria Senior grazie alle sei vittorie nelle precedenti sei tappe, punteggio che gli permette di guidare il campionato davanti a Eric Rebellato (KTM) e Massimo Wolkow Mutti (KTM). Maurizio Casartelli (HM Honda) e Matteo Zoppas (KTM) animeranno invece la categoria Major, con i due mattatori pronti a spalancare il gas per portare a casa la vittoria stagionale. Terzo posto over33 per Simone Fiaccadori su KTM.

Sarà un evento particolare quello di questo weekend: come al Mondiale infatti, nella serata di sabato si svolgerà il Super Test nella prova Estrema. A partire dalle ore 18.00, i nostri protagonisti si sfideranno nella speciale Extreme, in una sfida doppia. I conduttori partiranno a due a due, affrontandosi in un percorso parallelo, caratterizzato da impegnativi passaggi su tronchi, gomme, pietraia e tanto altro ancora. Il tempo fatto registrare dai piloti al via sarà valido come speciale di gara, e dunque sarà sommato con il totale realizzato nella giornata di domenica.

In vista del Super Test, le operazioni preliminari si svolgeranno con orario continuato dalle ore 9.30 alle ore 15.00 (14.30 le amministrative) nei pressi dell’area feste di Cassano Magnago (sede paddock), questo per permettere una migliore organizzazione.

Terminata la gara di sabato, le moto saranno riportate al parco chiuso e la concentrazione sarà già tutta per la giornata di domenica, dove si consumeranno le ultime, emozionanti, battaglie della stagione “duemilatredici”. A scaldare i motori dei nostri campioni troveremo come prima speciale il fettucciato, situato dopo circa 15 minuti di trasferimento dalla zona di partenza. Adagiato su un terreno pianeggiante, il Cross Test impegnerà i protagonisti di questa quinta tappa stagionale per un totale di 3500 metri. A seguire, dopo altri 15 minuti di trasferimento, il consueto C.O. di assistenza situato nella zona industriale di Tradate anticiperà il secondo Cross Test, molto veloce e tecnico nei suoi 5300 metri di lunghezza. Subito dopo, con circa otto minuti di speciale, ci sarà la prova in linea, caratterizzata da salite, discese, passaggi in torrente e sottobosco, prima di raggiungere l’Extreme Test, affrontato nella speciale del sabato. Al termine il rientro al paddock.