Fuoristrada

Assoluti d’Italia di EnduroA Pederobba arriva lo spettacolo

Ci siamo, stanno per tornare gli Assoluti d’Italia di Enduro. Domenica a Pederobba (TV)  i  campioni italiani e stranieri si sfideranno nella sesta delle otto tappe del Campionato, che si chiuderà il 27 e 28 settembre  a Edolo (BS) con un doppio round.

In Veneto questo fine settimana saranno 146 i piloti ai nastri di partenza. Di fronte avranno 45 chilometri di percorso su cui saranno predisposte tre prove speciali da ripetersi quattro volte. Il via della gara, organizzata dal MC La Marca Trevigiana, sarà dato domenica alle 9.00 con la classe Stranieri che affronterà per prima le insidie del percorso. Partenza dalla zona industriale di Onigo e dopo circa 15 km i piloti raggiungeranno l’inizio della prova in Linea, un misto di mulattiera e tratti in fettucciato, con impegnativi passaggi su ciottolame. A seguire, si arriverà nei pressi del Parco del Piave di Fener, dal quale si sviluppa il primo Cross Test della gara, caratterizzato da una parte pianeggiante e una parte in sottobosco, con fondo sabbioso. Subito dopo il termine della prova, pit stop nei pressi del C.O., prima di affrontare il “tirato” che porterà i piloti al C.O.3. Da lì un ultimo trasferimento di circa 20 minuti accompagnerà gli atleti a Curogna per l’ultima prova fettucciata, adagiata sul pendio di una collina, prima del rientro al paddock.

In tutte le classi le posizioni di vertice sono tutt’altro che consolidate. Nell’Assoluta, Salvini è al comando con soli due punti di vantaggio sul francese Johnny Aubert, mentre il terzo, Matti Seistola, sarà assente a Pederobba a causa di un infortunio. Occhio quindi a Matthew Phillips, che avrà una grande occasione per salire sul podio. Dieci sono invece le lunghezze di distacco tra il primo della E1 2T ed il secondo. A contendersi la leadership della categoria Davide Soreca (Yamaha Boano Team) e Matteo Bresolin (KTM GP Motorsport). Nella E1 ad occupare il gradino più alto del podio è Thomas Oldrati (Husqvarna Factory Team), seguito da Rudy Moroni (KTM Farioli), che vorrà conquistare la prima vittoria stagionale. Da tener d’occhio anche il friulano Maurizio Micheluz (Suzuki), terzo a tre punti da Moroni.

Con punteggio pieno a guidare la E2 troviamo Alex Salvini, unico pilota ad aver collezionato cinque vittorie su cinque prove disputate. La lotta è tutta alle sue spalle, con giovani atleti che stanno crescendo molto, sia a livello nazionale che internazionale. Giacomo Redondi (Beta Motor) occupa il secondo posto, seguito a due lunghezze da Nicolò Mori (KTM Farioli), che però deve fare i conti con un polso non ancora al 100% dopo la recente operazione allo scafoide.

Il quartetto delle meraviglie della E3 ci regalerà anche domenica una gara mozzafiato sul filo dei secondi? Oscar Balletti (KTM Farioli), Simone Albergoni (KTM Marquis by Motorace), Deny Philippaerts (Beta Boano) e Manuel Monni (Husqvarna RS Moto) non si risparmieranno di certo. Balletti può contare su un sostanzioso margine di distacco; con 94 punti infatti guida la classifica davanti a Albergoni e Philippaerts, rispettivamente secondo e terzo a 78 e 77 punti.

Nella Stranieri primo posto per Aubert, seguito da Seistola. Terzo posto per Phillips grazie ai 76 punti conquistati nei precedenti round.

Tra le squadre, leadership per il G.S. Fiamme Oro, seguito dal Motoclub Trial David Fornaroli e dal Motoclub Sebino, mentre tra i Team il tetto della classifica è saldamente nella mani degli uomini del Marquis Motorace.

Movimentata anche la Coppa Italia, soprattutto nella Junior dove Cobuzzi (Beta) e Giacchero (Beta) si stanno contendendo il gradino più alto del podio per soli 4 punti. Nelle altre categorie i distacchi sono leggermente più importanti, con la Cadetti che è guidata da Luca Apollonio (KTM GP Motorsport), la Senior capitanata da Alessandro Scandella (Honda), mentre la Major vede al primo posto Francesco Sibelli (KTM).
 

 

(Nella foto, Oscar Balletti, leader della classe E3)