Fuoristrada

Assoluti d’Italia di Enduro E’ Aubert il vincitore del Day 1

 Sfide all’ultimo secondo, spettacolo e passione a Camerino (Mc). Gli Assoluti d’Italia sono ufficialmente iniziati, e ad uscire vincitore della prima giornata è stato il francese Johnnj Aubert (nella foto). Il transalpino ha conquistato il vertice della classifica dopo quattro giri e tre prove speciali.

Il Moto Club Camerino ha definito un percorso selettivo, che ha visto i 128 partenti confrontarsi non senza difficoltà. Inseguitori di Aubert (KTM Farioli), Juha Salminen (husqvarna) e il leader del Mondiale E2, Alex Salvini (HM Honda Zanardo).

Tra i giovani della E1 2T vittoria per Rudy Moroni (KTM Farioli), protagonista di una brutta caduta all’ultima estrema, caduta che però non ha compromesso la sua leadership. Dietro di lui, Davide Bresolin (KTM iron Racing Team) e Davide Soreca (Yamaha Boano). A proposito di sfide all’ultimo secondo, nella classe E1 tre piloti sono racchiusi in 14 secondi. Thomas Oldrati (Husaberg), Simone Albergoni (HM Honda Zanardo) e Giacomo Redondi (KTM Iron Racing) non si sono certamente risparmiati. Nella E2, invece, Alex Salvini ha lasciato dietro di sé, a più di un minuto, Oscar Balletti (KTM Iron Racing) e Fabio Mossini (Yamaha Miglio). Un altro ex crossista (come Salvini) si è imposto nella E3: si tratta di Deny Philippaerts (Beta Boano), bravo a vincere davanti a Fabrizio Dini (Beta) e Mirko Gritti. Tra i primi due, solo nove secondi di distacco. 

Per quanto riguarda le squadre, il classico duello tra Trial David Fornaroli e Fiamme oro è andato in favore del primo. A completare il podio, il Moto Club Sebino.

Nella categoria  Stranieri, vittoria al dominatore di giornata, Johnnj Aubert (KTM Farioli) che ha preceduto i due finlandesi Juha Salminen (Husqvarna CH Racing) e Eero Remes (TM Racing).

I piloti della Coppa Italia dal canto loro hanno affrontato, come i piloti Assoluti, i quattro giri in programma, eccenzion fatta per la prova estrema.
Nella Cadetti, vittoria per Mirko Spandre (Husaberg) davanti a Corrado Romaniello (KTM) e Fabio Pampaloni, (TM) mentre nella Junior il podio viene completato da Marco Montelaghi (KTM), Alessandro Talamo (KTM) e Pietro Pini (Husqvarna). Nella categoria superiore, la Senior, medaglia d’oro per Alessandro Corradin (HM Honda) che realizza il miglior tempo di classe davanti a Eric Rebellato (KTM) e Lorenzo Morandi (Husqvarna). Per i Major, primo posto andato ad Agostino Volpi (Beta), seguito da Mirko Colombo e Matteo Zoppas, entrambi su KTM. A concludere la manifestazione anche le tre Ladies presenti a Camerino: Anna Sappino (HM Honda), Cristina Marrocco (Yamaha) e Paola Riverditi (Gas Gas).