Fuoristrada

Assoluti d’Italia – A Chiuduno vince Grattarola

Iniziano alla grande gli Assoluti d’Italia, alla grande perche vi è stato un grande protagonista, un solo nome, e questo nome è Matteo Grattarola perfettamente assecondato dalla sua Gas Gas. Domenica double face, con al mattino sotto una pioggia battente,  gli Juniores che erano i protagonisti sulle nove zone per loro predisposte.
Pomeriggio dedicato ad interpreti di maggior esperienza come gli Juniores A ed i “nuovi” HTR3 mentre per i HTR2 e HTR1 era il proseguo della scorsa stagione, anche se nuovo è il Titolo in palio per l’anno 2012. Iniziamo quindi con il commento Gara per gli HRT1 e detto della netta supremazia di Grattarola,tre punti tre, in tutta la gara, dobbiamo anche evidenziare la buona prova di Dany Oliveras (Ossa) che dopo ottimi risultati nel Mondiale si è impegnato su queste zone tracciate molto bene dallo staff del Moto Club  Scuola Trial Chiuduno. Ad un suo primo giro altissimo, ha contrapposto un percorso netto al secondo, che lo ha posto al posto d’onore. Terzo è l’inossidabile Fabio Lenzi (Beta) che anch’esso, dopo un primo giro a 12 passa il secondo a sette un buon recupero ma due punti in più, lo collocano alle spalle di Oliveras. Buone prove per Staltari e Cotone entrambi su Gas Gas, mentre crolla Iolitta dopo un ottimo primo giro, con a seguire tutti gli altri.
Lo scorso anno correvano con gli HTR1 ora sono gli HRT2 e qui come nel CITO la lotta è ristretta tra due interpreti che sono Matteo Poli oggi primo e Filippo Locca secondo separati da solo due punti e per  entrambi,  un ottimo  terzo giro ad uno. Numerosissimi gli HTR3, ben trentadue i classificati con i due interpreti entrambi capaci di girare a zero punti e dunque perfettamente pari in tutto e con la classifica determinata solo dal tempo di percorrenza della gara: vince Riccardo Cattaneo (Ossa) grazie ai quattro minuti di tempo rispetto a Leonardo Valenti(Beta) solo secondo davanti a Davide Zaccagnini (Beta) che pur campione nell 2011 oggi e solo terzo.  In tema di debutti, va evidenziata la classifica Open in cui era presente una moto elettrica progettata dall’ITIS di Gubbio e realizzata dagli studenti e professori dello stesso istituto, e qui guidata da Lorenzo Menichetti studente dello stesso istituto.
Chiudono le classifiche di Gara 2  gli Juniores A e al di sopra di tutti si colloca Marco Fioletti (Scorpa) con chiude con due giri quasi identici (7/8) mentre il secondo Matteo Zampieri (Beta) è ben staccato e supera Luca Petrella (Sherco) terzo per un solo piede. La femminile si è corsa con terreno pesantissimo ed è stata la  “solita” lotta tra Sara Trentini (Beta) e Martina Balducchi (Scorpa): oggi le due protagoniste dell’italiano hanno terminato la gara con un punteggio identico, ma gli zeri hanno detto prima Trentini, seconda Balducchi e terza, ma ben staccata, Elisa Peretti (Gasgas). 
Tanta pioggia per tutti gli Juniores con Carlo Minot (Beta)che nei B vince come su di un altro pianeta, lasciando  la lotta per il posto d’onore tra Manuel Copetti (Scorpa) e Bruno Colombo (Beta) che hanno terminato nell’ordine.
Vincitori nelle altre classi sono: Zana Aldo Fabio (Gas Gas) nella C1, Mattia Tabarelli emula il suo grande padre e vince la C2,  mentre nella D1 la vittoria è femmina con Veronica Reigl (Beta). Ultimo tra i vincitori è Giacomo Xompero protagonista nella E.