Fuoristrada

Assoluti d’Italia di Enduro: titoli per Belotti, Dini e Botturi. Aubert su tutti anche in gara 2

Si chiude anche la tappa maceratese e altri tre protagonisti si investono del tricolore. Dopo Aubert ed Albergoni che bissano il successo di ieri, è la volta di Belotti, Dini e Botturi. Rivincita nella 125 2t per Bazzurri. Nella Coppa Italia Lenzi, Rota e Rolli i vincitori finali.


 


Cala il sipario sulla piacevole due giorni curata dal moto club Matelica e sul colorato palco allestito nel centro sportivo il “Boschetto” di Matelica, comune ospitante della quarta nonché penultima prova degli Assoluti d’Italia e come pronosticato ad essere applauditi doppiamente tre primi attori che oltre all’ennesimo successo di giornata si impreziosiscono del titolo con una prova d’anticipo. Tre tricolori e tre trame diverse. Andrea Belotti che bissa il secondo tricolore in sella alla KTM 250 2t firmata Farioli facilitato dall’infortunio al polso del suo avversario Oscar Balletti, Alex Botturi completamente rigenerato grazie al cambio di casacca e che dopo un anno di digiuno si consacra nuovamente campione portando a cinque gli albi d’oro firmati di cui 4 nella 450 ma il primo in sella ad una 490 dal colore rosso sgargiante di HM Honda Zanardo. Per Fabrizio Dini invece il trionfo è strettamente personale in quanto con questo suo primo titolo si lascia definitivamente alle spalle l’appellativo di crossista insignendosi ufficialmente oggi 24 giugno la denominazione di campione italiano enduro classe 450 riuscendo a dominare su un senatore del calibro di Tullio Pellegrinelli. Benvenuto quindi Fabrizio nell’albo d’oro enduro! Lotta rimandata invece nell’ottavo di litro tra Thomas Oldrati (KTM Farioli) e Roberto Bazzurri (Husqvarna CH) che dovranno attendere fino a domenica 30 settembre per vedere svelati i rispettivi destini anche se al giovane bergamasco è sufficiente un quinto posto per consacrarsi tra i big dell’enduro.


Titolo anticipato anche tra le squadre dove il Trial David Fornaroli batte definitivamente il campione in carica Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro consegnando il regalo più ambito dal crono-men Remo Bertuzzi diventato papà di due gemelli proprio alcuni giorni fa. Mentre c’è il sorpasso definitivo con 17 punti di allungo per Enduro Team Treviza su Husqvarna Mucci Racing tra i Team Indipendenti. Tricolore rimandato a settembre anche per loro.


Non ci sono aggettivi invece per descrivere il fresco campione dell’assoluta Johnnj Aubert anche oggi mattatore su tutti e precisamente su Simone Albergoni dietro di 47 secondi ma in grado di spuntarla sul finlandese Mika Ahola per un solo decimo di secondo.


 


CLASSE 125 2T: la battaglia Oldrati-Bazzurri rivive l’ennesimo atto con i due avversari che si dividono in terra maceratese il primo gradino del podio. Ieri Oldrati ed oggi è il portacolori di Husqvarna CH a spuntarla per meno di tre secondi. A dividere i due pretendenti ora ci sono 14 punti a favore del rampollo di Ktm Farioli. Buon terzo posto per Vanni Cominotto (TM Racing)


CLASSE 250 2T: ancora una vittoria per Andrea Belotti che si riconferma uomo da battere nella quarto di litro per la prossima stagione. Dietro di lui oggi e per soli sei secondi un veloce Giuseppe Gallino (Hm) che inverte la piazza d’onore con Andrea Beconi oggi terzo, rosicchiando punti preziosi che lo portano a pari merito proprio con il fiorentino di HM Dippolito S.C. sulla base del podio.


CLASSE 250 4T: con il titolo intascato già ieri Simone Albergoni guida sciolto e sereno e per gli avversari non c’è storia. Nove prove su nove vinte con un gap di oltre 49 secondi su Alessandro Belometti (KTM Farioli) secondo davanti al crossista di Edolo (BS) Fabio Mossini (HM Honda Zanardo) che oggi sale per la prima volta su un podio di enduro. Peccato invece per il marchigiano Luca Cherubini abbandonato dalla sua TM Racing Berloni proprio ad una prova dalla fine.


CLASSE 450 4T: Fabrizio Dini con il successo di oggi incrementa a sette le vittorie totalizzate nella stagione. Ennesima dimostrazione per il toscano di aver indubbiamente meritato il suo primo tricolore da endurista. Secondo posto per Alessio Paoli che firma il miglior tempo in due prove speciali, mentre al terzo posto si inserisce con Paolo Bernardi (Hm-Honda Zanardo) attardato di una piazza rispetto a ieri. Nonostante il quinto di oggi rimane però saldamente al secondo posto Tullio Pellegrinelli.


CLASSE 500 4T: probabilmente tra i più emozionati Alex Botturi, perché regala il suo primo titolo nella Oltre a HM Zanardo ma soprattutto perchè si riprende una rivincita proprio contro sé stesso dopo una stagione passata non certo tra le migliori. Rivincita anche per il veneziano Alessandro Zanni (Tm Racing Berloni) che dal quarto di ieri si piazza alle spalle del lumezzanese relegando alla base del podio Fabio Farioli (KTM Farioli) e portandosi a meno in campionato.


 


COPPA ITALIA: anche la Coppa Italia da il benvenuto ai suoi tre nuovi vincitori finali Maurizio Lenzi (KTM Iron Team) nella classe 1 nonostante la giornata sia andata al crossista Alessio Polidori (KTM), Roberto Rota (HM TRS) con la doppietta marchigiana dà l’ennesima dimostrazione della sua superiorità vincendo con oltre 30 punti sul secondo, mentre la classe 3 già festeggiato ieri è stata vinta da Mauro Rolli (KTM). Tra le squadre trionfo finale La Marca Trevigiana